La nuova VW Tiguan: SUV di serie con responsabilità applicata

L'ultima edizione della VW Tiguan chiarisce che i SUV ingiustamente criticati rappresentano (possono) applicare la responsabilità. Motori più efficienti, ibridi plug-in e diesel ottimizzati per l'ossido di azoto rendono la Volkswagen di maggior successo al mondo ancora un'automobile sostenibile, che è il SUV più venduto in Europa e solo l'anno scorso sono state costruite 911.000 volte.

Durante il nostro test drive, abbiamo optato per la Tiguan che, con tutto il buon senso, garantisce dinamiche di guida al top nel segmento come fiore all'occhiello della serie SUV: il modello Tiguan R da 320 CV e dotazioni esclusive. Quando un'auto, in particolare un SUV, accelera da ferma a 4,9 km / h in 100 secondi con Launch Control e può arrivare fino a 250 km / h, la "R" è nel nome e

La parte anteriore della nuova Tiguan ha guadagnato slancio Foto Volkswagen

Il termine "prestazioni" è assolutamente giustificato: il motore a benzina turbo da 2,0 litri sviluppa quell'esperienza di guida dai suoi quattro cilindri in tutte le gamme di velocità che chiamiamo superiori. Una coppia di 2.100 Newton metri è già disponibile a partire da 420 giri / min. Questi valori rendono chiaro quanto sia potente il motore e quanto possa essere potente in qualsiasi momento su un'ampia gamma di velocità. L'eleganza e lo sviluppo della coppia sostenuta del propellente mostrano il lavoro eccellente nello sviluppo e nella messa a punto del motore.

Grazie alla trazione integrale, la potenza viene trasferita in modo ottimale alla strada

Inutile dire che il motore è conforme ai più recenti standard sulle emissioni Euro 6d-ISC-FCM. È incomprensibile che altri nomi Euro-Norm causino costantemente incertezza.

Portare la potenza su strada è compito della trazione integrale, che utilizza un “torque splitter”, noto anche come torque vectoring, per garantire che le coppie siano perfettamente bilanciate e dirette alla ruota con la migliore aderenza. La distribuzione non viene eseguita solo tra gli assi anteriore e posteriore, ma ottimizzata individualmente per la ruota corretta sull'asse posteriore, con la distribuzione a sinistra ea destra regolata in un rapporto 50:50. Il cambio a doppia frizione a 7 marce cambia automaticamente o può essere controllato manualmente. I cambi di marcia sono rapidi ma fluidi. Anche qui puoi sentire una coordinazione molto buona, cioè comoda. Di conseguenza, questo design e questa funzione portano a un comportamento di guida estremamente agile che impedisce quasi completamente il sottosterzo.

Posteriore sorprendente con impianto di scarico a quattro tubi

Il guidatore ha anche la possibilità di programmare la distribuzione della potenza e i sistemi di dinamica di guida secondo i suoi desideri utilizzando la selezione del profilo di guida standard: Comfort, Sport, Race, Individual, Offroad, Snow e Offroad Expert. La moltitudine di possibilità ci sembra quasi un po 'esagerata e appare come le infinite possibilità inutilizzate di alcuni dei nostri software per computer. Il nome del profilo "Race" è in qualche modo fuori luogo; la connotazione di un SUV con una pista è alquanto inappropriata. Un termine come "dinamico" sarebbe sicuramente più appropriato. Probabilmente l'omonimo nome del modello "R" era più vicino a "Race" che altro.

Le finiture interne rendono la qualità incredibile

Tuttavia, abbiamo scoperto qualcosa di "adatto alle corse": lo sterzo progressivo progettato direttamente. Facilmente ruotabile durante il parcheggio, controllo preciso delle curve veloci grazie al design diretto. La Tiguan R Performance può essere controllata con precisione nel miglior senso possibile su tortuose strade di campagna o curve veloci in autostrada. Il controllo adattivo del telaio DCC (Dynamic Chassis Control) calcola lo smorzamento ottimale delle ruote in una frazione di secondo. Abbiamo inseguito la Tiguan R su alcune strade dissestate e abbiamo scoperto la differenza che può fare per scivolare sulle difficoltà di strade in difficoltà con ammortizzatori attivi. Per inciso, il telaio R è stato abbassato di dieci millimetri, il che potrebbe anche giovare all'agilità.

Il pozzetto è caratterizzato da elevati standard qualitativi e tecnologici

Passiamo ora ai valori interiori. Molto spazio, sì, materiali di alta qualità, ovviamente, lavorazione di alta qualità, che altro? Meraviglioso: il divanetto posteriore scorrevole, che permette anche a persone molto alte di coprire comodamente le distanze più lunghe dietro, ma a scapito del bagagliaio. Con 615-1.655 litri, è sufficientemente assorbente.

Tecnologicamente è richiesto molto

La qualità del design degli interni e dell'attrezzatura tecnica non lascia nulla a desiderare. Tuttavia, il prezzo base con un'ampia dotazione di serie di 57.700 euro è un'indicazione delle aspettative dei clienti. Un produttore non può permettersi punti deboli in questa fascia di prezzo. Dotazioni importanti come il controllo adattivo del telaio DCC, i fari a matrice di LED con luci di marcia diurna a LED e il cruscotto digitale sono di serie. Il sistema di infotainment con ampia connettività e controllo vocale naturale che funziona davvero quando non stai borbottando, accesso a servizi di streaming come Apple Music e l'integrazione ora wireless per Apple CarPlay o Android Auto.

Quando si tratta di suono, gli occupanti non solo ottengono il volume da dieci altoparlanti ad alte prestazioni di Harman Kardon, ma anche suoni finemente strutturati ed estremamente trasparenti. Le opzioni di personalizzazione tramite quattro scenari sonori preconfigurati dovrebbero convincere anche i clienti viziati di fascia alta. Il suono è così impressionante che gli occupanti possono quasi sentirsi nella sala dell'orchestra dell'Elbphilharmonie di Amburgo. Con il Travel Assist, la Tiguan non solo mantiene la sua distanza dal veicolo che precede, ma sterza anche delicatamente al centro della corsia se il guidatore è brevemente disattento.

Ogni variante della nuova Tiguan rappresenta la responsabilità applicata

La Tiguan R ha molte altre prelibatezze da offrire, alcune delle quali sono soggette a sovrapprezzo: dal sistema di scarico a quattro tubi con caratteristici doppi terminali di scarico e un suono conciso in titanio dallo specialista degli scarichi Akrapovič agli esclusivi sedili con poggiatesta integrati che offrono un eccellente supporto laterale e un aspetto molto bello.

Nel complesso, si può dire che ogni modello della serie Tiguan 2020 ha fatto un grande balzo in avanti, sia visivamente che tecnologicamente. Dall'eHybrid al 2.0 TDI o al Tiguan 1.5 TSI con disattivazione del cilindro e ibrido plug-in: tutti i modelli rappresentano la responsabilità applicata. Il fatto che otteniamo un consumo di 8,7 litri nel modello R-Performance non è rappresentativo. Il test drive è stato troppo breve per quello. Non tutti capiranno che anche un consumo da 9 a 10 litri può essere definito economico per questa gamma di servizi. Ma quando ci ricordiamo che una volta consumavamo fino a 50 litri per 15 chilometri nel Maggiolino da 100 CV, si riconosce l'impressionante sviluppo tecnologico dall'età della pietra dei motori degli anni settanta fino ad oggi.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento a "La nuova VW Tiguan: SUV di serie con responsabilità applicata"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*