Commento dell'ospite di Peter Schwerdtmann: Gli Audians nel 2020 sono di nuovo creativi

La lingua vive. E il Duden non è più quello di una volta: una guida affidabile per la grammatica e l'ortografia. Anche la parola "parità di genere" non avrebbe dovuto scivolare nelle sue colonne. Qui due lingue sono mescolate in modo sfrenato, una parola inglese brutalmente germanizzata. Il Duden ha una ragione per questo, perché osserva lo sviluppo del linguaggio. Così facendo, perde sempre più di vista il suo compito essenziale di coltivare la lingua tedesca.


Razionamento dell'elettricità: un segnale devastante per gli acquirenti di auto elettriche e per le parti interessate

Gli acquirenti di automobili stanno valutando se passare alla mobilità elettrica o preferire un motore diesel o benzina. E poi il Ministero Federale dell'Economia rende pubblico il messaggio che potrebbe essere necessario razionare l'elettricità per le stazioni di ricarica per evitare blackout diffusi.

Volkswagen riferisce che le vendite di auto elettrificate sono triplicate nel 2020 rispetto all'anno precedente. Questo è senza dubbio un successo che molti e-scettici non avrebbero creduto possibile. Anche la potenza con cui il marketing VW ha raggiunto questi numeri può diventare un problema a lungo termine.


"Lo standard di emissioni Euro 7 della Commissione UE è politicamente voluto fine per i motori a combustione"

Automobilclub Mobil in Deutschland eV vede la fine del motore a combustione interna e conseguenze drammatiche per l'industria automobilistica in vista della normativa Euro 7 che si profila all'orizzonte, che entrerà in vigore nel 2025.

Lo standard Euro 7 previsto prevede standard di emissione chiaramente rigorosi per i veicoli a motore a partire dal 2025: i nuovi veicoli emetteranno quindi solo 30 mg di NOx (ossido di azoto) per chilometro e, in un secondo scenario, solo 10 mg per chilometro. Il limite attuale è di 60 mg per la benzina e 80 mg per i veicoli diesel. Inoltre, i valori limite di CO2 devono essere drasticamente ridotti a 300 o 100 mg a seconda della categoria del veicolo. Inoltre, dovrebbe entrare in vigore un significativo inasprimento delle condizioni di misurazione durante il Real Drive Emissions Test (RDE) per rispettare i valori limite. Devono essere rimosse tutte le eccezioni precedentemente consentite nella RDE, ovvero prove contrarie al reale utilizzo quotidiano della maggior parte delle auto in situazioni estreme (temperature estremamente basse, guida a tutto gas, guida ad alta quota o traino di un rimorchio).


La disputa sul futuro della guida in auto: tra pio desiderio, fisica, interessi aziendali e desideri dei clienti

Quando il capo di Audi Markus Duesmann mette in dubbio la cella a combustibile a idrogeno nelle auto, questa affermazione si basa sugli interessi aziendali e sulla richiesta dell'ex capo dello sviluppo BMW e presidente del consiglio di sorveglianza Linde Wolfgang Reitzles per la cella a combustibile a idrogeno. L'apertura tecnologica è l'unica strada giusta, perché lascia la decisione alla realtà fisica e al mercato, non alla competizione politico-ideologica.

Il nuovo capo Audi Markus Duesmann è responsabile della coerente strategia del gruppo VW per la mobilità elettrica con le batterie, l'altro, come l'ex capo Linde, rappresenta la convinzione che l'idrogeno sia il carburante del futuro. Tuttavia, Reitzle la vedeva in questo modo come responsabile dello sviluppo presso BMW. E alla fine tutti concordano sul fatto che la soluzione a lungo termine - stiamo parlando di 50 anni qui - si chiama elettromobilità. Dopotutto, la cella a combustibile con idrogeno significa anche che il veicolo è alimentato da un motore elettrico. Tuttavia, ci sono anche sviluppi per utilizzare l'idrogeno nel motore a combustione interna, poiché BMW aveva già sviluppato con successo in una serie 12 a 7 cilindri. Ci sono anche altre opzioni come gas o combustibili sintetici a destra ea sinistra della tabella di marcia della tecnologia di trasmissione.


"La mobilità elettrica inquinerà l'ambiente più della mobilità alimentata a combustione"

Il 2020 sarà la fine di un anno che è stato per molti versi disastroso; tuttavia, la luce è visibile all'orizzonte per il 2021. Abbiamo chiesto ad alcuni auspici dell'industria automobilistica in merito all'anno passato e ai temi importanti del futuro. Oggi: Gert Hildebrand. Il famoso designer è stato coinvolto nel design della Opel Kadett E e della VW Golf III, tra le altre cose, prima di passare alla posizione di capo mini designer e infine era responsabile del design globale e del marchio del marchio cinese Qoros. Di recente ha lavorato per il produttore cinese di veicoli elettrici Bordrin.


