Il giurista spiega: gli aiuti ambientali non dovrebbero presentare denuncia al pubblico

L'operatore ambientale Jürgen Resch attende con impazienza la BGH Foto: aiuto ambientale tedesco

Jürgen Resch stava sudando a Maybrit Illner. Resch ha eluso la questione del modello commerciale della causa in materia di aiuti ambientali visibilmente instabile. Vi sono ragioni completamente diverse per dubitare della legalità dell'inondazione della causa. Gli stessi aiuti ambientali violano il diritto dell'UE.

Un avvocato di Stoccarda afferma che l'associazione non avrebbe dovuto avere il diritto generale di citare in giudizio, con cui "il lavoratore ambientale" Resch ama vantarsi. È sorprendente che questo non abbia mai disturbato nessuno. "Probabilmente nessuno si aspettava che gli aiuti ambientali avessero abusato di questo diritto generale di presentare un reclamo e di aver vissuto bene."

Come è possibile? Secondo la Direttiva CE 2003/35 / CE (Environmental Legal Remedies Act - UmwRG), un'associazione deve avere il diritto generale di intraprendere un'azione legale solo se consente a tutti di unirsi come membriche supporta gli obiettivi dell'associazione; I membri sono persone ammesse pieno diritto di voto ricevuto nell'assemblea generale dell'associazione.

Ho provato a diventare un membro me stesso; la mia richiesta non ha nemmeno ricevuto risposta. Mi è stato detto per telefono che avrei potuto diventare un "membro sponsor" senza diritto di voto. Una chiara violazione del diritto dell'UE. Jürgen Resch rispose a Maybritt Illner, un po 'incerto sul fatto che l'associazione avesse 274 membri, "sette volte più di Greenpeace". Ciò che riguarda il confronto con Greenpeace rimane il suo segreto, ma è servito da distrazione.

Quel che è certo è che gli aiuti ambientali non sono conformi alla suddetta direttiva CE. Con buone ragioni. In questo modo, il vivace "amministratore delegato" Resch evita che l'assemblea generale abbia avuto l'idea di deselezionare sia il discutibile modello di business di Abmahn sia lo stesso Resch. Ciò significherebbe la fine della conio Reschser per gli aiuti ambientali, che il membro della CDU del Bundestag Joachim Pfeiffer definisce persino "un'associazione semi-criminale".

Resch, infatti, ha dato alla sua testardaggine ideologica un fondamento stabile con il diritto di citare in giudizio erroneamente riconosciuto, confermato dalle più alte corti. Nessuno si chiede oggi perché gli aiuti ambientali possano agire da vendicatore di coloro che sono morti “prematuramente” a causa dei gas di scarico. Nessuno chiede se sia stato concesso il diritto generale di agire in giudizio. Resch ha fatto dell'aiuto ambientale il veicolo del suo evidente antagonismo contro le auto, che non avrebbe mai ammesso. Per lui ovviamente si tratta “solo delle persone che vivono in strade inquinate”. L'avversario patologico delle auto non consente a queste persone di accettare valori limite significativamente più alti sul posto di lavoro. Nemmeno che l'inquinamento anche nelle città critiche si avvicina ai valori limite che sarebbero raggiunti in due o tre anni senza divieti di circolazione.

E chiunque pensa che l'aiuto ambientale si calmerebbe dopo i primi divieti di guida è ingenuo. Resch pensa al futuro. Se le città prevedono divieti di circolazione per il diesel, l'aiuto ambientale richiederà divieti di circolazione per l'intero centro città. Quindi anche i motori a benzina senza filtro antiparticolato (che vengono ora sempre più introdotti in nuovi modelli) dovrebbero essere esclusi dalle zone ambientali. "Abbiamo bisogno di meno traffico individuale", ha dichiarato Resch a Maybrit Illner. E dice: possiamo / dovremmo / dobbiamo assolutamente fare a meno della macchina. È così che il "lavoratore ambientale" vede la tutela del consumatore applicata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

commenti 5 a "L'avvocato spiega: gli aiuti ambientali non devono lamentarsi con il pubblico"

  1. Questi cosiddetti ambientalisti lamentano la frode delle case automobilistiche. E tu cosa fai? E poi ci vivono ancora molto bene.

  2. Ma. Hai bisogno. Se il tuo nome è Resch. E per il DUH “funziona. In quale altro modo guidare a 130 km / h in quinta marcia? Hanno anche controllato tutti i diesel sul mercato. Tranne quella della tua “partner Toyota, ovviamente. Lo è da 18 anni. PS. Se vuoi guidare in modo aggressivo per una volta, le pagaie per tenere la marcia sono buone PS2. Conflitto di coscienza al DUH? A volte l '"acerrimo nemico del DUH consegna i suoi motori diesel alla Toyota (provengono dalla BMW) coupon

  3. Questo non è affatto vero con la Toyota. Questi avevano sostenuto per molti anni un importo gestibile per due progetti previsti, molto prima che il DUH diventasse un club di allerta.
    Inoltre, la Toyota è stata attaccata dal DUH in qualche modo, come altri.
    Il più grande sponsor è lo stato, quindi i nostri soldi delle tasse!
    Poi ci sarebbero stati Telekom, Krombacher e pochi altri.
    Grazie a Dio gli sponsor stanno gradualmente cadendo ...

  4. Soprattutto, per ragioni di verità e chiarezza linguistica, dobbiamo smetterla di parlare di "Aiuto ambientale tedesco" come se questa organizzazione avesse una competenza o un significato istituzionale in questioni ambientali.
    La cosiddetta Deutsche Umwelthilfe (in realtà Verein Deutsche Umwelthilfe) non è né "tedesca" con mandato nazionale, come la Croce Rossa tedesca o voi Deutsche Post, né un "aiuto" come Welthungerhilfe, assistenza in caso di catastrofi o organizzazione di assistenza tecnica, ma una piccola associazione, non 300 membri ma 90 dipendenti a tempo pieno, milioni di fatturato, un'azienda dubbia che vive di avvertimenti e donazioni.
    Le avvertenze in particolare sono un'area grigia legale della guida inferiore. E inoltre, ci si chiede: chi sta donando lì? Certo, ci sono alcuni amici dell'ambiente, ma è interessante che l'industria automobilistica sia uno dei donatori. Che tipo di gioco stanno giocando?
    In questo senso, si prega di parlare del "cosiddetto aiuto ambientale tedesco" o almeno dell '"Associazione degli aiuti ambientali tedeschi".
    Grazie in anticipo.
    http://m.faz.net/aktuell/wirtschaft/diesel-affaere/deutsche-umwelthilfe-die-diesel-hasser-14246048.html

  5. E allora perché l'avvocato nominato nell'articolo non interviene contro l'associazione di allerta DUH?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*