La conseguenza digitale di Volkswagen è impressionante

Passando alla mobilità elettrica: la Volkswagen ID.3

La Volkswagen non perde occasione per spingere l'interruttore verso l'elettromobilità, per forzarlo e per comunicare dove possibile. In qualità di dubbioso elettronico, è difficile rimanere a una distanza critica. Quando il boss della VW Diess ha annunciato la radicale donazione elettronica, nessuno si aspettava questa conseguenza, che la Volkswagen mostra ora in tutte le aree.

Non è stato ancora deciso se il veicolo a batteria dominerà il mercato di massa o se sviluppi alternativi - dal combustibile sintetico alle celle a combustibile alimentate a idrogeno - sorpasseranno l'auto elettrica con la batteria sul mercato. Il punto cruciale per tutte le case automobilistiche è che devono finanziare il cambiamento ovunque vadano con i motori a combustione. La BMW ha dimostrato con i veicoli elettrici i3 e i8 che puoi essere troppo presto con un prodotto innovativo. L'i3, presentato con un botto comunicativo sette (!!) anni fa nelle presentazioni di tutto il mondo, ha suscitato aspettative per ulteriori veicoli elettrici o almeno per un ulteriore ampio sviluppo. Ma non è venuto niente. Il lago era silenzioso e venne creata l'impressione che la BMW avesse messo da parte la mobilità elettrica. proprio come ha fatto la BMW con l'idrogeno a dodici cilindri della Serie 7, che è stato sviluppato vicino alla produzione in serie, ma ha cantato ed è stato conservato silenziosamente nel museo dei sogni immaginati.

La vita non è l'unica punizione per il ritardo

Non solo la BMW ha imparato che non solo i ritardatari vengono puniti dalla vita, ma anche i primi. Apple aveva anche il predecessore di iPad nel 1993 Newton il naso innovativo, ma doveva riconoscere che il tempo non era ancora abbastanza maturo. La BMW ha avuto esperienze simili con l'i3, perché le aspettative iniziali previste non potevano (inizialmente) essere realizzate. A differenza della BMW, Apple ha dovuto produrre la Newton interrompere, la BMW sta ancora vendendo l'i3 con grande successo. In tutto il mondo, Tesla è in prima fila con 361.000 e-car vendute nel 2019, la BMW è al quinto posto dopo due produttori cinesi con 115.000 modelli elettronici, principalmente i3, quinta, VW con 93.000 vendite, anche se la Volkswagen non è ancora era costantemente focalizzato sulla mobilità elettrica.

Il SUV elettrico di Volkswagen si chiama ID.4 Foto: VW

Quando il boss VW Diess ha presentato l'ID.3 all'IAA lo scorso anno, molti hanno pensato: quindi, per ora è tutto. In effetti, da allora VW ha continuato ad accelerare in termini di mobilità elettrica, che è ovviamente il termine completamente sbagliato in questo contesto. VW dà elettricità. E anche come modello; Con il SUV ID.4, il secondo veicolo elettrico Volkswagen è già sulla rampa, che deve essere sviluppato in parte sulla base dell'Audi del Gruppo e-tron è fatto.

Volkswagen non solo comunica modelli elettronici, ma orchestra la comunicazione della mobilità elettrica con una conseguenza ammirevole. L'esempio più recente è un comunicato stampa con l'intestazione: ID.3: economico come un motore a combustione. Si decide in dettaglio che la Volkswagen elettrica disponibile presso i rivenditori in estate "dovrebbe essere più economico dei motori a combustione comparabili sia in termini di acquisto che di funzionamento ”. In termini di soli costi di gestione, i conducenti ID.3 hanno risparmiato circa 840 euro all'anno in Germania. “Con l'ID.3, l'auto elettrica è finalmente accessibile. È perfettamente adatto all'uso quotidiano e, grazie al vantaggio ambientale, costa meno di un motore a combustione ”, afferma Thomas Ulbrich, membro del consiglio di amministrazione della mobilità elettrica di Volkswagen.

"L'ID.3 è più economico di un motore a combustione"

Il comunicato stampa afferma inoltre: "Il calcolo del costo totale mostra: A seconda della variante del modello, l'ID.3 è più economico da acquistare e utilizzare rispetto a un motore a combustione comparabile. La versione base con un raggio di 330 chilometri (WLTP) costa meno di 23.430 euro dopo aver dedotto il bonus ambientale in Germania ed è quindi almeno a livello di prezzo di modelli comparabili come la Golf Life. Inoltre, i conducenti ID.3 in Germania risparmiano circa 840 euro all'anno sui costi di gestione. Tra l'altro, non vi è alcuna tassa sui veicoli, i cambi d'olio non sono più necessari e l'ID.3 è classificato in una classe assicurativa più economica (classe 17). Anche i costi energetici sono più bassi. "Silke Bagschick, responsabile vendite e marketing per la serie e-Mobility, afferma:" Il prezzo non parla più, ma per l'auto elettrica. Le offerte di leasing semplificano il passaggio e riducono l'incertezza. In futuro, l'e-car avrà un prezzo interessante anche senza sovvenzioni. ”Volkswagen afferma anche che la produzione dei modelli elettronici CO2-successo neutro.

Prevarrà l'approccio della batteria pianificato?

Tutto bello e bello, convincente e plausibile. Dal momento che ci vorranno ancora alcuni anni prima che le stazioni di ricarica siano disponibili su tutta la linea, la domanda rimane: come e dove caricare se devo parcheggiare la mia auto in una strada residenziale a Monaco Schwabing o Stoccarda-Ovest? E quando ho riempito l'attuale Golf 8 Diesel e ho letto una distanza di 970 chilometri sul display, so che una batteria non lo rinuncerà mai. In termini di costi e calcolo, tutto ciò che Volkswagen spiega potrebbe essere corretto. Questo non aiuta a superare l'intervallo e il problema del punto di caricamento. Ci saranno sicuramente molti clienti che saranno ben serviti e soddisfatti dell'ID.3. Tuttavia, è giusto e giusto che il cliente alla fine decida se l'approccio economico pianificato dal governo nei confronti della mobilità delle batterie, che è presumibilmente l'unica causa di benedizione, possa essere implementato nel nostro ordine di economia di mercato.

Lascia un commento su "La conseguenza digitale di Volkswagen è impressionante"

Lascia un commento

L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato.


*

*