Il confronto VW è solo metà della battaglia e in dettaglio non ancora in un panno asciutto - molte domande sono ancora aperte

Il confronto tra Volkswagen, i clienti danneggiati e l'agenzia per la protezione ambientale (Environmental Protection Agency, EPA) annunciata dal giudice Charles Breyer nell'aula di tribunale di San Francisco giovedì è lungi dall'essere la fine della storia. Ciò significa che solo i querelanti civili sono finanziariamente soddisfatti, ma non ancora i commercianti che si lamentano e certamente non il Ministero della giustizia con la denuncia penale. Quindi molte domande rimangono senza risposta. In nessun caso VW sarà in grado di presentare i dati definitivi alla conferenza stampa annuale della prossima settimana, ma nella migliore delle ipotesi può stimare un terzo dei costi. Non è ancora chiaro quali auto possano essere riparate, se i clienti riceveranno quindi un risarcimento minore, quali sono le condizioni di riacquisto e come l'intera cosa dovrebbe / possa essere gestita. I conducenti di veicoli in leasing possono impostare immediatamente i tassi di leasing, ma è ancora aperto quanto sarà preciso l'insediamento.

Nelle negoziazioni precedenti, il giudice Breyer aveva ripetutamente sottolineato che non si preoccupava del danno fittizio calcolato per gli acquirenti di auto, "ma di far uscire queste auto dannose per l'ambiente dalle nostre strade". La "sostanziale compensazione", la sostanziale compensazione finanziaria per danni, non è stata ancora garantita. Nessuno ha ancora confermato se i 5.000 dollari citati dai media tedeschi siano stati specificamente concordati. Il giudice Breyer ha persino imposto un ordine di bavaglio o un divieto di parola e ha criticato le parti che la cifra di $ 5.000 era trapelata al pubblico. L'ex direttore dell'FBI Robert Mueller è stato l'arbitro ufficiale che i veicoli vengono riparati o riacquistati a spese della VW. Che aspetto abbiano le condizioni esatte è finora sconosciuto. VW si è anche impegnata a investire denaro in un fondo per la promozione e lo sviluppo di veicoli ecologici.

L'accordo non include 90.000 diesel da 3 litri nelle berline Audi e Porsche Cayennes. Il giudice Breyer vuole assicurarsi che questi casi problematici siano inclusi in un accordo. La VW ha già risposto con un comunicato stampa, che tuttavia sembra più positivo di quanto non lo sia davvero l'accordo. Come è noto, il diavolo è nei dettagli. E molto è ancora aperto.

Gli acquirenti di auto tedeschi non dovrebbero sperare di ottenere qualche migliaio di euro di risarcimento. "Le normative che stanno ora emergendo negli Stati Uniti non avranno alcun effetto legale nei procedimenti al di fuori degli Stati Uniti", formula VW legalmente corretta in modo evidente. Dovrebbe essere chiaro che con questa frase si programma un ulteriore fastidio tra i clienti tedeschi. Resta da vedere se VW può evitare una regolamentazione analoga in Germania.

Lascia un commento a "Il confronto VW è solo metà della battaglia e in dettaglio non ancora in un panno asciutto - molte domande sono ancora aperte"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*