BMW 120 d: la fine del pregiudizio della trazione posteriore

I nuovi con profilo "sharknose"

È di nuovo tempo di gettare a mare i pregiudizi: grazie alla trazione posteriore, la BMW Serie 1 è stata a lungo considerata un solitario nella classe delle compatte e garanzia di caratteristiche di guida sportive ed esigenti. L'allontanamento dall'asse posteriore motore, criticato dagli appassionati BMW (me compreso!), Avrebbe non solo scalfito l'immagine sportiva del marchio, ma anche il suo comportamento di guida. La BMW 120 d che stiamo attualmente testando ha eliminato tutte le preoccupazioni relative alla trazione anteriore.

Ho anche criticato la BMW per aver abbandonato il principio della trazione posteriore in ferro a favore della tecnologia della trazione anteriore. Ora con "l'esperienza anteriore" mi rifiuto di gridare della caduta del piacere di guida bavarese, che nella nostra (precedente) immaginazione sembrava essere realizzabile solo con la trazione posteriore. Non importa quanto piangano i parolieri dell'albero a camme: il piacere di guidare non dipende dalla trazione posteriore, come abbiamo sperimentato nella 120d.

Eppure: chi l'avrebbe mai pensato? Anche i fan della trazione posteriore giurati sono stupiti che una Serie 1 possa essere spostata in modo dinamico, agile e facile da guidare, anche con la trazione anteriore. E i fan. Sul serio: la gioia di guidare è leggendaria. E rimarrà così. Gli ingegneri BMW hanno trascorso cinque anni a sviluppare, perfezionare, spazzolare e mettere a punto questa trazione anteriore. Il risultato è sorprendente. L'uno ci ha convinto così tanto in termini di dinamica di guida che è difficile formulare qualcosa di critico. Veste come un abito su misura, offre più spazio rispetto al suo predecessore, soprattutto nella parte posteriore, trasmette subito una sensazione di qualità dei dettagli e provoca solo cipiglio alla lettura del listino prezzi.

Solo l'elenco dei supplementi provoca disapprovazione

La perfezione della nostra vettura di prova richiede un sovrapprezzo di quasi il 50 percento del prezzo base (36.600 euro) di 17.860 euro. Il prezzo di listino lordo della nostra vettura di prova di 56.560 euro è già un annuncio. Dopotutto, per un veicolo nella classe compatta. Può darsi che questa banale classificazione non sia più appropriata, soprattutto perché lusso e premium non sono più stati a lungo legati alle dimensioni o alla classificazione del veicolo. In questo senso c'è lusso anche nei più piccoli

"Hut" è arrivato. E soprattutto per farsi sentire. Solo un esempio: quando le tue mani toccano il lussuoso volante in pelle in questa Serie 1, ti rendi conto improvvisamente di cos'è un'esperienza tattile. Inutile dire che, con pochissime eccezioni, gli interni della 1 posto sono dotati di materiali di alta qualità. Anche nel segmento delle compatte, la fantasia della plastica dura è stata a lungo un ricordo del passato. Questo vale per tutti i produttori premium.

Il fatto che questa BMW 120d sia più della somma dei supplementi dei suoi extra allevia il dolore quando si sommano gli extra. Dopotutto, quando acquisti una BMW, non acquisti solo un'auto da A a B, ma un'automobile equipaggiata con un diesel high-tech che brilla sotto ogni aspetto: coppia, scorrevolezza, emissioni e consumo di carburante. Un'auto che rende i lunghi viaggi in autostrada piacevoli come la mattina al lavoro.