Campione nascosto: Liqui Moly a caccia di record

Per noi, l'imprenditore di Ulm Ernst Probst è uno dei migliori imprenditori in assoluto che combinano il successo economico con la responsabilità sociale. Che si tratti di presenza in Formula 1 o supporto per pasti su ruote e servizi di assistenza: Liqui Moly è un'azienda sveva che ha un effetto positivo ben oltre la regione.

Il bilancio sembra un miracolo in questo momento: dopo un novembre record per il produttore tedesco di olio motore e additivi, segue il mese di Natale con un altro record e un incredibile aumento delle vendite del 38% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.


Diesel sentenza della Corte di giustizia europea: "Caffè freddo dal Lussemburgo"

La Corte di giustizia europea in Lussemburgo si è pronunciata e si è pronunciata sui dispositivi di commutazione nei motori diesel. Ma ne è venuto fuori poco di nuovo. Il professor Thomas Koch dell'Istituto di tecnologia di Karlsruhe (KIT) spiega i fatti. Diventa chiaro: il giudizio non è adatto per una rinnovata campagna contro il motore diesel.

Professor Koch, la Corte di giustizia europea ha appena emesso una sentenza in materia di gas di scarico diesel. Questo ora interessa tutti i veicoli diesel?


Presentazione di guida Toyota Mirai: cella a combustibile a un prezzo stracciato

Ciò che conta è quello che viene fuori in fondo, avrebbe detto una volta un cancelliere tedesco. Non potrebbe essere formulato in modo più appropriato per la Toyota Mirai. È l'acqua più pura che il Mirai fuoriesce dal suo tubo di scarico. Nessun ossido di azoto nocivo, né fuliggine né altri inquinanti. Semmai, l'elemento umido sotto forma di vapore acqueo è l'unico prodotto di scarto dei giapponesi.

Toyota è fedele alla tecnologia dell'idrogeno dal 2015. Finché Hyundai. Altrimenti sembra piuttosto scadente. Sebbene Mercedes abbia osato avventurarsi con la GLC F-Cell, è stata eliminata dal programma in primavera. Per inciso, cercherai invano altre case automobilistiche tedesche, solo la Honda ha ancora un modello di produzione nella manica. Ai giapponesi è mancato il coraggio di stabilire con noi la loro chiarezza. È disponibile solo in quantità isolate in Nord America e Giappone.


La nuova VW Tiguan: SUV di serie con responsabilità applicata

L'ultima edizione della VW Tiguan chiarisce che i SUV ingiustamente criticati rappresentano (possono) applicare la responsabilità. Motori più efficienti, ibridi plug-in e diesel ottimizzati per l'ossido di azoto rendono la Volkswagen di maggior successo al mondo ancora un'automobile sostenibile, che è il SUV più venduto in Europa e solo l'anno scorso sono state costruite 911.000 volte.

Durante il nostro test drive, abbiamo optato per la Tiguan che, con tutto il buon senso, garantisce dinamiche di guida al top nel segmento come fiore all'occhiello della serie SUV: il modello Tiguan R da 320 CV e dotazioni esclusive. Quando un'auto, in particolare un SUV, accelera da ferma a 4,9 km / h in 100 secondi con Launch Control e può arrivare fino a 250 km / h, la "R" è nel nome e


La Volkswagen dice addio alle corse dei motori a combustione

La coerenza della Volkswagen nella direzione dell'elettromobilità è impressionante. Con l'uscita dal motorsport a combustibili fossili, il CEO Herbert Diess sta dando un altro esempio sulla strada della mobilità elettrica che è stata dichiarata il rapporto definitivo. Know-how dall'elettricoMotorsport confluirà nello sviluppo dell'ID. Famiglia uno. Se non fosse per qualche incongruenza.

Ma seriamente: in quale altro modo dovrebbe essere realizzato un tale cambiamento, cioè finanziato, se i soldi per pagare il cambio di direzione non devono essere guadagnati con motori a benzina e diesel. "Non è facile pubblicizzare i nostri migliori motori a combustione e, d'altro canto, comunicare che i motori a combustione appartengono in realtà al passato", afferma un esperto di marketing, rendendo chiaro il punto di equilibrio nella comunicazione. "E se si scopre che l'E-way non è diventato un successo di mercato di massa, allora buona notte ..."


