VW

Se si tratta di media, non abbiamo bisogno di tribunali penali in Germania

Anche se la frase "presunzione di innocenza" viene ripetutamente aggiunta, è sufficiente per la maggior parte dei giornalisti se un pubblico ministero ha denunciato un delinquente. Che si tratti di sospetta frode diesel presso Daimler o di intentare un'azione legale nei confronti di Martin Winterkorn: per la maggior parte dei media sono considerati colpevoli.

Ricordiamo solo l'accusa contro l'ex capo della Porsche Wendelin Wiedeking. Dieci anni fa la procura ha indagato su di lui per violazione della fiducia e manipolazione del mercato. Il tribunale regionale di Stoccarda inizialmente ha rifiutato di consentire la causa, ma il tribunale regionale superiore ha deferito il caso a una camera penale commerciale. L'ufficio del pubblico ministero ha chiesto due anni e mezzo di carcere, ma il tribunale ha assolto Wiedeking con glamour. "Non c'è niente nelle accuse della procura di Stoccarda, niente - né davanti, né dietro né al centro", giudica il giudice presidente Frank Maurer presso il tribunale distrettuale di Stoccarda. Tuttavia, il pubblico ministero ha cercato di salvare la faccia con un ricorso contro la sentenza, ma l'ha ritirata nuovamente. Anche allora molti media hanno ritenuto l'ex capo della Porsche quasi colpevole in numerosi articoli.


Consiglio di lettura: il foglio più intelligente lascia il posto

L'uomo era un genio che pochi conoscevano. Era un benefattore di proporzioni inimmaginabili, perché le sue numerose invenzioni per la sicurezza delle auto continuano a salvare vite umane oggi. Béla baréyni è l'angelo custode di milioni di guidatori.

Aveva l'idea della zona di sgualcitura. Questa idea rivoluzionaria ha causato una rivoluzione. Sessant'anni fa, nel settembre del 60, la zona di sgualcitura della Mercedes - e quindi la prima casa automobilistica - entrò in produzione in serie. Ora c'è un e-book * che vale la pena leggere sull'incredibile lavoro della vita di questo super cervello. A nessuno importa più della sicurezza in auto di Béla barényi. Ernst Fiala, che ha conseguito un dottorato in ingegneria, è stato per un po 'vicino di casa di Barényi alla Mercedes e in seguito è stato capo dello sviluppo alla VW, ha detto di lui: "Fondamentalmente tutto ciò che pensa fosse pronto per il brevetto" ... "In media, ha richiesto un brevetto internazionale ogni giorno "Erano più di 2000.


Dieter Zetsche ha lanciato pietre dalla serra?

Dopo che lo scandalo diesel alla Volkswagen è diventato noto nel settembre 2015, il capo di Daimler Dieter Zetsche ha ripetutamente affermato che Mercedes non aveva alcun software fraudolento installato. Il ministero dei Trasporti ha un'opinione diversa.

In un circolo ristretto, si dice che Zetsche abbia preso in giro VW, "anche se non sapevi se stesse prendendo in giro la VW che era stata catturata o se in realtà fosse moralmente oltraggiato e convinto di aver fatto un lavoro pulito a casa sua", riferisce un ingegnere dello sviluppo di automobili Mercedes. Altri vogliono sempre "sentire un tocco di maliziosa gioia" nelle conversazioni con Zetsche.


La nuova VW Touareg: balza in avanti a Pechino

Proprio come Mao una volta chiamò la Repubblica popolare cinese per fare un grande balzo in avanti, così sembra quando la Volkswagen di Pechino spinge la terza generazione di Touareg sulla scena mondiale della mobilità fuoristrada.

"Aprire la strada" è posizionare verbalmente il nuovo SUV dove i suoi padri lo vedono: proprio nella parte anteriore del campo oltre i recinti del pascolo.


La nuova VW T-Roc può scalare il segmento dei SUV compatti?

Si Lui può. Il nuovo T-Roc ha un bell'aspetto. Visivamente e tecnicamente. L'ingresso di VW nel segmento dei SUV "piccoli" era in ritardo, ma non superfluo. Il nuovo di VW è tagliato per il successo.

C'è amore a prima vista nel segmento dei SUV compatti? Questo potrebbe essere il caso della nuova VW T-Roc. Perché è senza dubbio un colpo d'occhio. L'ingresso VW nel segmento dovrebbe - come si può vedere dagli ordini - riuscire. Le qualità estetiche continuano anche tecnologicamente sotto il rivestimento in lamiera?