Caratteristiche di guida sportiva grazie al diesel high-tech

La nuova 120d è un successo a tutto tondo; è silenzioso, estremamente economico e tuttavia altamente dinamico. In cifre: da 0 a 100 km / h in 7,3 secondi, velocità massima 231 km / h sono valori oggettivamente notevoli. Nonostante siamo molto dinamici, il nostro consumo medio è compreso tra 4,8 e 5,5 litri di gasolio. Puoi facilmente percorrere 1.000 e più chilometri con un solo serbatoio di carburante. È difficile considerare un e-mobile. Almeno se non vuoi mai iniziare i viaggi con la domanda in mente: dove posso caricare? Ciò cambierà a lungo termine, ma la durata del processo di ricarica probabilmente non sarà mai paragonabile al tempo di rifornimento alla pompa diesel. È ora che noi fan del diesel scendiamo in strada ... Le critiche al motore diesel sono completamente sbagliate in considerazione di questo carburante moderno.

Ancora una volta: il fatto che la BMW abbia rinunciato alla proposta di vendita unica della trazione posteriore nella classe delle compatte non è uno svantaggio. Inoltre, quando acquista una Serie 99, il 1% dei clienti desidera un'automobile dinamicamente confortevole, non un'attrezzatura sportiva con la quale poter aggirare il Nordschleife del Nürburgring in meno di 8 minuti. A proposito: in effetti, varrebbe la pena provare a vedere quanto potrebbe avvicinarsi la 120d a quel tempo. Certamente più vicino di quanto alcuni critici della trazione anteriore lo accrediterebbero.

Anch'io ho criticato la BMW per aver abbandonato il principio della trazione posteriore in ferro a favore della tecnologia della trazione anteriore. Ora, con l '"esperienza anteriore", mi rifiuto di gridare della rovina del piacere di guida bavarese, che nella nostra (prima) immaginazione sembrava essere realizzabile solo con la trazione posteriore. Non importa quanto piangano i parolieri dell'albero a camme: anche in BMW, il piacere di guida non dipende dalla trazione posteriore, come dimostra il nuovo. E se vuoi assolutamente avere le ruote posteriori guidate in quelle, puoi acquistare quelle con X-Drive.

Il lavoro dettagliato degli ingegneri sul telaio ha dato i suoi frutti

L'intero comportamento di guida è di nuovo, no: ancora tipico BMW. Ad esempio: il servosterzo elettromeccanico offre al guidatore la percezione sensibile del controllo preciso del veicolo. Il leggero sottosterzo che si nota nelle curve veloci su una strada bagnata non cambia questo e non lascia alcun desiderio per la trazione posteriore. La trazione anteriore non è assolutamente uno svantaggio in termini di dinamica di guida. Per ripeterlo: puoi sentire quanto lavoro dettagliato hanno svolto qui gli ingegneri del telaio per evitare di compromettere l'agilità. Sono riusciti. Questo anche grazie alla cosiddetta “limitazione dello slittamento della ruota correlata all'attuatore”. Il termine high-tech difficilmente può essere tradotto; Per il laico è importante solo che il controllo antiscivolo intervenga più velocemente e in modo più sensibile di prima. Ciò elimina quasi completamente il comportamento che gli ingegneri chiamano sottosterzo di potenza, che è scomodo con trasmissioni anteriori meno messe a punto, specialmente su superfici scivolose quando si inizia con una potenza elevata.

Qualche parola in più sul design. La non appariscenza usata nel predecessore ha lasciato il posto a un design espressionista. Particolarmente evidente dall'esterno: il rene dominante che è cresciuto nel cofano. Il tallone laterale a forma di cuneo che sale verso la parte posteriore, la linea del tetto inclinata simile a una coupé, la parte posteriore sapientemente formulata fanno capire che i designer si sono avventurati fuori dall'angolo piuttosto coraggioso della modestia. La A è ancora più presente per strada rispetto al suo predecessore, non importa da quale prospettiva la guardi. La qualità del design è molto più difficile da implementare su veicoli più piccoli che su quelli grandi. Con la nuova A, i dettagli di design si sommano a più di un semplice momento di comodità. I nuovi non sono solo tecnologicamente, ma anche formalmente adatti al futuro. Ciò significa che non invecchierà velocemente, come si può vedere in qualche flash in the pan design che ispirano per un breve periodo, ma degenerano rapidamente in noiosi.

