L'autore ospite Harald Kaiser sul quasi incidente di Tesla

Ecco le vendite di auto elettriche nel mondo nella prima metà del 2020 (fonte: Statista):

È difficile da credere, ma il ragazzo glamour della scena mondiale delle auto elettriche ha effettivamente parlato di una tacca. Elon Musk, il capo di Tesla, ha recentemente ammesso francamente che non è passato molto tempo da quando Tesla è quasi fallita. Musk ha rivelato su Twitter che era abbastanza vicino. Ecco il tweet originale del 3 novembre:

Nel "Twitter" elettronico con un interlocutore, ha parlato del fatto che il gruppo era "solo un mese prima del fallimento, soprattutto a causa della Model 3". Musk riferisce anche di "stress e dolore" a causa del Modello 3. Era proprio questa vettura che era stata descritta in anticipo da presunti addetti ai lavori come un faro di speranza. Ma poi l'inferno di produzione e consegna è scoppiato per la casa automobilistica, che voleva diventare un produttore di massa con questa vettura. Musk: "La fase di avvio della Model 3 è stata estremamente stressante e dolorosa per molto tempo, da metà 2017 a metà 2019. Un inferno per la produzione e la logistica ".

Ecco un confronto di ciò che rende un vero produttore di massa in termini di numeri: il Gruppo Volkswagen (VW, Audi, Seat, Skoda) ha venduto circa 2020 milioni di veicoli in tutto il mondo nella prima metà del 2,9, Tesla poco meno di 180.000 unità.

Le azioni di Tesla sono aumentate a volte del 400 percento

Per molto tempo, Tesla si è concentrata sui numeri di produzione del Model 3 ed è stata considerata la misura di tutte le cose. Inoltre, è stato avviato un nuovo stabilimento a Shanghai, che non ha alleviato i problemi. Poiché quasi nessuno al di fuori dell'azienda era a conoscenza delle preoccupazioni, la quota è salita a livelli inimmaginabili (più il 400 percento) a causa della rivendicazione del produttore di massa, che alla fine ha portato a una divisione delle azioni al fine di mantenere la carta ragionevolmente accessibile per i piccoli investitori.

Nel frattempo questa turbolenza si è attenuata, ma le cifre sono ancora tutt'altro che promettenti. Perché sebbene il bilancio trimestrale sia ufficialmente in nero per il quinto trimestre consecutivo, va notato che il profitto di Tesla si basa principalmente sulla vendita di certificati ambientali, come ha recentemente criticato un analista statunitense. Negli affari di macchina per soldi, tuttavia, non rimane un centesimo in cassa. L'azienda continua a fare affidamento sulla vendita di crediti regolamentari negli Stati Uniti esistenti per la vendita di auto elettriche.

I profitti sono aumentati del 131% grazie ai bonus del governo

Questi bonus non sono altro che diritti di emissione con i quali è possibile ridurre o evitare del tutto multe dovute a valori di emissione eccessivamente elevati. E poiché Tesla non offre modelli con motori a combustione interna, queste sovvenzioni governative confluiscono direttamente nel bilancio. Accade così che l'utile netto per il trimestre conclusosi a settembre sia stato di 331 milioni di dollari USA, con un aumento del 131% rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso. Ma senza la vendita di questi crediti / diritti di emissione ad altre case automobilistiche con motori "sporchi", critica l'analista di MarketWatch Garrett Nelson, Tesla non sarebbe stata redditizia. Ancora una volta, perché va avanti da molto tempo. Zachary Kirkhorn, Chief Financial Officer di Tesla, ha dichiarato agli analisti in una teleconferenza lo scorso trimestre che le entrate derivanti dalla vendita di crediti governativi "raddoppieranno" nel 2020 rispetto al 2019. Solo nei primi nove mesi del 2020, Tesla ha guadagnato $ 1,179 miliardi in questo modo, secondo Kirkhorn. In tutto il 2019 sono stati $ 594 milioni.

Nessuno sa per quanto tempo funzionerà il modello di business delle sovvenzioni bonus

La domanda che rimane è per quanto tempo Tesla potrà continuare a fare affidamento sul modello di business con i bonus statali. Perché altre case automobilistiche hanno affrontato da tempo la transizione all'elettromobilità (vedi grafico). Da un lato, la concorrenza nel mercato delle auto elettriche continuerà a crescere, il che dall'altro significa che in Tesla il reddito milionario dalla vendita di crediti sarà quindi inferiore o verrà eliminato del tutto, poiché altre case automobilistiche con veicoli elettrici in offerta raccolgono i propri bonus. . Già dopo i dati per il secondo trimestre, l'analista Gordon Johnson di GLJ Research ha indicato che il modello di business era basato sul "tempo preso in prestito" e che i profitti potrebbero presto diminuire di nuovo, poiché la società poteva fare affidamento solo sui crediti del governo finora. Tesla sta cercando di contrastare questo con riduzioni di prezzo per poter vendere più auto nel caso in cui queste sovvenzioni governative diventino presto significativamente inferiori. Il prezzo per la Model S è stato recentemente rivisto al ribasso. E a quanto pare la casa automobilistica sta considerando di abbassare i prezzi in generale.

 

Lascia un commento a "L'autore ospite Harald Kaiser sul quasi incidente di Tesla"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*