VOLTSWAGEN AG non esisterà

È una bella usanza in tutto il mondo che i reparti stampa delle case automobilistiche inventino i pesci d'aprile. A volte provocano risate, a volte sbagliano. Con la presunta ridenominazione in "Voltwagen", VW ha centrato il jackpot in Nord America: quasi l'intero panorama dei media è caduto per il bavaglio, che però - e questo ha reso difficile la classificazione - era trapelato due giorni prima.

Nel comunicato stampa redatto da professionisti, il capo della VW USA Scott Keogh ha affermato: “Potremmo sostituire la K con una T, ma il nostro impegno a costruire le migliori auto della loro categoria - per i loro conducenti e per le persone di tutto il mondo non cambierà. "E Keogh ha aggiunto:" Questa ridenominazione è un cenno al nostro passato di auto per le persone e un'espressione della nostra ferma convinzione che il nostro futuro risiede nell'essere l'auto elettrica per le persone ".

Mentre i forum Internet vibravano e gli esperti del marchio stavano già prendendo posizione sulla notizia clamorosa, il gruppo si è mantenuto in un elegante silenzio. Alle richieste della stampa è stata data risposta evasiva: un invito, forse, a fare un po 'più di ricerca. Chiunque l'abbia fatto, ad esempio il giornalista statunitense Bozi Tatarevic, ha scoperto, ad esempio, che VW non si era affatto assicurata i diritti su questo nome di modello.

Il termine "Voltwagen" è apparso anche sul sito del cliente statunitense ed è ancora presente. Perché non si tratta solo di un pesce d'aprile, ma anche di una campagna di marketing volta a sottolineare la strategia di elettrificazione del Gruppo. Tuttavia, VW ha ora chiarito: ovviamente, le auto si chiamano ancora Volkswagen. Dopotutto, è ancora uno dei marchi più forti in circolazione.

Nel frattempo, sono scoppiati disordini tra i giornalisti caduti per la battuta del pesce d'aprile: VW aveva “mentito”, indignato il sito di The Verge. Il Washington Post ha trovato un professore di comunicazione che ha descritto l'azione come "insapore", mentre una rivista specializzata ha ritenuto che la battuta del pesce d'aprile fosse "mal attuata". L'agenzia di stampa Reuters ha riportato "critiche sui social media" per il "comunicato stampa fuorviante". E il buon vecchio "auto motor und sport" evoca persino un "disastro delle pubbliche relazioni".

È un po 'più facile capire queste reazioni prive di umorismo se si considera l'enorme problema di credibilità dei media. Chiunque si elevi al di sopra delle "notizie false" non dovrebbe lasciarsi ingannare da uno scherzo del pesce d'aprile. Nemmeno quando ha finito bene come questo. (ampnet / Jens Meiners)

 

Lascia un commento a "VOLTSWAGEN AG non esisterà"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*