"Stiamo per rovinare la nostra industria automobilistica e quindi anche il cuore dell'economia tedesca"

Mobil in Deutschland eV in un'intervista al Prof.Dr. Hans-Werner Sinn:

Prof. Dr. Hans-Werner Sinn è uno dei più noti ricercatori economici in Germania ed è stato per molti anni presidente del rinomato Ifo Institute. Dott. Michael Haberland, Presidente dell'Automobilclub Mobil in Deutschland eV, ha recentemente incontrato il "luminare dell'economia" tedesco a Monaco e ha posto domande attuali su automobili, mobilità e politica:

Dott. Michael Haberland: Qual è stata la tua prima macchina?


Prof. Dr. Hans-Werner Sinn
: Quello era un autobus VW che ho comprato per 300 marchi a 18 anni e poi l'ho riparato. Con quello sono andato a Capo Nord.

Haberland: Cosa significa mobilità per te?

Senso: La libertà. Ma anche comodità e sicurezza. Non mi piace molto usare i trasporti di massa, preferisco stare in macchina.

Haberland: Quanto è importante l'industria automobilistica tedesca in Germania nel suo complesso?

Senso: L'industria automobilistica è l'industria chiave per la produzione. È una sorta di nucleo luminoso attorno al quale tutto si intreccia e attorno al quale il resto dell'economia, l'intero settore dei servizi e anche lo stato si stanno praticamente riscaldando. Per inciso, questa è un'immagine che una volta ha usato Gabor Steingart. Penso che sia abbastanza buono.

Haberland: Cosa succede se parti di questa industria crollano?

Senso: Molto dipende dalla nostra industria automobilistica. Stiamo parlando di oltre un milione di posti di lavoro che sarebbero direttamente interessati. Avrebbe anche un impatto enorme sul resto dell'economia. Il crollo di questa industria sarebbe fatale. La Germania è particolarmente forte nel settore della lavorazione dei metalli. Un motore diesel è composto da 4.000 parti. Esistono leghe con proprietà speciali che nessuno può riprodurre. Quello era ed è un dominio tedesco che si sta perfezionando in questo momento. Per la predilezione per l'auto elettrica, che non arriva dai consumatori ma è imposta dalla politica.

Haberland: cosa deve imparare l'industria automobilistica? Cosa ha fatto di sbagliato?

Senso: Ha tradito. L'industria automobilistica è caduta nella trappola tesa dall'agenzia ambientale americana. Ma cosa c'entra questo rifiuto morale con la struttura industriale e lo sviluppo futuro del nostro Paese? Niente di niente. Ed è completamente sbagliato sostenere qui il moralismo quando si tratta di milioni di posti di lavoro.

Haberland: I Verdi vogliono bandire le mosche, proibire di mangiare carne e allo stesso tempo sbarazzarsi delle auto. Un tale partito è un vero partner per un governo?

Senso: Trovo questo approccio insopportabile. Siamo una società di persone libere che vogliono scegliere liberamente. Non vogliamo regole su ciò che possiamo fare. Certo, il mercato non risolve la questione ambientale, è necessaria una politica adeguata. Sarebbe quindi un sistema di scambio delle emissioni con un prezzo di CO2 uniforme in cui tutti potrebbero fare uno sforzo per ridurre le proprie emissioni. Ma questa imposizione di comportamento è folle. Questa è una dittatura dell'opinione irrilevante e non giustificata dal problema. Questo crea un nuovo socialismo di pianificazione centrale. A volte i verdi partoriscono davvero come se fossero socialisti, solo con un lavoro di vernice verde.

Haberland: E il futuro dell'automobile tedesca?

Senso: Cattivo. Non illudiamoci: attualmente stiamo rovinando la nostra industria automobilistica e con essa il cuore dell'economia tedesca. Queste specifiche dirigistiche che difficilmente si possono acquistare motori a combustione - perché questo è ciò che significa il regolamento sul CO2 - distruggono l'industria automobilistica tedesca. E sono fermamente convinto che dietro questo ci sia un interesse per la politica industriale.

Haberland: Cosa ne pensi di un limite di velocità sulle autostrade tedesche?

Senso: Se è il limite di velocità giusto, multa. Oggi le macchine sono molto migliori di prima. Potresti impostare un limite di velocità, ma dovrebbe essere piuttosto alto. E quello che alcuni hanno in mente a 130 km / h, non credo che vada bene. Se inizi questa discussione, tuttavia, alla fine prevarranno i sostenitori verdi e i moralisti. Rovinano la guida finché non è più divertente e l'auto è diventata inutile. Non può essere neanche quello.

Haberland: Cosa diresti ai capi delle case automobilistiche tedesche?

Senso: Non limitarti ad adattarti. La massimizzazione del profitto non è sufficiente, hai anche la responsabilità sociale di contribuire a plasmare questo discorso su ciò che fa la politica. Troppi capi stanno inseguendo la tendenza e ora stanno cercando di entrare in contatto con i Verdi e soci in modo che possano fare i loro affari nel nuovo mondo verde. Non è così che funziona.

 

Lascia un commento a "" Stiamo per rovinare la nostra industria automobilistica e quindi anche il cuore dell'economia tedesca ""

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*