VW Golf GTD: Viva il diesel, specialmente questo!

Il volto della Golf GTD segnala sportività

Modelli come la Golf GTD dovrebbero effettivamente essere banditi in modo politicamente corretto. Perché prendono ogni pensiero di un veicolo a batteria alimentato elettricamente all'assurdo.

Tuttavia, non c'è da aspettarsi che Volkswagen distrugga la sua strategia di mobilità elettrica con questo modello. Ma è anche chiaro: chiunque acquisti oggi una Golf GTD può essere sicuro di aver preso una buona decisione nonostante l'aumento dei prezzi del carburante. Anche dal punto di vista ambientale.

I motori a combustione efficiente come quelli di questa Golf sono semplicemente ancora imbattibili rispetto alle auto alimentate a batteria o alle auto a benzina quando si tratta di idoneità all'uso quotidiano, autonomia, piacere di guida ed economia. Il diesel sarà probabilmente di nuovo un bestseller con una coalizione a semaforo, poiché mostra tanto buon senso voler agire in modo tecnologicamente neutro. Ciò significa che dovrebbe morire solo il motore a combustione interna “fossile”, non quello alimentato da carburante sintetico. Possiamo essere certi che il carburante sintetico e la sua produzione sono oggetto di intense ricerche nei laboratori di tutto il mondo. Non solo vedremo progressi nella tecnologia delle batterie nei prossimi anni, ma anche in termini di CO2-combustibili bassi o esenti con cui è possibile alimentare anche gasolio.

L'acceleratore, in particolare, garantisce efficienza

La Golf GTD di ottava generazione che abbiamo testato è, a parte piccoli difetti elettronici (comportamento digitale lento), semplicemente un'auto che può sicuramente essere descritta come un'auto da sogno in questa classe. Se otteniamo un'autonomia di 1.110 chilometri dopo il rifornimento, è semplicemente fantastico e non può ancora essere raggiunto da un'auto elettrica. Tuttavia, quando si tratta di esaurire le sue capacità atletiche da 200 CV e 400 Newton metri, la GTD prende anche un sorso più potente dal serbatoio rispetto al consumo standard del veicolo commerciale specificato di 4,4 litri. Il vero segreto dell'efficienza sta - in tutte le auto, tra l'altro - nel piede del guidatore sull'acceleratore. A seconda dello stile di guida, abbiamo registrato il consumo standard ufficiale tra 4,8 e 8,3 litri. Purtroppo la voglia di accelerare e accelerare porta ad un certo grado di irrazionalità, che si legge subito sul display dei consumi del computer di bordo. Un'accelerazione di 7,1 secondi a 100 km/h e una velocità massima di 245 km/h sono valori decisamente sportivi che incoraggiano a farsi assaporare.

Il digital cockpit: se sai usare il tuo smartphone, lo scoprirai presto Foto: Volkswagen

Il display a lungo termine ha mostrato in media 2.000 litri per circa 5,4 chilometri. Per inciso, questo è esattamente il valore WLTP per la GTD (Worldwide Harmonized Light-Duty Vehicles Test Procedure), che è molto più vicino al consumo reale rispetto al vecchio valore NEDC di 4,4 litri. Abbiamo guidato rapidamente su lunghi tratti di autostrada, abbiamo goduto dell'agilità su tortuose strade di campagna e abbiamo attraversato in modo difensivo diverse grandi città con lungimiranza. La Golf GTD si è rivelata sia comoda e adatta a lunghi viaggi sia come mezzo di trasporto dinamico. Il cambio a doppia frizione (DSG) a 7 marce di serie si è dimostrato reattivo e adattabile con precisione, i cambi di marcia sono evidenti, ma si controlla molto bene con l'acceleratore. La partenza da un incrocio con traffico trasversale deve essere ben pianificata, perché il quarto di secondo fino all'innesto della frizione sembra troppo lento. Il telaio è molto ben coordinato, consente di selezionare diversi scenari di smorzamento e garantisce sempre una facile maneggevolezza.

Ti abitui rapidamente al cockpit digitale

Non riusciamo a capire le ripetute critiche al cockpit digitale dell'8° Golf. Chiunque sia in grado di utilizzare il proprio smartphone troverà rapidamente la propria strada nel cockpit Innovision progettato in modo intelligente, soprattutto perché può organizzare le tessere del menu secondo le proprie idee. Fatta eccezione per la lentezza del sistema, che a volte compare, la qualità digitale non è nulla di cui lamentarsi. I difetti che si sono verificati con l'introduzione della Golf 8 sono stati ora sanati.

Aspetto elegante anche da dietro

L'attuale GTD è certamente uno dei diesel più puliti in circolazione. Un doppio catalizzatore SCR con iniezione Adblue a doppio dosaggio riduce significativamente gli ossidi di azoto. Naturalmente, la GTD soddisfa facilmente lo standard sulle emissioni Euro 6d applicabile e porta la classificazione della classe di efficienza A.

Assistenti collaudati garantiscono molta sicurezza

La Golf GTD non offre solo tecnologie avanzate sul lato guida. A partire dal design caratteristico, i fari a LED di serie con il design frontale emozionale con griglia del radiatore illuminata, la GTD è molto presente sulla strada. Cerchi in alluminio da 17 pollici, pinze dei freni rosse, minigonne laterali allargate in nero e altri accessori di design come il doppio terminale di scarico dello scarico sottolineano la specialità della Golf GTD. Anche gli interni segnalano il carattere sportivo. Ma le caratteristiche di sicurezza sono più importanti. Sistemi di assistenza del genere

Il quattro cilindri da 2 litri incontra il doppio e l'AdBlue per gas di scarico puliti

Riconoscimento dei segnali stradali, controllo vocale che non si capisce perfettamente, il controllo della distanza opzionale, la tecnologia Car2X, con la quale i veicoli possono avvisarsi reciprocamente dei pericoli, il Lane Keeping Assist e l'opzione per il conducente, il telaio, lo sterzo e il carattere o la marcia del motore selezione tra comfort e Per poter variare la sportività.

Questa Golf sfida l'aumento dei prezzi del carburante

La nostra auto di prova mostra che la Golf GTD può essere molto più alta del suo prezzo base di 39.100 euro con extra: circa 10.000 euro sono stati costruiti come equipaggiamento opzionale, nessuno dei quali volevamo fare a meno. Sono extra il controllo adattivo del telaio DCC (1.045 euro), l'IQ Light (1.1.125 euro), l'assistente di viaggio (495 euro), l'head-up display (700 euro), la telecamera posteriore (325 euro) ecc. , che rendono la guida più sicura e piacevole. Tutti hanno bisogno di sapere cosa concedersi.

Conclusione: In considerazione dell'aumento dei costi del carburante, la Golf GTD è il veicolo ideale per il padre di famiglia ambizioso che usa la sua auto per lavoro, pensa in modo economico e vuole trasportare la famiglia verso le mete delle escursioni durante il fine settimana. Un compromesso tra buon senso e piacere dinamico sportivo. Qualunque cosa accada al conducente, l'acquisto di questa GTD è un buon investimento nel futuro della mobilità personale. Questo modello potrebbe non rientrare nella strategia di elettromobilità apostrofata da VW, è sicuramente un veicolo che preferiremmo ad un ID.3. È un bene che possiamo decidere da soli quale macchina comprare.

Lascia un commento a "VW Golf GTD: viva il diesel, specialmente questo!"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*