Notizie dal rumor mill: arriva una nuova rivista BMW o no?

La comunicazione dei clienti con le riviste cartacee è da anni uno strumento altamente volatile per le case automobilistiche tedesche. Quando viene annunciata una crisi, i budget vengono tagliati o le riviste vengono completamente interrotte. A volte vengono offerti solo online in forma digitale. Tuttavia, le ricerche di mercato confermano ripetutamente che gli strumenti stampati sono importanti per la fidelizzazione dei clienti.

Come riporta il noto servizio di informazioni del settore LOUT, BMW sembra stia pensando a una nuova rivista cartacea. Guarda anche https://lout.plus/Experten/BMW-Magazin-alleine-stemmen-oder-bleiben-lassen.html

Gli sfondi rimangono sfocati. In ogni caso, non c'era gara. BMW ha risposto alla nostra richiesta come segue: “Per quanto riguarda l'articolo che hai citato, vorremmo informarti che attualmente non ci sono sforzi in BMW per reintrodurre una rivista cartacea. Non sono stati effettuati ordini specifici con le agenzie, né ci sono piani definitivi per portare sul mercato una rivista per i clienti BMW del genere. "Suona un po 'come la famosa frase che nessuno intende costruire un muro ...

Ma solo un "numero di aria"?

BMW ha interrotto la pubblicazione della rivista nel 2018. Comunque, rimane eccitante. Il fatto che il rumor mill riferisca che la rivista BMW è stata progettata da un team esterno, che solo il 40% degli argomenti BMW dovrebbe essere inserito nella rivista, il resto offerto ad "altri partner", solleva dubbi sulla serietà di questo costrutto. Le riviste di marca in cui diversi partner vogliono, possono e possono avere voce in capitolo, di solito scompaiono di nuovo rapidamente. Tre apparizioni, come ha annunciato l'agenzia svizzera Affinity-Prime, presumibilmente responsabile dell'attività pubblicitaria, sono del tutto prive di interesse per i clienti della campagna pubblicitaria, anche quattro apparizioni non sono la piattaforma giusta per l'attività pubblicitaria perché il fattore promemoria non è più disponibile anche dopo tre mesi. Poiché, secondo Affinity, la nuova rivista BMW sarebbe dovuta apparire ad ottobre, ma non è apparsa, i dubbi sulla sua realizzazione sono più che appropriati per il momento. Il caporedattore di Premiummedia Publishing, Berthold Dörrich, citato nella nebbia delle voci, commenta brevemente, succintamente, ma evidentemente opportunamente, alla rivista BMW fama: “Numero d'aria!”.

La rivista BMW del 1992

Dalla mia esperienza nella produzione di riviste per i clienti per BMW, Ford Premier-Automotive Group e Mercedes-Benz, posso solo dire: la rivista per i clienti di un marchio forte dovrebbe assolutamente concentrarsi sul marchio. Una rivista di lifestyle sbiadita scivola rapidamente in un vassoio a tema di riviste già esistenti. Se la nuova rivista BMW comunica davvero solo il 40% del marchio, il 60% deve presentare qualsiasi argomento, allora il contenuto è programmato per essere arbitrario. Esistono già molte unità di stampa che si chiamano riviste per i clienti, ma vengono prodotte aggirando completamente gli interessi dei clienti.

La comunicazione con il cliente non deve essere una semplice pubblicità

Quando ero responsabile per la rivista BMW, alcuni volevano diventare un'autorità giornalistica nel quattro cilindri e vedere tutti gli argomenti tranne i prodotti BMW nella rivista. Non ho seguito questi giochi di sabbia di vanitosi autopromotori e avevo un partner congeniale nell'allora capo delle PR Richard Gaul, che, come me, considerava la credibilità giornalistica più importante dei messaggi pubblicitari camuffati da giornalismo. Tutte le nostre storie avevano un collegamento con BMW senza apparire come pubblicità piatta. Tuttavia, il nostro concetto è andato ben oltre i confini del marchio, ma sempre associato alla gioia di guidare.

Sono quindi necessarie interminabili discussioni e cicli di coordinamento e approvazione con diversi partner, in cui - per dirla senza mezzi termini - anche il segretario di dipartimento dell'ufficio postale ha voce in capitolo. Questi conflitti portano quindi a irregolarità nella tempistica di produzione. Posticipare costantemente le richieste di modifica di diversi donatori / dipartimenti rende obsoleta una scadenza redazionale. Poiché la rivista BMW di Affinity Media era già stata annunciata per ottobre 2020, ma ora è stata leggermente rimandata all'anno prossimo, dà un'idea di quanto sia difficile l'argomento. Molti chef rovinano il brodo anche quando si tratta di editoria aziendale.

Inoltre: nella mia convinzione ed esperienza, quattro presenze all'anno sono indispensabili come minimo per i clienti pubblicitari. E i destinatari di una rivista del genere dovrebbero anche essere incoraggiati a guardare avanti alla prossima rivista apparendo quattro volte. Se viene pubblicata meno spesso, la rivista viene dimenticata e nasce la percezione di un materiale pubblicitario occasionale, come ricevo dalla filiale BMW una o due volte all'anno.

Se la BMW non può o non vuole gestire finanziariamente la rivista, dovrebbe essere abbandonata. Se funziona ancora, ho sbagliato negli ultimi 30 anni. Anche nella rivista premium per il Premier Automotive Group di Ford c'era qualcuno il mio interlocutore che mi ha dato ogni libertà: l'ex membro del consiglio di amministrazione della BMW Wolfgang Reitzle e il direttore marketing locale Christina Hammer. E in Mercedesmagazin, sono stato di nuovo fortunato ad avere un partner con responsabilità generale in Karlheinz Winkler che sapeva come scongiurare gli attacchi alla nostra indipendenza dei contenuti dal reparto PR e marketing. Il mio motto di allora vale ancora oggi: puoi fare una buona rivista per i clienti solo se qualcuno te lo permette.

 

 

 

 

1 commento a "Notizie dal rumor mill: è in arrivo una nuova rivista BMW o no?"

  1. Probabilmente è dovuto allo zeitgeist se in molti casi il contenuto non offre ciò che è in copertina. La breve vita sul mercato che ne risulta è dovuta al fatto che anche metà della verità è tutta una bugia per il lettore e si sa che le bugie hanno "gambe corte".

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*