Golf, l'ottavo: il classico come dispositivo digitale

VW GOLF 8

Un golf è un golf, rimane un golf e rimarrà sempre un golf - con l'ottava generazione di golf, questa frase è uno dei classici errori del nostro tempo. Perché la nuova Golf ha quasi solo quattro ruote in comune con i suoi predecessori, il nome e la sostanza di base formale. Certo, durante la guida, mostra ancora le qualità tipiche del golf. Ma un nuovo Golf non è mai stato così nuovo.

Ciò che abbiamo scritto alla presentazione in realtà esprime tutto ciò che c'è da dire: Il salto nel mondo digitale nel nuovo Golf è un grande passo per la VW e un passo da gigante in termini di democratizzazione tecnologica. Chiunque entri qui è arrivato nel mondo delle interfacce utente senza switch e degli affascinanti approcci all'intelligenza artificiale nelle automobili.

La digitalizzazione come esperienza tattile

Quando nel 2005 nacquero le voci che il nuovo telefono di Apple non avrebbe più avuto pulsanti, quasi nessuno poteva immaginare come farlo. Quando non c'erano smartphone o touchscreen nella loro infanzia, un interruttore o pulsante sembrava essere necessario per ogni funzione in un'automobile. Nel nuovo Golf

Design affilato, ma ancora un golf

Nell'ottava generazione, la digitalizzazione è palpabile e letteralmente palpabile. VW parla giustamente di un "panorama di visualizzazione". Naturalmente, ci sono interni simili in altri veicoli, ma da nessun'altra parte il salto nella digitalizzazione è chiaramente percepibile come nel nuovo Golf.

Per menzionare tutti i dettagli digitali andrebbe oltre questo sito Web. Non vi è dubbio che il nuovo Golf 8 continuerà il successo dei 35 milioni di Gölfe dal 1974. Presto saremo in grado di scrivere qui come guida questa Golf digitale. Sicuramente in futuro.

E ora siamo arrivati ​​dopo poche migliaia di chilometri di prova: la nostra esperienza ha soddisfatto le nostre aspettative per questo classico high-tech fino all'ultimo dettaglio: guida alla grande, è diventato ancora più economico e stupisce per le sue qualità digitali, ma lo fa richiede una certa apertura alla tecnologia. Chiunque abbia problemi con uno smartphone dovrebbe essere scettico, ma non deve rimanere tale.

Chiunque sia aperto a questa digitalizzazione piuttosto massiccia si abituerà presto a poter accedere alle funzioni quasi esclusivamente tramite touchscreen. Di conseguenza, la digitalizzazione può polarizzarsi, ma coloro che la usano senza pregiudizio presto non vorranno più farne a meno. Anche se ci saranno molti che piangeranno i pulsanti e gli interruttori.

La cabina di pilotaggio digitale segnala il futuro, "illuminazione ambientale" nella nuova Golf:

Mi è anche successo che avrei preferito il controllo del volume della radio come una manopola, ad esempio. Mi sono abituato rapidamente al controller virtuale o ai comandi sul volante. Tutto è solo una questione di abituarsi. E poiché senza dubbio anche le persone anziane possono utilizzare uno smartphone, questo non dovrebbe essere un problema.

Il fatto che la funzione del linguaggio e i desideri del guidatore non siano sempre compresi e debbano essere ripetuti più volte è dovuto allo sviluppo incompleto di tali sistemi. Devi esprimerti in modo molto chiaro per essere compreso. Ma poi il sistema schizza. È sorprendente, ad esempio, se il sistema risponde alla domanda "Dove posso fare rifornimento?" Con diverse stazioni di servizio sul display.

La logica di visualizzazione è incredibilmente logica

I menu sullo schermo sono visivamente molto ben organizzati, corrispondono alla gestione logica e possono anche essere personalizzati. Per la prima volta, gli extra possono essere adattati tramite download. È davvero sensazionale. Chiunque abbia rinunciato a un sistema di navigazione al momento dell'ordine, che abbia dimenticato il controllo automatico della distanza ACC o il riconoscimento dei segnali stradali, può aggiornare questi extra online a un costo aggiuntivo poiché l'hardware è già installato di serie. Questa è davvero una svolta digitale.

