Audi Skysphere concept study: il futuro è più lungo del passato

Skyspher concept: uno sguardo al futuro di Audi

La presentazione dell'Audi a Pepple Beach, in California, non avrebbe potuto essere più sensazionale. Il fattore wow si è diffuso intorno alla mostra come le onde gravitazionali del Big Bang sul famoso campo da golf, dove i media automobilistici e la scena dei car guy ammirano gli studi di design ogni anno alla Monterey Auto Week e i vecchi trovano nuovi proprietari per somme di denaro ridicole.

 

Lo studio Audi Sfera celeste è probabile che sia una delle mostre più spettacolari non solo quest'anno, perché si estende così lontano nel futuro che anche alcuni giornalisti aperti all'era moderna non riescono a tenere il passo e si chiedono mentalmente senza fiato se Audi non ha niente di meglio da fare. Audi ha pensato troppo lontano? "Fai l'im #Audi-Progettare nient'altro da fare? In quali sfere si muove Marc Lichte? ”Chiede

Il volante scompare durante la guida con il pilota automatico Foto: Audi

rinomato editore e caporedattore della rivista per la mobilità elettrica, "Edison", Franz Rother. E scrive su Facebook: “Un roadster elettrico lungo cinque metri con carrozzeria a fisarmonica: dobbiamo #Audi-Il capo del design Marc Lichte spiega prima: “Caro Franz, allora devi anche spiegare il tuo scetticismo sul futuro riguardo alla fantasia tecnologica. Le concept car sono visioni formate dall'immaginazione, ma non per niente fantasie inutili.

Un indicatore del futuro

Uno studio futuro può e deve andare oltre i limiti del buon senso se vuole dare il ritmo. Uno studio è solo un indicatore di un futuro che nessuno conosce, ma che può essere sicuramente progettato, no: deve essere progettato!

Interni visionari con volante retratto

Penso che Audi sia Sfera celeste Ha creato cose affascinanti che ti fanno venire voglia di vedere il futuro, si discosta dal mainstream CO2-Discussione. Perché vale: il futuro è (inizialmente) fatto di fantasia, il futuro è illimitato e, soprattutto, vale: il futuro è più lungo del passato. Audi è con quello Sfera celeste in nessun modo saltato troppo lontano.

Mostrare ciò che è possibile non va mai troppo lontano.

È proprio questa visione del futuro che i designer e gli ingegneri Audi hanno espresso in una straordinaria simbiosi. Qui tecnologie e design si confondono in una scultura futuristica che possiede un immenso carisma tecnologico. Audi non si è affatto mossa su un terreno insensato, ma ha concretizzato come potrebbe (anche) essere il futuro dell'automobile. Nello studio incontriamo in qualche modo non solo il design del futuro, ma il futuro stesso Caro Franz Rother, Per gli studi di design vale quanto segue: mostrare ciò che è possibile non va mai troppo lontano.

L'audacia può sembrare audace

Cosa fa Concetto di Skysphere così emozionante? Sono particolarmente colpito dal modo in cui tecnologia e design si fondono in qualcosa di nuovo, si congelano in una realtà tangibile, il che dimostra che l'audacia progettata può anche avere qualcosa di audace. Una visione tra realtà elettrica ed estrapolazione tecnologica.

Audi Skysphere in modalità lounge

Audi vede la progressiva due posti aperta al sole come una “visione per il segmento di lusso del futuro”. L'interno diventa uno "spazio di esperienza" e l'intera vettura diventa un "dispositivo di esperienza". Non sembra così perfettamente formato come sembra la concept car. Ma forse questi termini così distaccati sono necessari per prevenire il virus della fobia tecnologica. La tecnologia dell'alimentazione elettrica Sfera celeste comprende fondamentalmente due concetti di veicolo su quattro ruote. Il passo variabile trasforma la lounge roadster a guida autonoma con i suoi 5,19 metri di lunghezza in un'auto sportiva lunga 4,94 metri che il guidatore può guidare convenzionalmente usando il volante.

Guida con pilota automatico senza volante

Per vedere come il volante si muove sotto il cruscotto o emerge, i pedali diventano invisibili, ti fanno venire la pelle d'oca e trasmettono la guida con pilota automatico come sarà un giorno. Vedi anche: youtube.com/watch?v=0McQmw0h5mQ

Il viaggio in Audi Sfera celeste è generato da un motore elettrico sull'asse posteriore. Oltre 600 CV accelerano il veicolo a 100 km/h in soli quattro secondi. La batteria dovrebbe essere buona per un'autonomia di oltre 500 chilometri. Lo sterzo è progettato come Steer-by-Wire, rinuncia a un collegamento meccanico e lascia quindi ogni possibilità di progettazione individuale. La variabilità dell'ultimo sviluppo del telaio è quasi illimitata. Da un layout di base confortevole a un rigore sportivo e progressivo, tutto è possibile con questo telaio attivo e la ruota posteriore sterzante.

Prospettive sul futuro A8

Lo studio high-tech tecnologicamente avanzato offre tutto ciò che in termini di design e tecnologia sarà possibile ad un certo punto e in alcuni casi sarà probabilmente una realtà nella prossima Audi A8. Dagli interessanti dettagli di illuminazione agli interni dal design insolito (vedi foto). del Sfera celeste dal futuro è anche un prezioso elemento psicologico della persuasività automobilistica per rafforzare la mobilità individuale. Non importa quanto possa essere esagerato lo studio

Le proporzioni di un'auto sportiva elettronica

sembrano irraggiungibili per il consumatore medio. È un'espressione della forza innovativa dell'industria automobilistica e quindi la prova che la mobilità individuale ha e deve avere un futuro indipendentemente dalla tecnologia di guida.

Dopo Sfera celeste seguirà all'IAA di Monaco Grandsfera come anteprima della prossima A8 e Audi nel 2022 Urbansfera come anteprima del futuro linguaggio di design di Audi.

Vantaggio tecnologico

A proposito: in vista di questo futuro studio visionario, Audi Marketing dovrebbe anche pensare se lo slogan dal suono meccanico "Vorsprung durch Technik" del 1971 non debba essere cambiato in "Vorsprung durch Technologie". Quanto all'epoca suonasse antiquato lo slogan orientato alla meccanica diventa chiaro perché nessuno parla di leadership tecnologica, ma solo di leadership tecnologica.

Lascia un commento su "Audi Skysphere concept study: il futuro è più lungo del passato"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*