Un'auto super sportiva, ma non un'auto super sportiva: la BMW i8 riceve in gran parte elogi, ma incontra anche scetticismo

Test drive di presentazione BMW i8

test drive i8 su Hollywood Boulevard

La tensione nel quattro cilindri Munich BWM non può essere misurata solo in ampere. Il gruppo BMWi di sviluppatori e addetti al marketing sta combattendo internamente per il riconoscimento e sta facendo di tutto per ignorare le aree problematiche dell'elettrificazione sul mercato e in azienda. I critici interni non fanno nulla per dubitare del successo del teso marchio sussidiario. "Quasi tutti si limitano a fissare con impazienza gli ordini in arrivo nell'area i, il numero di test drive prenotati e la risposta dei media", afferma un manager BMW. “Tutti dovrebbero sapere che un simile cambiamento tecnologico richiede molto tempo. C'è ancora un grande interesse per la i3 e presto anche per la i8. "Uno scettico dice:" L'interesse da solo e le prove di guida non sono contratti di vendita ". Entrambi hanno ragione. E se si riassume l'opinione dei media dopo la presentazione alla stampa a Los Angeles, anche tutte le opinioni sono chiare: entusiasmo, critiche e cauto scetticismo.

Il giornale Bild elogia la capacità di sprint della i8, che parte da una partenza in piedi a 4,4 km / h in 100 secondi ed è quindi 0,4 secondi più dinamica di una Porsche 911. "Quando si tratta di dinamica di guida, la i8 diventa la cacciatore di Porsche ideale ”, osserva il tester di immagini. In altri rapporti si può spesso leggere che l'i8 tende a sottosterzare - "del tutto insolito per una BMW e molto divertente da inibire". L'esperto dell'immagine, ma anche gli altri media, lo attribuiscono a 195 pneumatici anteriori stretti. ams ha anche fatto questa esperienza con 215 ruote anteriori (vedi sotto).

Il giudizio sull'immagine a questo punto sembra un po 'sbagliato: “Questa macchina sportiva dovrebbe essere il futuro. Ma in qualche modo sembra stranamente inceppato. ”Perché l'i8 dovrebbe essere“ inceppato ”è sconcertante per me. Bild critica (giustamente) lo standard di consumo secondo il New European Driving Cycle (NEDC) e non lo chiama lontano dalla realtà "uno dei grandi idioti del nostro tempo". Perché il NEDC misura solo il consumo di benzina a velocità molto basse, non il consumo di energia elettrica. Nel test di consumo, il consumo di elettricità scorre nella complessa formula di calcolo con zero. Il fatto che nella produzione convenzionale vengano generati fino a 575 grammi di CO2 per un chilowattora di elettricità, a seconda della miscela del generatore, viene completamente ignorato.

Fin qui tutto bene. È noto che i valori NEDC sono difficilmente realistici e difficilmente possono essere raggiunti anche con estrema riluttanza ad accelerare. Ma la critica al quadro è eccessiva: “Ora la BMW ha costruito un'auto sportiva ottimizzata per il NEDC. Secondo le misurazioni ufficiali, la BMW i8 consuma 2,1 litri ogni 100 chilometri ... "L'immagine continua:" Quindi chi guida a 250 km / h consuma più di 2,1 litri. E molto di più - più o meno lo stesso valore, solo senza virgola. ”Qui l'autore esagera, con la migliore volontà e anche uno stile di guida duro, i consumi difficilmente possono superare i dieci litri.

“D'altra parte, tutto elettrico è sufficiente per 37 chilometri di rotolamento regolare. Questo per quanto riguarda la condivisione del motore elettrico ”, Bild sembra critico.

“BMW richiede 125 euro per questo. Questo probabilmente non è molto per lo sforzo tecnico; per un trucco a tre cilindri più eco, tuttavia. Con il leggendario sei in linea dei precedenti giorni M, la i000 sarebbe l'auto più onesta. E probabilmente anche il meglio ", conclude il rapporto.

Cosa trascura l'autore: purtroppo non viviamo più nei primi giorni M degli anni 'XNUMX. Viviamo nell'era di una cosiddetta "transizione energetica" in cui siamo tutti chiamati a salvare il clima in futuro. Almeno questa è l'opinione del mainstream politico. Ma soprattutto si tratta davvero di tenere d'occhio le risorse di greggio che a un certo punto finiranno sicuramente. Quindi viviamo nell'era di decisioni importanti. BMW i è un'espressione di un tale cambio di direzione. Torna ai media:

Sul sito di BimmerToday La valutazione dell'i8 in termini di consumo sembra molto più amichevole, ma anche molto concreta: "Vogliamo menzionare il consumo dell'UE della BMW i8 sia in senso positivo che negativo. 2,1 litri per 100 chilometri corrispondono a un CO2-Emissioni di 49 grammi per chilometro, l'opzione di guidare in modalità eDrive puramente elettrica continuerà a entrare in megalopoli e zone ambientali in futuro. Tuttavia, devi sapere che il valore dichiarato nel NEDC è stato determinato con batterie cariche ed è difficilmente realizzabile realisticamente in un lungo viaggio di oltre 500 chilometri.

