USA

Dieter Zetsche ha lanciato pietre dalla serra?

Dopo che lo scandalo diesel alla Volkswagen è diventato noto nel settembre 2015, il capo di Daimler Dieter Zetsche ha ripetutamente affermato che Mercedes non aveva alcun software fraudolento installato. Il ministero dei Trasporti ha un'opinione diversa.

In un circolo ristretto, si dice che Zetsche abbia preso in giro VW, "anche se non sapevi se stesse prendendo in giro la VW che era stata catturata o se in realtà fosse moralmente oltraggiato e convinto di aver fatto un lavoro pulito a casa sua", riferisce un ingegnere dello sviluppo di automobili Mercedes. Altri vogliono sempre "sentire un tocco di maliziosa gioia" nelle conversazioni con Zetsche.


VW e Oliver Schmidt vogliono raggiungere un accordo stragiudiziale

La data di qualità prevista per il 19 febbraio presso il Tribunale del lavoro di Braunschweig è stata annullata con breve preavviso. Come annunciato dal tribunale del lavoro, le parti hanno concordato di "svolgere discussioni stragiudiziali sulle possibilità di un accordo". Schmidt ha citato in giudizio VW per risoluzione senza preavviso.

La causa contro il licenziamento di Oliver Schmidt, che è in custodia negli Stati Uniti a causa della frode diesel, non ha ancora avuto successo, "ma tutto si riduce a un accordo", come riporta un esperto del processo.



Detroit: la porta diesel sembra dimenticata, la Mercedes-Benz è la numero 1, la BMW rimane pallida

Chi avrebbe mai pensato che dopo il Diesel Gate e 23 miliardi di multa, il marchio Volkswagen avrebbe avuto tanto successo sul mercato americano? Mercedes-Benz segnala a Detroit che è il numero 1 tra i marchi premium. La BMW si chiama anche numero 1, ma rimane pallida. Gli ex membri del consiglio BMW criticano la mancanza di un profilo del marchio e di un lavoro di stampa incolore.

Il capo del marchio VW Diess è irto di fiducia in se stesso. Il fatto che il marchio con sede a Wolfsburg sia stato in grado di crescere del 2017% nel mercato statunitense, che era diminuito di quasi il 5,2% nel 2017, dimostra in realtà che gli americani hanno perdonato o dimenticato la frode diesel. I due nuovi lanci per il mercato statunitense (Jetta e Passat GT) sono giusti. La Volkswagen è tornata. Per inciso, anche la Volkswagen è cresciuta in tutto il mondo nel XNUMX: um


Il manager della VW Oliver Schmidt sarà rilasciato in libertà condizionale tra un anno o due

La condanna a sette anni contro l'ex manager della Volkswagen Oliver Schmidt sembra dura. Lo è anche. Tuttavia, non dovrà scontare completamente questa frase, ma sarà rilasciato in libertà condizionale. E poi essere espulso.

Come è noto, la magistratura statunitense emette giudizi severi. Un ladro di pizza tripla deve andare in prigione per alcuni anni, almeno secondo il verdetto. Le prigioni affollate, che sono spesso gestite da compagnie private, stanno esplodendo in tutti gli stati. La magistratura statunitense, quindi, tende a sospendere le pene pendenti dopo un certo periodo di tempo. Questo sarà anche il caso di Oliver Schmidt, che probabilmente verrà rilasciato in libertà vigilata nel 2019 o prima. Dopotutto, non è un criminale violento dal quale il pubblico deve essere protetto.


Contributo degli ospiti di Harald Kaiser: la vanità della droga

Come il dolce veleno ha annebbiato i sensi e fatto credere a politici e manager di essere i più grandi.

Con un po 'di immaginazione puoi vederli, l'immaginaria specchiera sulle sue spalle. Su quello del nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Perché il vano apparentemente sconfinato li guarda quasi costantemente e si chiede quando lo guardi: il tappetino per asciugacapelli è presumibilmente in lana di cotone di colore giallo-arancio e porta lacca? Sembro nitida? Il presunto onnipotente di New York con la sua attuale residenza principale a Washington si è concentrato solo su se stesso. Riguarda: io, io, io!