Cockpit in the Golf 8: costantemente digitale

Un grande salto nel futuro è senza dubbio la capacità del Golf di comunicare con altri veicoli. "Car2X" è il nome del termine che nasconde un sistema in grado di scambiare informazioni con altri veicoli adeguatamente attrezzati entro un raggio di 800 metri: se un veicolo ha rilevato ghiaccio nero, un incidente o un ingorgo, queste informazioni vengono trasmesse via WiFi. Le case automobilistiche hanno concordato uno standard uniforme, in modo che non solo la Volkswagen possa "parlare" tra loro, ma tutti i veicoli adeguatamente equipaggiati. Questo sistema è un passo gigantesco per una maggiore sicurezza del traffico. Se Car-to-X può anche "comunicare" con i semafori, il flusso del traffico può essere controllato in tempo reale, ovvero in modo più fluido.

Il comportamento di guida è tipico del golf - solo molto meglio

E guidare? Sembra "golfy" in senso positivo. La nostra impressione è che l'ottavo golf rispetto al

Una bellissima schiena può anche deliziare Tutte le foto: VW

Il predecessore non solo è diventato più nitido otticamente, ma anche dal punto di vista del guidatore, i binari dello sterzo sono più precisi e il marchio di comfort è piegato nella direzione di sospensioni sportive e smorzamento. Tutto sommato, un comportamento di guida a cui siamo abituati dal Golf sin dalla sua introduzione - solo molto meglio. Il controllo adattivo del telaio DCC (1045 euro) consente di variare tra regolazione del telaio comoda, sportiva e normale. Tuttavia, devi essere molto sensibile per sentire le diverse modalità.

Il diesel da 2.0 litri che abbiamo testato con i suoi 150 CV e la trasmissione a doppia frizione a 7 marce rendono questa Golf un risparmio molto vivace, con i nostri consumi di prova che oscillano in media tra 4,6 e 5,2 litri di diesel su 100 chilometri. Ciò che ci sembra economico, no, ciò che è economico per gli standard odierni è ancora lontano dai limiti dell'UE: 4,6 litri per 100 km significano ancora una specifica CO2-Uscita di 122 g / 100 km. Tuttavia, l'UE richiede un valore della flotta di 95 g / 100 km. Pertanto, la Golf dovrebbe consumare solo 3,6 litri di gasolio ogni 100 km per raggiungere il valore della flotta. Questo solo calcolo mostra che la media della flotta di un costruttore può essere raggiunta solo con auto elettriche che usano zero CO2 incluso nel calcolo, sebbene l'elettricità generata dal carbone con il suo CO2Le emissioni dall'auto elettrica sono ancora CO2-Sinner lo fa, che viene semplicemente ignorato.

Cosa non ci è piaciuto: all'avvio, una frazione di secondo scompare da qualche parte nella trasmissione a doppia frizione, che a volte si rivela fastidiosa. Ad esempio, se si desidera iniziare rapidamente per raggiungere un gap nel flusso del traffico.

La linea di fondo è che il nuovo Golf è il miglior golf di sempre. Senza contare il futuro.

VW Golf 8 Highline 2.0 TDI 150 PS DSG a 7 velocità

AbgasnormEuro 6d TEMP
capacità1.968 ccm
Numero e tipo di cilindro4 in serie
Potenza massima kW / PS110 kW / 150 CV a 3.500 - 4.000 giri / min
Max. Drehmoment360 Nm a 1.750 - 3.000 rpm
ingranaggiotrasmissione a doppia frizione 7 velocità
Accelerazione 0-100 km / hsecondi 8,8
velocità massima223 kmh
Test di consumo reale su oltre 100 km4,6 - 5,2 litri
Lunghezza / larghezza / altezza4.284 / 1.789 / 1.456 mm
prezzo base35.065 Euro

1 commento a "Golf, l'ottavo: il classico come dispositivo digitale"

  1. "Chi può usare uno smartphone ...": la digitalizzazione può presentare alcuni vantaggi. Ma esclude anche gruppi di acquirenti. Un buon amico negli anni '70 voleva sostituire la sua vecchia SL con la nuova SL. Durante il test drive, ha scoperto che il suo tremore leggero gli avrebbe impedito di utilizzare le impostazioni sui touchscreen durante la guida. Ora sta guidando sulla sua vecchia SL. Trovo anche che l'operazione tramite touchscreen sia molto fastidiosa. Nel caso dei plotter nautici, uno è ora tornato a una seconda opzione di controllo manuale.

Lascia un commento

L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato.


*

*