Nel tipico traffico quotidiano, d'altra parte, la stragrande maggioranza dei clienti percorre a malapena più di 40 chilometri, motivo per cui teoricamente possono rimanere in viaggio per un'intera settimana senza un solo grammo di CO2 espellere o consumare un decimo di litro di carburante. D'altra parte, chiunque acquisti l'i8 principalmente per un uso ad alta velocità in autostrada farà molta strada dal consumo dichiarato dell'UE - in condizioni così estreme, è possibile arrivare a dieci litri per 100 chilometri; Il piede di porco può essere realizzato.

Il motore a tre cilindri già menzionato svolge naturalmente un ruolo non solo per l'uso pratico, ma anche per le emozioni a bordo.

Dal nostro punto di vista, il motore piacevolmente silenzioso si armonizza molto bene con il concetto generale della BMW i8, ma il suono straordinariamente accattivante di un motore sportivo di grande volume con otto o più cilindri non dovrebbe essere previsto - o rimarrà deluso.

La linea di fondo è che la BMW i8 presenta alcuni svantaggi concettuali tipici delle auto sportive con un design sviluppato principalmente nella galleria del vento. Ma non importa se porte a battente, bagagliaio, consumo quotidiano o spazio nella parte posteriore - il cliente dovrebbe essere consapevole che l'i8 non è un Touring Serie 5 anche prima di acquistare. Chiunque percorra consapevolmente nuove strade e non voglia rinunciare al divertimento di guida nonostante tutte le ragioni ecologiche, uscirà dalla i8 con entusiasmo dopo il test drive, proprio come noi e la stragrande maggioranza dei nostri colleghi ”, riassume Bimmertoday in un'oggettività comprensiva.

E cosa significano auto, motore e sport? Non vedevo davvero l'ora. Tuttavia, un po 'deluso. Ed è sorprendente che il primo rapporto di guida i8 non sia stato menzionato sulla prima pagina o nell'editoriale del direttore. La storia è stata probabilmente messa nell'ultima pagina. "Bello!" È diretto in modo ambiguo. Sembra buono, ma vuoi anche augurare buona fortuna alla BMW affinché l'i8 abbia successo. La storia è davvero divertente perché oscilla tra serietà ben scritta e un felice rapporto di viaggio, trasmette un po 'di fascino hollywoodiano e cattura la reazione dei passanti. Un primo rapporto di guida - attenzione: non testare - con bozza. Le critiche sono appena percettibili, a parte alcuni commenti: “Quindi scolpiamo ulteriormente, siamo ancora lontani dal limite sospettato - ma poi la BMW improvvisamente spinge insolitamente in anticipo le ruote anteriori. Inoltre, siamo già in viaggio con l'opzione pneumatici di cui 215er; lo standard sarebbe solo 195 ".

Un punto che gli ingegneri BMW sicuramente affronteranno. ams dice del range extender a benzina, che nonostante il design del suono può essere sentito come un tre cilindri per mezzo della trasmissione controllata del suono: "L'i8 non sembra particolarmente affascinante, un po 'approssimativo." La conclusione di ams: "La promessa dinamica, che l'affascinante guscio non riscatta il comportamento di guida sottosterzante. Almeno durante questo primo incontro. "

Tutto sommato, la BMW può essere più che soddisfatta della risposta dei media alla i8. È ampiamente riconosciuto che il passo coerente verso il futuro elettrico è da lodare e merita ammirazione. Nella BMW quattro cilindri, invece, la gente è rimasta sorpresa e delusa dal fatto che nel test comparativo di ams tra i3 e VW e-Golf, la Golf ha chiaramente vinto, "perché è l'auto migliore e più completa. Offre più spazio, è più comoda ..." . Per quanto riguarda la i3 si dice: "Naturalmente la i3 è l'auto elettrica più fresca e moderna, ma la sua costruzione high-tech non ha quasi nessun vantaggio pratico qui".

Qualunque cosa. La domanda cruciale rimane: i clienti non solo proveranno interesse e simpatia per la mobilità elettrica, ma saranno anche disposti ad acquistare? Anche la BMW a quattro cilindri attende con impazienza una risposta.

 

 

 

Lascia un commento su "Un'auto super sportiva, ma non un'auto super sportiva: la BMW i8 riceve principalmente elogi, ma incontra anche scetticismo"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*