40 mesi di reclusione per il manager della VW James Robert Liang

Ora il primo manager della Detroit VW è stato condannato a 40 mesi di carcere e una multa di $ 200.000. James Lang deve iniziare la detenzione entro XNUMX-XNUMX settimane dopo che le autorità carcerarie hanno trovato un posto per lui.

Il giudice distrettuale Sean Cox è andato oltre la pena proposta per l'accusa, che era stata depositata per tre anni e solo $ 20.000. Dopo il rilascio dalla prigione, Liang deve essere sorvegliato per due anni prima di essere deportato in Germania. Il tribunale ha affermato che Liang era molto collaborativo e ha sostenuto le indagini contro altri dirigenti della VW.


Oliver Schmidt si dichiara colpevole ed è espulso dopo la sua condanna

Il manager della VW Oliver Schmidt, che è stato arrestato a gennaio, ha fatto una vasta confessione e può aspettarsi che una sentenza lieve venga annunciata il 6 dicembre. Rimane in custodia fino al verdetto, quindi viene espulso (potrebbe non lasciare il paese da solo!) E non potrà mai più entrare negli Stati Uniti.

Le pressioni sotto la custodia americana hanno già motivato alcune persone innocenti a fare confessioni avventurose e ad accusare terzi. Devi tenerne conto. Tuttavia, questo non significa che Oliver Schmidt debba aver ammesso qualcosa di diverso dalla verità. Ma gli avvocati americani continuano a lamentarsi del fatto che la custodia cautelare è una detenzione coercitiva, "una specie di tortura". La semplice presentazione dei delinquenti in pubblico nei loro abiti arancioni mostra che la legge statunitense è iniziata nel selvaggio West. "Le false confessioni per condanne più leggere riempiono molti documenti giudiziari", mi ha detto un avvocato penalista di Los Angeles. Ci sono persino condanne a morte in cui una falsa confessione ha portato al braccio della morte e oltre ...


Il manager VW arrestato rimarrà in custodia fino al processo del 2018

Oliver Schmidt non dovrebbe rimpiangere nient'altro che il fatto di aver viaggiato negli Stati Uniti con i fatti di avvocati familiari per trascorrere le sue vacanze di Natale lì.

Abbiamo parlato con un avvocato americano che si è fatto un nome con l'accusa di cospirazione. Le sue previsioni sull'arresto del manager della VW non sono molto incoraggianti. “Chiunque sia accusato di cospirazione dallo stato negli Stati Uniti come Schmidt è colpito dalla durezza della legge. Il fatto che Schmidt non sia stato nemmeno rilasciato su cauzione di $ 1,6 milioni offerti porta alla conclusione che rimarrà in custodia in attesa del processo immediatamente a portata di mano con la frase "pericolo di fuga". "Alcuni spacciatori vengono rilasciati per $ 5.000, potrebbe essere necessario denunciare regolarmente la polizia o indossare un braccialetto alla caviglia. Il fatto che il gestore della VW rimanga in custodia nonostante l'elevato deposito cauzionale offerto non suggerisce nulla di buono. ”Il processo dovrebbe iniziare al più presto tra un anno.


Il capo della conformità VW Hohmann-Dennhardt litiga dopo un anno

È un segnale positivo per le autorità giudiziarie statunitensi quando il famoso tutore della virtù nel Board of Management della Volkswagen lascia sorprendentemente "di comune accordo"? L'indagine finisce nella nebbia di fatti alternativi?

La VW aveva corteggiato l'ex giudice costituzionale di Daimler nell'autunno dell'anno precedente, dove, insieme all'ex capo dell'FBI Louis Freeh, aveva lavorato attraverso vari affari di corruzione, introdotto e monitorato rigide regole di conformità. Il successore di Hohmann-Dennhardt nel comitato esecutivo del gruppo VW è Hiltrud Werner, responsabile dell'audit di gruppo.


Donald Trump non è a conoscenza delle fabbriche di case automobilistiche tedesche negli Stati Uniti?

L'intervista sull'immagine con Donald Trump ignora fatti importanti nonostante una presentazione sensazionale e un'ottima risposta mediatica.