Prof. Thomas Koch (KIT): "Chiunque voglia davvero azzerare le emissioni di ossidi di azoto dovrebbe vietare immediatamente la flotta elettrica"

Il motore a combustione è minacciato di estinzione? È così che si potrebbero interpretare le ultime proposte del pan-European “Advisory Board on Vehicle Emission Vehicles Standards” (AGVES). Ciò che è stato covato lì ha il potenziale per esplodere in termini di politica industriale. In un'intervista, il professor Thomas Koch del Karlsruhe Institute of Technology (KIT) avverte che il realismo dovrebbe prevalere quando si tratta di specifiche, anche per non danneggiare l'idea europea.

Intervista di Jens Meiners con Thomas Koch.

 

Professor Koch, come classifica i suggerimenti del gruppo di esperti sullo standard EU-7?


L'autore ospite Harald Kaiser sul quasi incidente di Tesla

È difficile da credere, ma il ragazzo glamour della scena mondiale delle auto elettriche ha effettivamente parlato di una tacca. Elon Musk, il capo di Tesla, ha recentemente ammesso francamente che non è passato molto tempo da quando Tesla è quasi fallita. Musk ha rivelato su Twitter che era abbastanza vicino. Ecco il tweet originale del 3 novembre:


La VDA sta spingendo per l'espansione dell'infrastruttura di ricarica per la mobilità elettrica: l'UE vuole vietare i motori a combustione dal 2025

Il presidente della VDA Hildegard Müller prende l'iniziativa che Angela Merkel e il governo federale avrebbero dovuto prendere molto tempo fa. La ballerina dei sogni sulla mobilità elettrica Angela Merkel ha dovuto dire addio da tempo al suo sogno illusorio di avere un milione di auto elettriche a batteria sulle strade tedesche nel 2020, ma non ha fatto molto per creare il quadro più importante per questo: un'infrastruttura di ricarica costruire. Il piano della Commissione Europea per vietare praticamente i motori a combustione attraverso requisiti tecnicamente impraticabili è stato severamente criticato dalla VDA.

Hildegard Müller ora si precipita ad aiutare le elettrofantasie ad alta quota in piedi. "Vorrei quindi organizzare un vertice sulle stazioni di ricarica con tutti i soggetti coinvolti, con l'industria energetica, l'edilizia abitativa, l'industria degli oli minerali, con gli aeroporti, i parcheggi e gli operatori delle stazioni di servizio, ovviamente con il governo federale, gli stati e i comuni, e prima di Natale Il presidente della VDA ha inviato un segnale per il "vertice automobilistico" della prossima settimana e il governo è sotto pressione per sostenere questa iniziativa.


Kia XCeed Plug-in Hybrid: Economico sull'onda dello zeitgeist

I SUV con una E nella targa appaiono sempre più spesso. Ciò che può essere inteso come riferimento a un veicolo elettrico non significa che sia guidato senza un motore a combustione interna. Gli ibridi plug-in sono in aumento perché molti clienti vorrebbero passare alla mobilità elettrica, ma non vogliono fare a meno di un'autonomia effettivamente illimitata. Il motore a scoppio a bordo rende obsoleta la ricerca di panico di una stazione di ricarica. La Kia XCeed Plug-in Hybrid soddisfa pienamente lo spirito del tempo automobilistico.

 


"Stiamo per rovinare la nostra industria automobilistica e quindi anche il cuore dell'economia tedesca"

Mobil in Deutschland eV in un'intervista al Prof.Dr. Hans-Werner Sinn:

Prof. Dr. Hans-Werner Sinn è uno dei più noti ricercatori economici in Germania ed è stato per molti anni presidente del rinomato Ifo Institute. Dott. Michael Haberland, Presidente dell'Automobilclub Mobil in Deutschland eV, ha recentemente incontrato il "luminare dell'economia" tedesco a Monaco e ha posto domande attuali su automobili, mobilità e politica:

Dott. Michael Haberland: Qual è stata la tua prima macchina?


Notizie dal rumor mill: arriva una nuova rivista BMW o no?

La comunicazione dei clienti con le riviste cartacee è da anni uno strumento altamente volatile per le case automobilistiche tedesche. Quando viene annunciata una crisi, i budget vengono tagliati o le riviste vengono completamente interrotte. A volte vengono offerti solo online in forma digitale. Tuttavia, le ricerche di mercato confermano ripetutamente che gli strumenti stampati sono importanti per la fidelizzazione dei clienti.

Come riporta il noto servizio di informazioni del settore LOUT, BMW sembra stia pensando a una nuova rivista cartacea. Guarda anche https://lout.plus/Experten/BMW-Magazin-alleine-stemmen-oder-bleiben-lassen.html