Gli assistenti possono anche essere un fastidio

Gli allestimenti e l'intera postazione di lavoro del conducente sono ergonomicamente ed esteticamente di alta qualità. Cos'altro? A differenza della Volkswagen nella nuova Golf 8, ad esempio, BMW ha trovato un compromesso tra la filosofia dei pulsanti convenzionali e le informazioni digitali. Due display fino a 10,25 pollici nel BMW Live Cockpit Professional opzionale e un display head-up opzionale, disponibile per la prima volta in uno, forniscono al guidatore tutte le informazioni importanti e non importanti. Il display touch con il sistema di navigazione a reazione molto rapida e altre opzioni di controllo, il controllo dei gesti, che è del tutto superfluo per i miei gusti, il riconoscimento vocale non ancora perfettamente in ascolto e numerosi assistenti a volte sono a bordo a pagamento.

Gli assistenti possono anche essere fastidiosi: troviamo fastidioso lo sterzo attivo quando si lascia la corsia, non solo in questa BMW. A volte si ha l'impressione che l'intervento sia stato fatto troppo presto, a volte molto tardi. È difficile sviluppare una sensazione di sovrana affidabilità. Può essere che dopo un lungo periodo di lavoro con questo sistema, la percezione sia diversa perché la fiducia in un tale sistema richiede tempo.

Perché il controllo attivo della velocità e della distanza può essere utilizzato solo fino a 160 km / h non ci è del tutto chiaro. Ok, se guidi più veloce, dovresti prestare attenzione alla distanza da solo, ma puoi farlo comunque a 130 km / h nonostante il controllo automatico della distanza. L'assistente al parcheggio funziona alla perfezione e il parcheggio automatizzato è finalmente possibile anche in spazi ristretti. Non abbiamo provato l'usabilità dell'assistente alla retromarcia. Memorizza i movimenti dello sterzo fino a una distanza di 36 metri guidati in avanti fino a 50 km / h. Il veicolo ora procede automaticamente in retromarcia fino a una velocità di 9 km / h sulla linea precedentemente spinta in avanti. Non sono a conoscenza di alcuna situazione in cui ciò potrebbe aiutare. La base di ricarica induttiva per lo smartphone richiede un certo giocherellare durante l'inserimento dello smartphone, una chiara indicazione quando è stato avviato il processo di ricarica sarebbe utile. Nel complesso, quello è pieno di dettagli tecnologici innovativi che sono per lo più pratici e utili.

Quando il guidatore sente chiaramente che la A si blocca automaticamente quando lascia il veicolo, sai che il futuro è diventato non solo digitale ma anche molto pratico.

Dati tecnici BMW 120d : berlina compatta a quattro porte, lunghezza: 4,32 metri, larghezza: 1.79 metri, altezza: 1,43 metri, passo: 2,67 metri, raggio di sterzata: 11,4 metri, peso a vuoto: 1.450 / 1525 chilogrammi, volume del bagagliaio: da 380 a 1.200 litri, capacità del serbatoio: 50 litri, motore: quattro cilindri diesel in linea con TwinPower Turbo, cilindrata 1995 cc, potenza: 190 CV a 4000 giri / min, max. Coppia: 400 Newton metri tra 1.750 e 2.500 giri / min, 0-100 km / h: 7,3 secondi, automatico Steptronic, velocità massima: 231 km / h, consumo ciclo UE: 4,6 litri diesel / 100 km, CO2-Emissioni: 121 g / km, classe di efficienza A, classe di emissioni EU 6d, prezzo da: 36.600 euro / auto di prova 56.560 euro.

Cabina di guida singola BMW
Il rene è cresciuto in modo significativo

Lascia un commento a "BMW 120 d: la fine del pregiudizio della trazione posteriore"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*