Il fatto che l'editore di Bild Kai Diekmann sia riuscito ad essere ammesso all'ufficio del futuro presidente degli Stati Uniti nella Trump Tower di New York per un'intervista è senza dubbio un risultato notevole. L'intervista è di conseguenza ben accolta da tutti i media: brillante PR per Bild-Zeitung. E il suo prossimo editore uscente.


"Volkswagen è sull'orlo del baratro" - il pagamento delle multe non porta la pace legale

Può andare peggio? "Ma sì", afferma un manager che ha familiarità con l'argomento del gruppo Volkswagen. "Ora si sospetta che l'accordo su una multa di 4,3 miliardi di dollari sia lontano dalla fine e la Volkswagen non sarà in grado di acquistare la pace legale con denaro".

La magistratura e i media generano costantemente "notizie frenanti" sullo scandalo del diesel Volkswagen in una relazione transatlantica tra Stati Uniti ed Europa. Il fatto che il manager della VW Oliver Schmidt, arrestato in Florida, non sia stato rilasciato su cauzione (parliamo di un milione di dollari che gli avvocati di Schmidt avrebbero offerto) ha portato a uno stato di shock a Wolfsburg ancor più del suo arresto. Il quartier generale dell'azienda ha detto che avrebbe dovuto essere licenziato giovedì scorso.


Donald Trump mette sotto pressione i produttori di automobili: Ford annulla i piani del Messico

Donald Trump non è ancora presidente degli Stati Uniti d'America, ma i suoi annunci stanno già avendo un impatto sull'industria automobilistica.

Poiché desidera riportare i lavori esportati negli Stati Uniti, Ford ha annullato il suo impianto già programmato in Messico e ora sta investendo 1,6 milioni in Michigan anziché 700 miliardi di dollari in Messico.


Il gruppo VW sta avanzando: presto saranno disponibili anche filtri antiparticolato per motori a benzina

Particelle di fuliggine: come laico, la prima cosa che viene in mente è il motore diesel, che è stato messo sotto fuoco in molti modi. Ma ogni costruttore di motori ha in mente da molto tempo l'argomento: l'iniezione diretta di motori a benzina ha un problema che viene raramente discusso. La questione del diesel e la discussione sul particolato nelle città hanno sovrapposto tutto.

Ora il gruppo Volkswagen sta portando avanti la decisione di dotare i motori a benzina di filtri antiparticolato dal 2017. Il cosiddetto OPF viene gradualmente installato in tutti i motori TSI e TFSI a iniezione diretta del Gruppo, non solo nei veicoli Volkswagen. Il filtro riduce l'emissione di particelle di fuliggine fino al 90 percento.


Ora l'intera industria automobilistica è in gogna

 

Lo scandalo diesel continua a diffondersi. Chi avrebbe mai pensato che un piccolo pacchetto software potesse cambiare il mondo dell'auto in modo così massiccio, no: mescolalo in modo che a malapena una pietra fosse lasciata intatta. Non c'è ancora fine in vista per l'eccitazione che circonda le belle emissioni. Ora, oltre alla VW, altri produttori devono dichiararsi alle autorità americane. Questo non è di buon auspicio. Solo la BMW sembra impeccabile.


Volkswagen nel vortice delle cause legali: il vertice aziendale è stato a lungo assorbito dalla valanga di processo

 

Ora, 278 grandi investitori in Germania chiedono anche 3,3 miliardi di danni alla Volkswagen per le enormi perdite di prezzo causate dalla frode con il software diesel e informazioni tardive sui mercati finanziari. La Volkswagen aveva già dichiarato che la società aveva ottemperato ai propri requisiti informativi in ​​conformità con i requisiti legali.

Il più grande fondo pensione statunitense CALPERS e la controllata DEKA di Sparkassen sono tra i principali investitori dell'attore. Ci sono un totale di 67 cause legali in Germania, che collettivamente richiedono danni per 3,7 miliardi di euro. L'avvocato di Tubinga Andreas Tilp ha detto alla Süddeutsche Zeitung che questa causa era solo l'inizio e che ne sarebbero seguite altre.