Chi fermerà la furia "Deutsche Umwelthilfe"?

È incredibile come un piccolo club di allerta non guidi solo l'intero governo federale, ma anche l'intero settore automobilistico e possa sempre trionfare in tribunale. È tempo di ripensare al diritto di citare in giudizio le associazioni di protezione ambientale concesse da Rot-Grün.

Tuttavia, si deve certificare che l'associazione "Deutsche Umwelthilfe" che aderisce in modo estremamente preciso ai requisiti legali e può essere fatta valere solo dai tribunali, che i politici hanno deciso su un tavolo verde in una sorta di ideologicamente aggancio al di là della realtà fisica. Vale a dire limitare i valori che si fanno beffe della completezza scientifica.

Auto-Manager parla di "denaro di estorsione"

Amministratore delegato DUH Jürgen Resch / Foto Steffen Holzmann / Foto di copertina Robert Lehmann DUH

Se questa associazione, finanziata in larga misura da avvisi, con i divieti di circolazione del diesel mirati rappresenti o meno gli interessi dei consumatori. "Il potere che è cresciuto fino all'oscura associazione viene spudoratamente abusato", afferma un membro del Bundestag. Anni fa, un ex manager di Daimler ha respinto l'offerta dell'associazione di consigliare Daimler su questioni ambientali contro "una tassa orrenda". Dopo che questo fu respinto, l '"aiuto ambientale" sparò notevolmente contro Mercedes-Benz. "Negli inferi, questo comportamento è chiamato estorsione per denaro di protezione", afferma oggi il manager. "È giunto il momento che il DUH e il suo amministratore delegato ipereitico siano finalmente fermati", afferma il politico. Il DUH agisce come la massima autorità morale sulle questioni ambientali e dovrebbe mettersi alla prova con la sua attività commerciale "dubbia".

L'ex ministro dei trasporti Peter Ramsauer (CSU) critica: "Le aziende di medie dimensioni vengono letteralmente incassate dai metodi di avvertimento del DUH senza aiutare l'ambiente o i consumatori!" Chiede che venga verificata la legittimità di associazioni come il DUH. Il club e i suoi dirigenti si guadagnano da vivere con ciò che ricevono principalmente dai concessionari di automobili di medie dimensioni sotto forma di commissioni di allerta, che sono finanziariamente responsabili dei più piccoli errori formali nella comunicazione con i clienti.

Dov'è finito il "ritorno alla foresta"?

L '"aiuto ambientale" sfrutta le distorsioni causate dallo scandalo del diesel e ora confonde con sicurezza tutto ciò che è nell'aria come polvere fine: cambiamenti climatici, frodi diesel, accuse di cartello, fallimento politico e così via. E poiché l'automobile è il miglioratore del mondo di sinistra, il bambino più caro, perché le differenze sociali possono essere determinate da esso, la sinistra, cieca nella follia del clima, soffia instancabilmente per attaccare l'auto.

Supponeva che la carenza di petrolio con la domenica fosse vietata negli anni settanta e che tutti i pozzi di petrolio fossero minacciati all'inizio del millennio (il Club di Roma non vuole più saperlo oggi), la foresta tedesca morì negli anni ottanta (e oggi vive solo il più sano possibile dal probabilmente prima scarabeo di corteccia protetto), migliaia di persone in Germania sarebbero morte su autostrade illimitate, ma nessuno degli scenari apocalittici previsti da "ambientalisti" e salvatori del mondo si è avverato. Mi ricorda in qualche modo le ripetute profezie delle comunità religiose secondo cui il mondo sarebbe caduto in una certa data.

commenti 20 a "Chi sta fermando la follia omicida di" Deutsche Umwelthilfe "?"

  1. Andreas Wittmann | 10. Marzo 2018 15 a: 38 | rispondere

    Fermare il cosiddetto aiuto ambientale oltraggioso, che in realtà ha fatto questa associazione e ha dato i mezzi finanziari. Interrompere immediatamente questa associazione con decreto,

  2. Michael Schulte | 26. Marzo 2018 20 a: 42 | rispondere

    Bene ... Una grande casa automobilistica giapponese è anche preoccupata per gli aiuti ambientali ...
    Totaaal altruista ... ..

