Cella a combustibile Hyundai ix35: la tecnologia del futuro è adatta al presente?

Non c'è dubbio tra gli esperti che saremo tutti elettrici a lungo termine. Non con l'elettricità da una batteria, ma da una cella a combustibile che trasforma l'idrogeno in elettricità ed emette solo vapore acqueo dallo scarico. Ciò che suona un po '"troppo bello per essere vero" è già una realtà mobile. Con una cella a combustibile Hyundai ix35, abbiamo testato se questa tecnologia futura è adatta al presente.

L'idrogeno è illimitato nell'universo. Sulla Terra è prevalentemente parte dell'acqua. Per poter riempire con l'idrogeno, deve prima essere ottenuto dall'acqua con un apporto energetico relativamente elevato. Se l'energia necessaria per questo proviene da fonti rigenerative, la mobilità con la cella a combustibile è il ciclo energetico ideale che dovrebbe persino rallegrare l'aiuto ambientale tedesco. Fin qui tutto bene. E proprio in linea di principio.

Gli ibridi plug-in sono solo una soluzione temporanea

Ma ci sono ancora alcuni "ma". Cominciamo con le buone notizie: siamo entusiasti di guidare con la cella a combustibile Hyundai. La gamma con un serbatoio di carburante corrisponde a motori a benzina quasi standard con quasi 400 chilometri. Il rifornimento di carburante richiede esattamente

Il rifornimento di idrogeno è rapido quanto il rifornimento con benzina o diesel

Il rifornimento con idrogeno è rapido quanto il rifornimento con benzina o diesel

purché rifornimento con carburante comune: circa tre minuti. Il "rifornimento di carburante" di un veicolo a batteria con elettricità dalla presa non è possibile in tre ore, anche nelle condizioni più favorevoli. I range extender (un motore a benzina a bordo che genera elettricità per la batteria, come nella BMW i3 e i8) e gli ibridi plug-in sono solo stampelle con le quali lottiamo per il futuro. Nonostante il premio di acquisto statale, i clienti non sono realmente coinvolti in questi azionamenti alternativi (perché il motore a combustione convenzionale offre ancora molti vantaggi).

Questo potrebbe cambiare improvvisamente con la cella a combustibile. Ma eccone un altro ma. Le stazioni di rifornimento per l'idrogeno sono ancora molto rare. Eravamo in piedi presso l'unica stazione di rifornimento di idrogeno a Monaco - e segnalava un malfunzionamento. Di domenica Nessun aiuto da nessuna parte. La prossima stazione di rifornimento di idrogeno a Ulm: irraggiungibile. Era ancora abbastanza per la redazione, ma il veicolo doveva essere ritirato dal rimorchio, che era previsto comunque, ma sarebbe stato normalmente necessario. A meno che Linde non avesse passato la sua stazione di servizio mobile. "Siamo dolorosamente consapevoli che i clienti con veicoli a celle a combustibile devono ancora essere molto appassionati", ha scritto una persona responsabile per conto della Clean Energy Partnership quando li abbiamo informati del malfunzionamento della stazione di servizio. Oltre all'infrastruttura idrogeno mancante, esiste ancora un'affidabilità insoddisfacente della tecnologia della stazione di rifornimento.

Il viaggio con la cella a combustibile deve essere ben pianificato

Non dobbiamo dimenticare che anche Berta Benz ha dovuto acquistare la benzina necessaria in farmacia durante il suo leggendario viaggio in un'automobile Benz da Cannstatt a Pforzheim nel 1885. Anche allora, gli odierni scettici dell'idrogeno avrebbero detto che l'automobile non poteva prevalere perché non c'erano distributori di benzina. Quindi per favore sii paziente: il tempo guarisce tutti i vuoti.

L'interno non differisce quasi dalle normali foto ix35: Hyundai

Gli interni difficilmente differiscono dalla normale ix35. Foto: Hyundai

Avevamo pianificato con cura i nostri viaggi con l'idrogeno Hyundai in modo che potessimo riempirci facilmente di idrogeno sulla strada per Stoccarda e ritorno sia a Ulm che all'aeroporto di Stoccarda. In effetti, avremmo potuto andare ad Amburgo senza fermarci. La rete dell'idrogeno è già migliore della sua reputazione. Ma devi pensare attentamente a quanto va lontano l'idrogeno. Quindi tutto non è un problema: inserisci la carta carburante, metti il ​​rubinetto con attenzione e accelera - nel vero senso della parola. Devi solo ignorare il suono sibilante dell'idrogeno che scorre ad una pressione di 700 bar, che a volte ti fa stare male. I sistemi di sicurezza dovrebbero essere così maturi che non può succedere nulla. Anche in caso di incidente grave, il serbatoio rimane stretto o consente la fuoriuscita della pressione in eccesso tramite una valvola di sicurezza.

Il suono del futuro difficilmente può essere ascoltato

C'è stato un motivo per cui siamo rimasti sconvolti dopo i nostri test drive: pochi giorni dopo, è esploso un serbatoio di gas naturale in una Volkswagen, che deve solo resistere a una pressione di 200 bar. Tuttavia, il proprietario non era riuscito a seguire il richiamo della VW per la revisione del serbatoio. Se un serbatoio di idrogeno esplodesse, sarebbe un disastro non solo fisicamente, ma anche comunicativamente. Ma dopo decenni di esperienza con i serbatoi di idrogeno in macchina, sembra molto improbabile.

