La nuova BMW Serie 7: dove sono i salti del design e le vere innovazioni?

La nuova serie 7 fa a meno del grande salto di design. Credito fotografico: bimmertoday.de

In realtà, i nuovi sette all'IAA dovrebbero vedere la luce del pubblico per la prima volta a settembre. La stampa di molte foto di Erlkönig e della riuscita Mercedes Classe S ha quindi spinto la BMW a rimuovere staticamente il tessuto dal nuovo modello della BMW Welt a Monaco di Baviera il 10 giugno.

Il fatto che le foto abbiano raggiunto il pubblico in precedenza è probabilmente dovuto a un incidente di comunicazione. Ovviamente la BMW Austria ha cliccato accidentalmente su "pubblica" troppo presto. su Bimmertoday.de (probabilmente il sito web BMW Insider meglio informato), le immagini e le informazioni sono state poi portate nel mondo attraverso numerosi portali online.

Se osservi attentamente le informazioni che sembrano il testo ufficiale dell'opuscolo, la nuova Serie 7 potrebbe essere una delusione per molti. Se il lancio ufficiale in autunno non fa più nulla, il grande salto nel futuro atteso dai fan della BMW si è trasformato in un salto abbastanza piccolo. Particolarmente deludente per coloro che ricordano lo studio davvero innovativo "Vision Future Luxury", in cui tutti dovrebbero riconoscere i futuri sette. Allora perché la BMW ha deviato da esso? Questo studio avrebbe vestito perfettamente i nuovi sette. Qualcuno ha rallentato il salto nel futuro.

Quando si è trattato di design, il controverso ma di grande successo Bangle-XNUMX è stato coraggioso da anni luce. A proposito: sebbene il Bangle ne fosse responsabile, è stato modellato dal capo designer di oggi Adrian van Hoydonk.

Questo punto dolente è ancora nelle ossa dei decisori della BMW? È un peccato che la BMW abbia visibilmente abbandonato il coraggio del design, almeno con i nuovi sette.

Se dai uno sguardo superficiale, potrebbe essere percepito come un lifting migliore. Certamente questo è decisamente esagerato, ma non sarei sorpreso se la nuova settima non attirasse molta attenzione sulla strada. Se vedevi i veicoli mimetizzati che giravano per Monaco, vedevi già che era un settimo. Era già evidente che questa non è un'auto del futuro. Quella che è e deve essere la regola d'oro per una VW Golf, vale a dire non apportare grosse modifiche al design, in realtà merita una valutazione "insoddisfacente" per un marchio di design che BMW vuole senza dubbio essere ed è tuttora. La BMW ha dovuto studiare il design Vision Future Luxury incuriosito dai futuri sette. Sfortunatamente, il salto dallo studio alla realtà fa riflettere.

Non capisco come la redazione altrimenti critica di auto motor und sport possa esultare che i 130 chili risparmiati, il controllo dei gesti, il parcheggio autonomo in garage e il controllo adattivo predittivo del telaio dovrebbero essere un "pezzo pesante" per la concorrenza. I concorrenti hanno già "perso" tali sistemi sul mercato e in alcuni casi anche più peso.

ams ricorda giustamente il sistema iDrive, inizialmente criticato negli anni '1994 e poi adattato dai concorrenti. Sì, questi erano ancora salti di innovazione, che erano anche polarizzanti, ma erano altrettanto impressionanti come il primo sistema di navigazione al mondo su una BMW sette nel XNUMX. A quel tempo, il guidatore dell'innovazione, Wolfgang Reitzle, era il capo dello sviluppo della BMW, un visionario che a volte superava obiettivi realizzabili, ma non l'ho mai perso di vista e alla fine lo ha implementato. Non solo ha fatto impazzire la sua squadra con la sua idea di progresso, ma alla fine il risultato è stato fondamentalmente innovativo.

Se i futuri sette possono parcheggiare da soli in uno spazio di parcheggio stretto tra due veicoli o in un garage stretto, questo è un punto di vendita unico quanto il touchscreen o il controllo dei gesti. Il "display dello strumento multifunzione" è a miglia di distanza da un "cockpit virtuale" in un'Audi. "Il coraggio di innovare: certamente non puoi negarlo a BMW", afferma lusinghiero. Per il futuro sette.

Ciò dimostra anche il problema di un marchio forte: i clienti e i rappresentanti dei media sono viziati. Anche dalla BMW. Con un marchio come Dacia, non ti aspetteresti di vedere caratteristiche sensazionali in un nuovo modello. Ciò che sarebbe sensazionale per un marchio è il programma obbligatorio in BMW, ma non lo stile libero atteso e necessario.

Anche se i sette erano pieni di innovazioni tecnologiche con un punto di forza unico: il design della pelle esterna dovrebbe trasmettere questo a prima vista, rendere percettibile la tecnologia e un grande pezzo del futuro. Sfortunatamente, non è così. Lo scoprirai rapidamente in BMW - e presto dovrai fare un lifting.

La discussione interna è già iniziata.

La nuova serie 7 fa a meno del grande salto di design. Credito fotografico: bimmertoday.de

La nuova serie 7 fa a meno del grande salto di design. Credito fotografico: bimmertoday.de

Peter Groschupf

 

Lascia un commento a "La nuova BMW Serie 7: dov'è il salto di design e le vere innovazioni?"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*