  3. Clemente, Franco | 31. Marzo 2018 09 a: 52 | rispondere

    Poni fine ai radicali ambientali che milioni di automobilisti hanno preso in ostaggio senza che sia stato loro chiesto di arrecare danni ai profitti ancora e ancora. L'impegno di aiuto ambientale è chiaramente ostile ai cittadini. Soprattutto, stanno ancora lavorando in tasca con nuovi vincoli di costo per i cittadini attraverso la messa al bando del settore.

  4. È bello come un piccolo club non solo guidi l'intero governo federale, ma anche l'intera industria automobilistica, e possa trionfare ancora e ancora in tribunale.
    Il DUH non ha fissato i valori limite dell'UE, che sono già stati annacquati dalla politica tedesca e che sono in vigore dal 2010 ma da allora sono stati superati senza che i politici abbiano reagito.
    Esiste un diritto fondamentale all'integrità fisica, ma nessun diritto fondamentale di guidare un'auto ovunque. Gli automobilisti gemiti sono invitati a commerciare con i residenti interessati. Ci sono volontari?
    L'industria automobilistica realizza profitti record e rifiuta di pagare per un adeguamento tecnicamente possibile. Invece, tutti i contribuenti dovrebbero essere riutilizzati (vedi Fondo di mobilità).
    La politica e l'industria automobilistica sono così sociali. Gli americani mostrano come affrontare i truffatori.

    È ridicolo sbattere il DUH invece di nominare i veri colpevoli: l'industria automobilistica e la politica! Ma ciò che ami fucile per ami è il suo carrello per il tedesco.

  5. Un cittadino preoccupato :-) | 2. Aprile 2018 15 a: 16 | rispondere

    Quindi non sono certamente un fanatico dell'aiuto ambientale tedesco, ma la colpa della miseria diesel è sicuramente a carico di altri e questi altri dovrebbero finalmente trovare soluzioni.

  6. Il diritto all'integrità. Sì, sì, ma consenti il ​​glifosato e molte altre cose. Ora il diesel viene combattuto e la benzina viene promossa. È anche noto che questi, ad esempio, i nuovi motori ad iniezione diretta generano il doppio della polvere fine. Quando i diesel sono spariti, è di nuovo la benzina. Funziona con argomenti che nessuno può capire. Ma se lo gridi ad alta voce, ci credi anche tu. Sono consentiti 50 microgrammi per strada, 40 microgrammi sono ammessi sul posto di lavoro per 950 ore settimanali. I sintomi di infiammazione semplici compaiono solo da 5000 microgrammi. Il contenuto di CO2 dell'intera atmosfera è di circa lo 0,4%. La quota totale del traffico veicolare sulle emissioni totali in tutto il mondo (comprese le cause naturali) è di circa lo 0,03%. In totale, il 3% delle emissioni di carbonio è causato dall'uomo. E affinché la Germania sia pioniera del salvataggio mondiale, dobbiamo sovvenzionare il biodiesel per le enormi aree della giungla. Quando ero a scuola abbiamo imparato che probabilmente avremo un periodo caldo adesso. E non possiamo influenzarlo.

  7. Hermann Spaderna | 3. Aprile 2018 00 a: 24 | rispondere

    Tutti i commenti sono scritti da lobbisti dell'industria automobilistica per danneggiare gli aiuti ambientali.

  8. Hans-Georg Stephan | 3. Aprile 2018 06 a: 01 | rispondere

    Spero che questo membro del consiglio e il ghigno del DUH andranno in bicicletta per lavorare (120) km al giorno) Se il capo gonfio della DHU riesce a farlo senza essere fisicamente morto dopo un anno, non ha più bisogno di una macchina, ed è pulito. I club di avvertimento sono vietati, dove sono i giudici sensibili.

  9. Erhard Schminke | 3. Aprile 2018 08 a: 23 | rispondere

    Dico TOYOTA solo come SPONSOR! Ora il DIESEL, poi la BENZINA, quindi i milioni di BATTERIE. Il movimento senza inquinanti non crea KUH ……

  10. Non esiste un'associazione che parla per i cittadini tedeschi e ha citato in giudizio questo "presunto rappresentante del popolo" (DUH, nemmeno 300 membri)? Chi ci protegge da loro?
    Non tutti hanno i soldi per comprare una macchina nuova quanto piace a DHU!