Il serbatoio sotto il bagagliaio è sotto pressione: a 700 bar

Il serbatoio sotto il bagagliaio è sotto pressione: a 700 bar

Guidare nel primo veicolo al mondo a celle a combustibile di produzione costruito dal 2013, la Hyundai ix35 Fuel Cell, è stata la migliore. Il motore elettrico da 136 CV garantisce un temperamento sufficiente da una posizione eretta, che soggettivamente sembra ancora più impressionante di quanto indichino i numeri: 12,5 secondi da una partenza in piedi a 100 km / h non sono esaltanti, ma questo non disturba affatto. Scivolare incredibilmente silenziosamente a 160 km / h in autostrada ha un fascino. Il rumore del motore appena percettibile, a volte un ronzio silenzioso, è senza dubbio il suono del futuro. In termini di comfort, l'idrogeno Hyundai non differisce dai suoi fratelli con i motori a combustione. Il fatto che sia così silenzioso nasconde anche rischi. Come con qualsiasi veicolo elettrico, i pedoni sono spaventati quando l'auto appare all'improvviso. Per questo, gli ingegneri Hyundai hanno installato il "Virtual Engine Sound System": a velocità inferiori a 20 km / h, ad esempio in una strada, il suono di un normale motore di un'auto può essere generato premendo un pulsante. Non è divertente, è utile.

La cella a combustibile è ancora troppo costosa

In base alla nostra esperienza, chiediamo perché l'industria automobilistica stia effettuando la deviazione solo tramite veicoli ibridi e batterie quando si tratta di unità alternative. La risposta è semplice: la cella a combustibile è ancora molto costosa a causa del rivestimento in platino che è ancora necessario. I sostituti non sono ancora stati sviluppati. E le batterie avranno un balzo in avanti delle prestazioni della gamma in circa due anni. Ma anche una distanza di 500 chilometri dalla batteria non può superare lo svantaggio di lunghi tempi di ricarica. Guidare con la cella a combustibile si avvicina di più alla facilità d'uso dei moderni motori a combustione interna. Tuttavia, non abbiamo raggiunto l'intervallo ufficialmente specificato di 600 chilometri. I 400 chilometri sono probabilmente dovuti al fatto che non stavamo viaggiando molto lentamente e non riempivamo mai completamente il serbatoio. Per 400 chilometri abbiamo usato l'idrogeno per circa 43 euro. Questo si avvicina molto a un motore a benzina economico. Nel 2014, un norvegese ha percorso 700 chilometri con un serbatoio di carburante durante una corsa da record.

La BMW ha rinunciato al motore a combustione interna con l'idrogeno

Per inciso, Hyundai è stato il primo produttore a mettere questa tecnologia futura sulla strada nel 2013 e oggi la offre in vendita. Ad un prezzo di 65.450 euro o come modello di leasing per una tariffa mensile di 1290 euro, questa non è un'offerta speciale. In effetti, Hyundai dovrebbe pagare un buon 20.000 euro per ogni veicolo. I coreani sono fortemente orientati al futuro e vogliono aiutare la cella a combustibile a fare una svolta. Sono pronti a investire molto in questo, mentre BMW, ad esempio, aveva sviluppato il suo idrogeno annunciato fino alla produzione in serie, ma ha interrotto il progetto anni fa. BMW intendeva utilizzare l'idrogeno nel motore a combustione interna. Abbiamo guidato il 12 cilindri in quel momento e non siamo riusciti a trovare alcuna differenza per il motore a benzina. È un peccato che la BMW abbia anche segretamente chiuso la stazione di rifornimento di idrogeno all'aeroporto di Monaco. Come si può notare, la BMW continuerà a lavorare sulla tecnologia per il carburante del futuro, ma alla fine passerà anche alla cella a combustibile, che funziona semplicemente in modo più efficiente di un motore a pistoni alimentato a idrogeno.

Conclusione: la cella a combustibile Hyundai ix35 ci ha assolutamente convinto. I tempi di autonomia e serbatoio sono argomenti importanti. La sottile rete di stazioni di servizio si spera sarà sufficientemente densa nei prossimi cinque anni. Se le batterie delle auto elettriche non generano una gamma significativamente maggiore, possono essere caricate più rapidamente e senza cavi, la cella a combustibile, che è ancora troppo costosa oggi, prevarrà a lungo termine. Questo dovrebbe essere il caso tra circa 20 anni. Gli ibridi sono senza dubbio solo una soluzione provvisoria. Se le città iniziassero a spegnere completamente i motori a combustione interna, l'ibrido potrebbe comunque raggiungere il centro città con la trazione elettrica. Il dilemma per le case automobilistiche: sono i requisiti politici ancora imprevedibili dei prossimi anni che influenzeranno anche lo sviluppo tecnologico.

Dati tecnici Hyundai ix35 Fuel Cell: SUV a cinque porte, lunghezza: 4,41 metri, larghezza: 1,82 metri, altezza: 1,65 metri, peso a vuoto: 1.839 chilogrammi, volume del bagagliaio: 465 - 1.436 litri, capacità del serbatoio: 144 litri / 5,64, 136 chilogrammi di idrogeno, motore: motore a induzione, potenza: 300 hp, max. Coppia: 0 Newton metri dalla partenza, 100-12,5 km / h: 160 secondi, velocità massima: 0,98 km / h, consumo medio: 100 kg idrogeno / 2 km, emissioni di CO64.450: nessuna, se l'elettricità per la generazione di idrogeno è rigenerativa viene prodotto, prezzo: XNUMX euro.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento su "Hyundai ix35 Fuel Cell: la tecnologia del futuro è adatta al presente?"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*