Tesla ingannevole

Il capo di Tesla Elon Musk

Perché Tesla deve rinunciare a una sovvenzione governativa di oltre un miliardo di euro, anche se in precedenza era stata richiesta. Elon Musk dà i buonisti.

Da Harald Kaiser

Il Signore sta facendo ancora una volta una forte impressione - almeno con quegli ammiratori spesso acritici che comunque pendono dalle sue labbra. Pensano che sia onesto. Il capo di Tesla e guru delle auto elettriche Elon Musk, che è tanto sorprendente quanto imprevedibile, ha recentemente twittato che stava rinunciando a 1,1 miliardi di euro in fondi statali per avviare la propria produzione di batterie nella sua nuova fabbrica di automobili a Grünheide, nel Brandeburgo. Il sottotesto non formulato dovrebbe probabilmente leggere: Non ne abbiamo bisogno.

Mister Tesla ha twittato come una spiegazione: "Tesla è sempre stato dell'opinione che tutti i sussidi dovrebbero essere aboliti, ma questo deve includere anche i massicci sussidi per petrolio e gas". "condizioni onerose" che sarebbero state in vigore su un prestito del Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti nel 2010/2011.

Allora: generoso o furbo? Probabilmente più di quest'ultimo. Poiché la domanda rimane, perché Tesla ha persino chiesto in anticipo un finanziamento per la sua produzione di batterie a Grünheide? Da allora, è stato ipotizzato perché l'adorato manager dei miracoli Musk abbia rinunciato a una quantità così grassa?

Sia il Financial Times, l'agenzia di stampa economica Bloomberg che l'Handelsblatt hanno pubblicato articoli sulle possibili ragioni, alcuni dei quali si contraddicono a vicenda.

  • La Financial Times *: Tesla è stata costretta a rifiutare il sussidio (tedesco e UE) a causa dei ritardi alla Gigafactory tedesca, scrive il quotidiano britannico. Secondo le regole dell'UE, i sistemi agevolati devono sempre rappresentare la "prima applicazione industriale" di una nuova tecnologia. La produzione di massa altrove non deve ancora aver luogo, secondo il rapporto. A quanto pare, Tesla non vuole più accettare questa condizione. A causa dei ritardi nell'approvazione del progetto Gigafactory in Germania, Tesla probabilmente avvierà in anticipo la produzione di batterie in un'altra sede negli Stati Uniti. Ciò significa che Tesla anticiperebbe solo un previsto ritorno del sussidio miliardario, perché le condizioni per il loro pagamento non sarebbero soddisfatte. Il permesso di costruzione e di esercizio finale ancora in sospeso per la Gigafactory tedesca potrebbe ritardare l'inizio della produzione della vettura compatta Model Y fino a nuovo avviso, ma a quanto pare non la prevista produzione di batterie lì, perché l'edificio per questo continuerà a essere costruito.
  • L'agenzia Bloomberg ** Citando una persona informata: Tesla ha deciso di avviare la produzione di massa delle proprie celle della batteria in modo diverso da quanto precedentemente pianificato, prima nella sua Gigafactory in Texas. Ciò significherebbe che il progetto tedesco non sarebbe più ammissibile al finanziamento.
  • L'Handelsblatt ***: Sotto il titolo "Ecco perché Tesla rinuncia a miliardi di aiuti governativi" si dice che Musk è preoccupato per i segreti commerciali. Tesla potrebbe temere di dover condividere i risultati della ricerca con i concorrenti se questi sono in parte finanziati dallo stato. "Tesla potrebbe temere di dover rendere disponibili i risultati della ricerca ad altri concorrenti", afferma Joachim Ragnitz, esperto di sussidi presso l'Ifo Institute di Dresda, l'Handelsblatt.

Secondo l'esperto di automobili Ferdinand Dudenhöffer, i sussidi sono "troppo complessi" e richiedono molto tempo. Non solo Tesla, ma quasi tutti i produttori tedeschi rinuncerebbero ai sussidi. Ha detto all'Handelsblatt: "Elon Musk ci mostra quanto sia amatoriale il nostro finanziamento." Dudenhöffer, che come professore che ha trascorso più di dieci anni a cercare di ottenere fondi pubblici presso l'Università di scienze applicate e arti di Duisburg / Essen, sa cosa sta parlando. La procedura di richiesta è troppo complessa, lunga e laboriosa. Quindi: non si sa nulla di specifico. Sono tutte congetture, nessuno al di fuori di Tesla sa davvero perché la domanda di finanziamento per la fabbrica di batterie e Tesla nel Brandeburgo è stata ritirata.

