Corona rende ridondanti gli spettacoli automobilistici? Volkswagen rende la visita alla fiera un'esperienza virtuale

Con un brillante supplemento di comunicazione, la Volkswagen mette in luce le opportunità delle possibilità digitali. Lo stand fieristico virtuale di VW in sostituzione di Ginevra potrebbe essere il primo passo, dopo Corona, per fare a meno delle mostre automobilistiche e reindirizzare o concentrare la comunicazione tangibile e personale sui propri eventi.

Sicuramente continueranno ad esserci spettacoli automobilistici in tutto il mondo, ma come è diventato evidente in passato, molte case automobilistiche stanno spostando sempre più la presentazione delle loro visioni tecnologiche e gli sviluppi a spettacoli tecnologici come il Consumer Electronics Show (CES) a Las Vegas. Il cambio di ubicazione dell'IAA da Francoforte a Monaco sarà inoltre accompagnato da un concetto espositivo completamente nuovo, che dovrebbe portare a un forte riallineamento digitale.

Volkswagen in pole position digitale

Qui la Volkswagen è in pole position e ora sta proseguendo il riallineamento digitale del veicolo (esempio di una nuova Golf) a livello comunicativo. Ciò è confermato anche dal direttore marketing di VW Jochen Sengpiehl: “Il nostro primo stand fieristico digitale è solo la prima aggiunta al nostro nuovo concetto sostenibile per future esperienze online innovative. Sfruttare le possibilità della realtà virtuale fa parte della nostra strategia di digitalizzazione. Diventa parte integrante della nostra esperienza di marketing, l'immagine esterna complessiva del marchio e l'interazione con clienti e fan. "

Stand VW di Ginevra nella realtà virtuale

In effetti, questa strategia di marketing è stata brillantemente implementata in un breve periodo di tempo, come si può vedere qui (fino al 17 aprile 2020). https://www.volkswagen.de/de/specials/geneva-2020.html , Lo "stand espositivo virtuale" è senza dubbio un momento clou della comunicazione digitale. L'esperienza della fiera virtuale in realtà manca solo del contatto personale con le persone, della conversazione davanti a un espresso nella lounge VW - ma anche delle fastidiose folle nei corridoi e del viaggio a Ginevra. Ma si spera che Ginevra in particolare meriti di nuovo una visita l'anno prossimo, poiché il Salone svizzero è uno dei luoghi di incontro più piacevoli della scena automobilistica internazionale, cosa che non si può dire dello show automobilistico che una volta si era tenuto nella fredda Detroit anche dopo essere stato trasferito in estate. Speriamo che l'incontro umano non sarà completamente sacrificato alla digitalizzazione ora.

Corona avrà conseguenze

Le strategie dei produttori saranno ora riallineate. A questo proposito, l'annullamento del Salone di Ginevra è la scintilla per una riprogettazione accelerata di tutte le attività di marketing di tutti i produttori. L'opportunità per tutti di passeggiare per lo stand fieristico Volkswagen 24 ore su XNUMX è un'esperienza completamente nuova. “Sono lieto che, nonostante la cancellazione del Salone di Ginevra, il nostro team di marketing abbia reso il nostro stand accessibile a tutti i visitatori. Puoi virtualmente provare l'attenzione ai dettagli con cui il nostro team presenta questa fiera e i punti salienti dei nostri prodotti. Dimostra ancora una volta che situazioni speciali producono anche soluzioni speciali ", afferma il direttore vendite di VW Jürgen Stackmann. "Siamo convinti che oltre alla reale presentazione dei veicoli, in futuro potremo raggiungere molte più persone attraverso queste visite fieristiche virtuali".

Scopri virtualmente il mondo delle esposizioni VW

Tutti i veicoli previsti per Ginevra e lo stand sono stati preparati digitalmente per l'esperienza a 360 ° e trasmettono la sensazione di essere direttamente in fiera. L'attenzione si concentra sulle innovazioni di prodotto del 2020: dal futuro veicolo elettrico ID.3 al nuovo Touareg R con tecnologia ibrida plug-in all'ultima generazione delle icone sportive e compatte per il golf GTI, GTD e GTE. Lo spettatore può fare un giro dello stand o controllare la sua visita individualmente. E può fare qualcosa che non sarebbe possibile alla vera fiera: cambiare il colore dei veicoli esposti secondo i propri gusti.

I contatti personali non devono essere trascurati

Con l'ingresso nel mondo delle mostre virtuali, la Volkswagen ha aperto una porta attraverso la quale presto entreranno altri produttori. Spero che noterai che il contatto umano diretto non dovrebbe essere trascurato. La percezione tattile di nuovi modelli, l'esperienza dell'odore sensuale in una nuova auto, la conversazione con i responsabili responsabili deve essere mantenuta. Forse non più spesso e forse non solo alle fiere, a cui numerosi produttori hanno già salutato senza Corona.

1 commento su "Corona renderà superflue le manifestazioni automobilistiche? Volkswagen renderà la tua visita alla fiera un'esperienza virtuale"

  1. Rolf Franz Nieborg | 10. Aprile 2020 10 a: 10 | rispondere

    Il contatto personale con le persone e con il "Heilig Blechle" è trascurato qui. Le presentazioni di successo con molte animazioni possono già essere visualizzate dal consumatore sui siti Web delle case automobilistiche, quindi cos'è questa ulteriore "app per fiere" ???

Lascia un commento

L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato.


*

*