VW e Oliver Schmidt vogliono raggiungere un accordo stragiudiziale

La data di qualità prevista per il 19 febbraio presso il Tribunale del lavoro di Braunschweig è stata annullata con breve preavviso. Come annunciato dal tribunale del lavoro, le parti hanno concordato di "svolgere discussioni stragiudiziali sulle possibilità di un accordo". Schmidt ha citato in giudizio VW per risoluzione senza preavviso.

La causa contro il licenziamento di Oliver Schmidt, che è in custodia negli Stati Uniti a causa della frode diesel, non ha ancora avuto successo, "ma tutto si riduce a un accordo", come riporta un esperto del processo.



Detroit: la porta diesel sembra dimenticata, la Mercedes-Benz è la numero 1, la BMW rimane pallida

Chi avrebbe mai pensato che dopo il Diesel Gate e 23 miliardi di multa, il marchio Volkswagen avrebbe avuto tanto successo sul mercato americano? Mercedes-Benz segnala a Detroit che è il numero 1 tra i marchi premium. La BMW si chiama anche numero 1, ma rimane pallida. Gli ex membri del consiglio BMW criticano la mancanza di un profilo del marchio e di un lavoro di stampa incolore.

Il capo del marchio VW Diess è irto di fiducia in se stesso. Il fatto che il marchio con sede a Wolfsburg sia stato in grado di crescere del 2017% nel mercato statunitense, che era diminuito di quasi il 5,2% nel 2017, dimostra in realtà che gli americani hanno perdonato o dimenticato la frode diesel. I due nuovi lanci per il mercato statunitense (Jetta e Passat GT) sono giusti. La Volkswagen è tornata. Per inciso, anche la Volkswagen è cresciuta in tutto il mondo nel XNUMX: um


Oliver Schmidt davanti al tribunale del lavoro di Braunschweig probabilmente senza possibilità

Il 19 febbraio, davanti al tribunale del lavoro di Braunschweig, avrà luogo la data di buona volontà di Oliver Schmidt contro la Volkswagen. L'ex manager della VW che è in prigione negli Stati Uniti probabilmente fallirà con la sua causa contro la Volkswagen contro il licenziamento.

"La causa contro il licenziamento della mangiatoia della VW Oliver Schmidt non andrà da nessuna parte", ha affermato il noto avvocato del lavoro di Stoccarda Prof. Dr. Stefan Nägele: “Se qualcuno deve andare in prigione per diversi anni, non è raro che il rapporto di lavoro venga interrotto. La domanda è: come può essere conclusa. È chiaro che può essere risolto in tempo, perché il detenuto non può ovviamente adempiere al suo obbligo di lavoro per diversi anni ".


Non c'è solo il vertice diesel, ma anche quello della calunnia

Puoi dire che è una campagna elettorale. Ora anche il diesel tedesco dovrebbe essere la causa dell'uragano Irma. L'industria automobilistica è comunque responsabile di tutto e, come automafia, fa gasare 10.000 innocenti ogni anno.

È incredibile ciò che l'esperto di energia dell'ARD Jürgen Döschner (foto) ha pagato con le nostre tasse GEZ (foto) in un tweet. L'uomo molto pagato della televisione rimproverò: "L'automafia tedesca fa gasare 10.000 innocenti ogni anno." In seguito trasformò "gasato" in "omicidio", ma l'enormità di questa rozza accusa non è ridotta. Rimane incomprensibile il motivo per cui la VDA non intraprende azioni legali contro questa assurda affermazione, la cui esplosività di cui un eloquente giornalista televisivo doveva conoscere molto bene. E il silenzio degli uomini nei dipartimenti PR dell'industria automobilistica è un eloquente segno di debolezza. Non da argomenti mancanti.


L '"Aiuto ambientale tedesco" vuole anche vietare il diesel Euro 6

Chiunque ritenga di essere al sicuro con il proprio diesel Euro 6 dopo la decisione del diesel fuori Stoccarda nel parlamento dello stato del Baden-Württemberg ha torto. L '"Aiuto ambientale tedesco" considera anche questi diesel "puliti" come fionde.

L '"aiuto ambientale tedesco" è persistente quando si tratta di diesel e - bisogna dichiararlo - molto efficace nel suo senso. Il parziale divieto di diesel all'interno della città al di sotto dello standard Euro 6 a Stoccarda è solo l'inizio. Gli operatori ambientali potranno continuare la loro processione trionfale legalmente confermata. E non fermarti a diesel 6 Euro. Gli operatori ambientali non fanno segreto delle loro intenzioni di vietare completamente il diesel nelle città. E la legislazione dell'UE mette gli aiuti ambientali sulle carte. Perché i diesel Euro 6 emettono anche più ossidi di azoto nella guida reale di quanto suggeriscano i valori del banco di prova. L '"aiuto ambientale tedesco" sa come utilizzarlo per un divieto di guida a medio termine.