Elon Musk non è generoso come lui

Ma Musk non è così generoso come lo è sui sussidi. Perché riceve sussidi per la sua filiale tedesca, anche se l'importo, rapportato all'investimento totale, non è degno di nota. Perché secondo il sito web del governo regionale del Brandeburgo, il produttore di veicoli elettrici generalmente adorato ha chiesto un finanziamento regionale per l'intero sistema nel novembre 2020. Un portavoce del Ministero degli affari economici del Brandeburgo ha affermato che questa domanda non è stata ritirata. Quanti soldi sono coinvolti non sono stati resi noti. L'importo dipende dall'importo dell'investimento. Ma l'importo che il Brandeburgo dona può essere stimato abbastanza bene, perché gli investimenti del valore di oltre 100 milioni di euro ricevono generalmente il 6,8 percento del loro valore in sovvenzioni, secondo il sito web del Brandeburgo. Poiché la costruzione dell'impianto Tesla e la produzione di batterie a Grünheide, secondo Musk, divorano circa cinque miliardi di euro, è probabile che lo stato sia lì con circa 340 milioni di euro dalla borsa dello stato - in considerazione dell'importo totale dell'investimento, è solo una goccia nell'oceano.

Per tenere a bada i problemi su un altro punto in futuro, Musk ha fatto un'altra mossa. Perché Musk, che è noto per combattere polemicamente più con la spada grossolana che con il fioretto sottile, ha problemi con le regole e le autorità a causa della sua natura irascibile. Nello specifico, si tratta della US Securities and Exchange Commission (SEC), con la quale è ripetutamente in clinch e di cui ha almeno temporaneamente messo in discussione il senso. Nel 2018, la SEC ha accusato Musk e Tesla di frode sui titoli dopo che il suo capo ha twittato che stava pensando di eliminare e riprivatizzare la società per $ 420 per azione. Il finanziamento è già stato assicurato per questo. Poi si è scatenato l'inferno. Dopotutto, una tale affermazione è molto rilevante per il prezzo delle azioni e riguarda il denaro degli azionisti.

Musk ha pagato 20 milioni di dollari dal suo box privato

Musk alla fine abbandonò l'impresa sotto la pressione della SEC, pagò una multa di $ 20 milioni dal suo box privato (la società Tesla separatamente lo stesso importo) e firmò un accordo che richiedeva che i suoi tweet fossero esaminati da un avvocato prima di pubblicare il congedo. Ma non si è sempre attenuto a questo. Per non ottenere una piena bordata dalla SEC, ora ha assunto l'esperto di borsa David Misler come consigliere delegato. Misler è un ex avvocato della SEC che in precedenza ha lavorato per il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. Vediamo quanto resta l'uomo. Perché nell'azienda Tesla, gestita in modo autocratico da Musk, la forza lavoro sussurra che il grande capo a volte cambia i suoi manager più velocemente delle sue mutande.

SpaceX sta fallendo?

Non è solo nell'azienda automobilistica di Musk che il cespuglio va a fuoco ogni tanto. Ad esempio a causa della qualità piuttosto media oa causa della situazione di cassa apparentemente costantemente critica. Ora l'indicatore di redditività è anche in un'altra area della sua rete aziendale nella zona rossa di un imminente fallimento. Si tratta di 'SpaceX', la sua compagnia spaziale. Musk ha recentemente inviato un'e-mail ai dipendenti di SpaceX che se non fossero stati costruiti più motori per la navicella spaziale Starship, l'azienda avrebbe corso il rischio di fallire. Lo riporta il portale di notizie online statunitense 'Space Explored'. SpaceX sta costruendo troppo pochi dei motori con cui è alimentata l'astronave, che dovrebbe volare sulla luna e su Marte, tra gli altri luoghi. È inoltre necessario lanciare nello spazio la seconda generazione di satelliti "Starlink". "Purtroppo la crisi produttiva è molto peggiore di quanto sembrava qualche settimana fa”, scrive Musk, secondo Space Explored. A causa di questi problemi, diversi dirigenti avevano lasciato l'azienda, alcuni dei quali involontariamente. SpaceX andrà in bancarotta se la società non riuscirà a lanciare un'astronave almeno una volta ogni due settimane nel prossimo anno.

*https://www.ft.com/content/98f9a39c-de78-4cbf-b98b-0955db98c7dd

**https://finance.yahoo.com/news/tesla-forgoes-1-3-billion-145029118.html?guccounter=1

***https://www.handelsblatt.com/unternehmen/industrie/tesla-sorge-um-batteriegeheimnisse-darum-verzichtet-tesla-auf-milliardenschwere-staatshilfe/27837626.html?ticket=ST-2597923-dZQDcwn3Nwonb3B5dFJZ-cas01.example.org

Lascia un commento a "Tricky Tesla"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*