Dieter Zetsche

Renschler non va alla Volkswagen - almeno non prima della scadenza di un periodo di blocco - il contratto proibisce il passaggio rapido a un concorrente

Anche gli altri membri del consiglio di amministrazione di Andreas Renschler sono rimasti sorpresi martedì pomeriggio quando hanno appreso della partenza del membro del consiglio di Mercedes-Benz per la produzione e gli acquisti. Si dice che Dieter Zetsche sia stato molto nervoso quando una riunione ha trattato l'annuncio ad hoc e la comunicazione del personale di Renschler.

A differenza della Stuttgarter Zeitung e della Handelsblatt che si riferiscono ad essa, Renschler non passerà direttamente alla Volkswagen. Una clausola di blocco nel contratto del consiglio di amministrazione lo proibisce per due anni. Dopodiché, tuttavia, Renschler può fare quello che vuole. Nella sua cerchia di amici, tuttavia, si presume che non voglia aspettare così a lungo nel suo impulso creativo e potrebbe essere in grado di lavorare al di fuori del settore automobilistico.


L'improvvisa partenza del membro del consiglio di Daimler Andreas Renschler ha sorpreso: Renschler Zetsche è diventato troppo popolare? - Anche il consiglio di fabbrica era dalla sua parte

Il comunicato stampa di Daimler è arrivato verso le 20:2018. La notifica obbligatoria legge come al solito in tali casi. Ancora una volta la frase "accordo reciproco" è usata per far sembrare più tranquillo il botto. Ci deve essere stato. Per un motivo, un uomo come Renschler non deve effettivamente lasciare il lavoro dei suoi sogni, che avrebbe potuto adempiere in base a un contratto prolungato fino almeno al 26. Un uomo come Renschler non lancia i pezzi perché il vento gli soffia un po 'in faccia. Per fare questo, deve essere successo di più. Ma non sai nulla di specifico. Almeno non ancora. Ad un certo punto, tuttavia, la nebbia si schiarirà anche qui. Solo una cosa è certa: è stata una decisione di Renschler, non un'espulsione. Ciò non avrebbe dovuto essere facile per l'uomo Daimler dopo XNUMX anni.


Tre ex top manager devono portare la competenza nel settore automobilistico al Daimler Supervisory Board - ora manca solo il capo Linde Wolfgang Reitzle, ma non sta arrivando

Bernd Pischetsrieder, ex membro del consiglio di amministrazione di BMW e VW, dovrebbe portare la competenza automobilistica nel consiglio di sorveglianza di Daimler

Bernd Pischetsrieder, ex membro del consiglio di amministrazione di BMW e VW, dovrebbe portare la competenza automobilistica nel consiglio di sorveglianza di Daimler

Questa è stata una sorpresa per molti: Daimler porterà l'ex-BMW e l'ex boss della VW Bernd Pischetsrieder, l'ex manager Bosch Bosch Bernd Bohr e il capo della Siemens Joe Kaeser l'anno prossimo. Questo per soddisfare le richieste dei gruppi di azionisti di una maggiore competenza in ambito autoveicolo nel Consiglio di vigilanza di Daimler. Il capo Linde e il ragazzo della macchina Wolfgang Reitzle sono stati affrontati, ma per il momento non arriveranno?


Valori limite di CO2: Dieter Zetsche vuole uscire dal "commercio dei tappeti" e chiede che l'industria automobilistica abbia voce in capitolo nel processo politico.

I critici automobilistici sicuramente si batteranno le mani sopra la testa. Il capo della Daimler Dieter Zetsche non è soddisfatto delle normali attività di lobbying a Bruxelles, ma, in qualità di leader del settore automobilistico, chiede anche alle case automobilistiche di essere direttamente coinvolte nel processo politico per la determinazione del valore limite dell'UE. I Verdi schiumeranno e inizieranno la loro poesia di Save the World, le associazioni ambientaliste denunceranno la richiesta di Zetsche come scandalosa, il governo centrale di Bruxelles sarà oltraggiato: il CEO di una casa automobilistica non ha mai osato unirsi al tavolo delle trattative per decisioni politiche ,


Lo specchio accompagnava il boss della VW Winterkorn - ed era più vicino della rivista SZ a Dieter Zetsche, ma mantiene i soliti pregiudizi ideologici

Specchio titolo Volkswagen

Specchio titolo Volkswagen futuro

Non appena SZ-Magazin è stato sul mercato con un rapporto sull'amministratore delegato di Daimler Dieter Zetsche, Der Spiegel è apparso con la sua cover "Die Attacke", a cui il capo della VW Martin Winterkorn è stato accompagnato da due giornalisti per alcuni mesi. È stata ovviamente una coincidenza. E le storie differiscono sia nella loro intenzione (per descrivere il gruppo VW e la sua strategia nel suo insieme) sia in termini di qualità. Ciò che i due giornalisti Dietmar Hawranek e Dirk Kurbjuweit hanno osservato e alla fine scritto in pochi mesi ha molta più sostanza del ritratto di Zetsche. Solo: non perché proviene da giornalisti migliori, ma perché le persone coinvolte, in particolare il CEO di VW Martin Winterkorn, hanno permesso una maggiore vicinanza.



Disastro del crash test Citan: nessun grande momento per Dieter Zetsche

Citan“The Citan è il progetto molto personale di Zetsche. Questo è il motivo per cui è anche responsabile del disastro del crash test ”, commenta un ex membro del consiglio di amministrazione di Daimler sul fallimento del furgone Renault decorato con una stella Mercedes nel crash test dell'NCAP. Tre stelle in una classe di furgoni in cui Ford ha ricevuto cinque stelle per il transito approssimativamente comparabile. "Questo è più che imbarazzante. Non solo per Mercedes-Benz, ma per Dieter Zetsche ", afferma un responsabile marketing di alto livello.