Contributo degli ospiti di Harald Kaiser: preciso al millilitro

Ora sta diventando meticoloso- o come il consumo reale di carburante dovrebbe essere determinato in futuro con l'aiuto di un nuovo regolamento UE.

Si potrebbe pensare che dopo un lungo sonno profondo nella confusione dei gas di scarico e del consumo di carburante, le autorità dell'UE si siano finalmente svegliate e abbiano preso provvedimenti. Si tratta di un nuovo regolamento. Ma è anche del tutto possibile che la misura prevista sia solo una foglia di fico per dimostrare al pubblico: stiamo facendo qualcosa! Si tratta di dotare i nuovi veicoli in futuro di un dispositivo che determina il consumo di carburante o elettricità durante il funzionamento.

La Commissione europea vuole migliorare i test delle emissioni in condizioni di guida reali. Sembra fantastico. Ma per quanto ragionevole possa sembrare a prima vista il progetto, è più che discutibile. Perché un tale dispositivo non è davvero necessario. Almeno non per le auto che hanno un computer di bordo. Ormai dovrebbero essere molti milioni. Con l'aiuto di uno o due clic, è possibile mostrare il consumo sul display o sullo schermo.

Ora gli scettici possono obiettare sul presupposto che questo metodo di misurazione sia abbellito di serie dai produttori, in modo da non spaventare il guidatore in merito al consumo reale. È difficile o impossibile provare se questo è il caso o no. Tuttavia, se hai già eseguito il test per te e la tua auto e ne recuperi il valore, rimarrai stupito dalla quantità di carburante che scorre attraverso l'iniezione. Distingue tra "consumo attuale" e "media oltre 100 km". Di norma, queste informazioni sono sempre da due a tre litri superiori al consumo più teorico in base allo standard UE non realistico derivante dalla pubblicità o dai documenti di accompagnamento per l'auto. In altre parole: se questo display di consumo dovesse essere abbellito, il valore determinato dal computer di bordo dovrebbe essere quasi identico a quello mostrato secondo la norma UE. Ma non è esattamente così, perché il normale pedale dell'acceleratore non segue uno standard. O solo nei casi in cui il risparmio di carburante è percepito come uno sport.

I dati sui consumi sono lontani dalla realtà

Se vista alla luce, la misura proposta sembra essere nient'altro che l'azionismo politico. Allora perché tutto? Contesto: da settembre 2017 sono in vigore requisiti più severi per la prova delle emissioni dei veicoli nell'UE. Prima che i nuovi tipi di veicoli siano autorizzati a colpire la strada su base regolare, devono sottoporsi a misurazioni più precise dei gas di scarico in condizioni di guida reali. Il modo in cui vengono determinate queste "emissioni reali di guida" (RDE) è ancora troppo impreciso per la Commissione europea. Vuole quindi obbligare le case automobilistiche a dotare i veicoli di un dispositivo di misurazione standardizzato in futuro per poter determinare il consumo di carburante o elettricità durante il funzionamento su strada. Inoltre, l'UE è anche guidata dalle pubblicazioni di organizzazioni ambientaliste come l'ICCT, che afferma che le nuove auto consumano in media quasi la metà di carburante in più rispetto al produttore.

Il progetto UE fa parte di un progetto di regolamento (http://ec.europa.eu/info/law/better-regulation/initiative/182160/attachment/090166e5b917e0a8_de), che la Commissione ha elaborato l'anno scorso e che ora è stato oggetto di dibattito pubblico. I test di laboratorio già rafforzati secondo la procedura di prova armonizzata a livello globale per le autovetture e i veicoli commerciali leggeri (WLTP) dovrebbero quindi essere arricchiti in futuro con informazioni sul consumo medio "nella vita reale" in condizioni normali. Senza i dati provenienti dalla strada, esiste il rischio che i produttori utilizzino i margini di tolleranza in modo diverso anche nei test basati su RDE e WLTP, falsando così la concorrenza. Dopo aver visualizzato il sito Web Heise OnlineI valori misurati dalle singole auto devono essere raccolti, riassunti e resi anonimi. Secondo la Commissione europea, questi dati aggiuntivi sono essenziali per poter determinare le emissioni effettive medie di gas a effetto serra utilizzando tali metodi di prova.

L'obbligo di misurazione inizialmente deve essere limitato ai veicoli con motori a combustione interna convenzionali e trazione ibrida, poiché attualmente esistono solo standard tecnici per questi modelli. La commissione scrive che il consumo di benzina, diesel o elettricità è già determinato e immagazzinato a bordo della maggior parte delle auto nuove, ma non esistono ancora requisiti di specifica adeguati per i dispositivi utilizzati. Al fine di garantire che i valori misurati forniti siano accessibili e possano servire da base armonizzata per le prove comparative tra le diverse categorie di veicoli, è necessario definire le condizioni di accesso di base. Questo testo è una formulazione abbastanza intelligente che la Commissione europea non si fida dei produttori e dei consumi determinati dal computer di bordo? In tal caso, si pone anche la questione del perché i burocrati dell'UE abbiano consentito a più di trent'anni di considerare i valori di consumo come reali e persino di elevarli allo status di standard UE che è lontano dalla realtà della guida su banchi di prova. condizioni quasi ideali sono state determinate?

Come sempre, tutto dovrebbe presto essere migliore e più veritiero. E presumibilmente per pochi soldi. Le misurazioni estese non sono costose. Si parla di circa un euro per veicolo.

 

 

 

Lascia un commento a "Contributo degli ospiti di Harald Kaiser: preciso al millilitro"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*