L'Autore

Screenshot-2016 08-08 a 00.31.58

Peter Groschupf accompagna la scena automobilistica da oltre 40 anni. Già come volontario ha scritto sulle automobili, era un reporter del tribunale e ha riferito al Stoccarda notizie sulla politica statale e federale, è stato assegnato il "Premio Guardian della stampa quotidiana" e ha scritto in hobby, la rivista per la tecnologia"Informazioni su automobili, aerei e un rapporto esclusivo in tutto il mondo (" Il giro del mondo in 80 minuti ") su e dal simulatore di navetta spaziale. Come caporedattore di rivista aeronautica il fanatico dell'high-tech ha ampliato i suoi interessi per la mobilità individuale sopra le nuvole, ha ottenuto la patente di guida e si è ritirato ancora e ancora, "dove la libertà contraria alle opinioni contrarie non è illimitata ma meno limitata".

Come caporedattore di Colonia Auto Zeitung Rimase quindi collegato alla terra, in seguito divenne un giornalista freelance, scrisse per la poppa, numerosi quotidiani, sviluppò riviste per i clienti, incluso quello Rivista BMWChe Premium negozio per il Ford Premier Automotive Group e quello mondiale Rivista Mercedesdi cui è stato caporedattore per diversi anni.

In elicottero sopra Los Angeles

Groschupf In elicottero sopra Los Angeles

Nel frattempo, ha anche lavorato come Direttore Creativo Text per l'agenzia pubblicitaria internazionale BBDO a Düsseldorf, che ha formulato "Tutto Super" per Aral, ad esempio, e per le linee BMW come "Chiunque dia il meglio, dovrebbe guidare il meglio", ha creato qualcosa di inaudito all'epoca Legato allo slogan Mercedes "Il meglio o niente". Tuttavia, Peter Groschupf ha rapidamente capito che il testo pubblicitario non ha molto a che fare con il giornalismo credibile. “Certo, la buona pubblicità ha la sua giustificazione, solo per non fare nulla con il giornalismo. E volevo e voglio rimanere un giornalista. " Come giornalista freelance, ora lavora per vari quotidiani commerciali, tra cui Handelsblatt e Wirtschaftswoche.

Inoltre, l'appassionato pilota di elicotteri ("L'elicottero è un vero volo!") È arrivato al design e pubblica DESIGNERS DISCOVERY, di cui è anche responsabile come caporedattore. Poiché vede ancora l'industria automobilistica come un affascinante driver di innovazione e un importante motore economico-politico, Peter Groschupf continuerà a scrivere su automobili e i loro produttori su questo sito Web: opinioni, polarizzazione, fondamento, critiche, critiche, ma sempre dalla parte della mobilità individuale. "Vogliamo creare un contrappeso agli avversari rumorosi della macchina e alzare la voce in questo campo." Peter Groschupf è convinto: "Il futuro appartiene all'automobile. Ed è più lungo del passato. L'automobile è e rimane una parte essenziale della nostra qualità di vita. "O, in una variante di un noto detto di Loriot:" La vita senza auto è possibile. Ma completamente inutile. "





Lascia un commento

L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato.


*

*