  11. Era finalmente giunto il momento per la politica di intervenire qui.
    Non può essere che una simile associazione sia qui da anni in tutte le aree
    davvero incassato. Non spetta allo stato assumersi la responsabilità della protezione ambientale stessa e con sensibilità. Infine, porre fine a tutto il teatro a spese dei cittadini e degli imprenditori. Apparentemente questa associazione è anche supportata dallo stato!
    Si tratta di incassare.

  12. C'è solo una cosa da dire sul DUH: stupido e vuoto!

  13. Posso solo unire gli oratori precedenti. Chi ci protegge da questa associazione di avvertimento? Non ho i soldi per comprare rapidamente una nuova auto. Ma ho bisogno di una macchina per andare al lavoro. Ora, grazie al pochissimo aiuto ambientale tedesco (che in realtà aiuta solo se stesso), ogni giorno faccio una lunga deviazione attraverso le aree residenziali di accompagnamento, che ovviamente è molto più rispettoso dell'ambiente. Ma potrei anche lasciare il mio lavoro e ricevere semplicemente HarzIV. Quindi non ho spese dalla mia macchina e non molto meno soldi in casa. Non riesco più a guardarmi in faccia.

    No, guido ogni giorno, grazie a Jürgen Reesch, la mia grande deviazione attraverso le aree residenziali, anziché una volta e direttamente al mio lavoro.
    Non puoi fare nulla contro il DUH?

  14. Questo club gonfio deve essere privato di tutti i benefici fiscali e dei contributi finanziari controllati. DUH è come brufoli sul culo, nessuno ne ha bisogno!

  15. Fondamentalmente, i fondamentalisti - qualunque sia il loro colore - sono estremamente sospettosi a causa dei loro rispettivi atteggiamenti estremisti. E il "German Environmental Aid (DUH)" (il titolo di questo club sembra così ufficiale e quindi totalmente fuorviante!) Appartiene a me in questa categoria.
    Interessante per quanto riguarda l'isteria anti-diesel, che nel frattempo si è intensificata, è stata un'intervista recentemente trasmessa in TV da un pneumologo scientificamente riconosciuto che ha affermato, tra l'altro, che ad es. Ad esempio, un fumatore soffre di un'esposizione quadrupla al NOX (rispetto al limite europeo per il traffico stradale) a causa del "godimento" di una sigaretta.
    In che modo questo "DUH" ottiene ogni anno i 4.000 decessi in Germania? Probabilmente è pura polemica fare "argomenti" per la propria posizione estremista ...
    E se il "DUH" dovesse preoccuparsi della salute (e del benessere generale) dei cittadini di questo paese, i responsabili di questa associazione dovrebbero considerare quali sono le conseguenze dell'isteria anti-diesel perseguitata rigorosamente e dei divieti di guida - ad esempio, il "rogo" delle attività monetarie (crollo del valore del veicolo), il passaggio dei consumatori nelle città (che hanno ancora bisogno di un'auto e non possono né finanziare né caricare regolarmente un'auto elettrica) alla benzina (con una media Consumo aggiuntivo di un terzo, accompagnato da un aumento delle emissioni di CO2 (che dovrebbe effettivamente essere ridotto!) E, per quanto riguarda i divieti di circolazione, uno spostamento del traffico verso strade generalmente non idonee (lì quindi ingorghi, avviamenti frequenti con elevate emissioni inquinanti ecc.).
    Dove ha senso questo?
    I consumatori ora puniti sono l'indirizzo totalmente sbagliato per queste accuse!

  16. Per me, i "produttori" di DUH sono terroristi ambientali e attori. Perché non c'è nessuno che li fermi? Con il pretesto della brava gente, prendi in ostaggio tutti i conducenti di diesel. E non, come si dice sempre, l'industria automobilistica. Ma ovviamente ci sono anche molti sostenitori del DUH nella popolazione e in politica. Questa situazione mi frustra.

  17. Perché nessuno ferma il DUH, ADAC non si sente nulla, l'emittente VOX Automobil è l'emittente televisiva che riferisce della follia. Vogliamo imparare dal francese?
    Sig. Jürgen Resch, dovrebbe successivamente vietare i veicoli a motore, chiudere tutte le stazioni di servizio. E il contribuente paga per il sorriso amichevole, questo attore del DUH-

  18. Stop agli aiuti ambientali tedeschi!
    Dal momento che Corona è chiaro che questo club non sa davvero nulla.
    È incredibile che una simile associazione esista a spese del grande pubblico.
    Alla fine estrae la spina da loro.

Lascia un commento

L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato.


*

*