Lo scandalo VW si intensifica: "Ora inizia davvero la battaglia del fango"

Ora alla Volkswagen è tutto contro tutti. Ferdinand Piëch contro il Consiglio di vigilanza della VW, Consiglio di vigilanza contro Ferdinand Piëch. E tutto contro l'ex capo Winterkorn. Non c'è fine in vista, e ci si aspetta una drammatica escalation, alla fine della quale una specie di supernova minaccia che potrebbe fare a pezzi l'intera compagnia.

Ferdinand Piëch, una volta un'ancora divina del potere nel gruppo VW, prima come capo VW, poi come presidente del consiglio di sorveglianza, si dice che abbia gravato non solo Martin Winterkorn nella relazione diesel con il pubblico ministero, ma anche membri del consiglio di vigilanza. All'inizio del 2015, Piëch, non solo ha sollevato i problemi degli Stati Uniti a Winterkorn, ma ha anche informato il Primo Ministro della Bassa Sassonia Stephan Weil e altri consigli di sorveglianza. Piëch ha ricevuto informazioni da una società di sicurezza israeliana che la VW aveva manipolato le emissioni diesel negli Stati Uniti.


Il capo della conformità VW Hohmann-Dennhardt litiga dopo un anno

È un segnale positivo per le autorità giudiziarie statunitensi quando il famoso tutore della virtù nel Board of Management della Volkswagen lascia sorprendentemente "di comune accordo"? L'indagine finisce nella nebbia di fatti alternativi?

La VW aveva corteggiato l'ex giudice costituzionale di Daimler nell'autunno dell'anno precedente, dove, insieme all'ex capo dell'FBI Louis Freeh, aveva lavorato attraverso vari affari di corruzione, introdotto e monitorato rigide regole di conformità. Il successore di Hohmann-Dennhardt nel comitato esecutivo del gruppo VW è Hiltrud Werner, responsabile dell'audit di gruppo.


"Volkswagen è sull'orlo del baratro" - il pagamento delle multe non porta la pace legale

Può andare peggio? "Ma sì", afferma un manager che ha familiarità con l'argomento del gruppo Volkswagen. "Ora si sospetta che l'accordo su una multa di 4,3 miliardi di dollari sia lontano dalla fine e la Volkswagen non sarà in grado di acquistare la pace legale con denaro".

La magistratura e i media generano costantemente "notizie frenanti" sullo scandalo del diesel Volkswagen in una relazione transatlantica tra Stati Uniti ed Europa. Il fatto che il manager della VW Oliver Schmidt, arrestato in Florida, non sia stato rilasciato su cauzione (parliamo di un milione di dollari che gli avvocati di Schmidt avrebbero offerto) ha portato a uno stato di shock a Wolfsburg ancor più del suo arresto. Il quartier generale dell'azienda ha detto che avrebbe dovuto essere licenziato giovedì scorso.


L'accordo VW con la magistratura statunitense non esclude il procedimento penale

L'accordo con le autorità giudiziarie americane, che sta per essere concluso, dovrebbe ammontare a 4,1 miliardi di euro. Tuttavia, ciò non significa la fine delle indagini in corso e dei procedimenti penali contro dirigenti responsabili.

Come riportato ieri dal New York Times, l'accordo potrebbe persino portare a ulteriori procedimenti penali se la società si dichiarasse colpevole. Quindi ci si può aspettare che la Volkswagen si impegni nella cooperazione con le autorità nell'accordo e debba supportare le indagini sui dipendenti. L'ammissione di un debito potrebbe anche avere conseguenze costose per le azioni legali degli azionisti, le cui accuse secondo cui la Volkswagen avrebbe dovuto essere a conoscenza dei rischi finanziari della manipolazione dei gas di scarico in tempi precedenti, in modo che la stessa VW li confermasse.


Il manager VW Oliver Schmidt rimane in custodia negli Stati Uniti fino a nuovo avviso

In realtà tutto sembrava andare per il verso giusto: il confronto con i clienti VW davanti al tribunale di San Francisco in un panno asciutto, un accordo con il Ministero della Giustizia in merito a test fraudolenti sui gas di scarico a portata di mano. L'arresto del manager VW Oliver Schmidt lo scorso fine settimana in Florida ha colpito come una bomba a Wolfsburg.

Né l'FBI né la Volkswagen erano disposti a commentare questo caso in corso. VW sottolinea che continuerà a collaborare con il Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti. Se Schmidt rimane in custodia dovrebbe essere giovedì 12.1 gennaio. da decidere da un giudice di Detroit dove è stata intentata la causa.