Il boss della BMW Norbert Reithofer riferisce di circa 1000 i3 vendute a marzo e si affida principalmente agli Stati Uniti per BMW i: "Vogliamo rimanere il numero uno nel segmento premium"

BMW Reithofer: successo del primo trimestre BMWi

Il boss della BMW Norbert Reithofer al lancio dell'i3 a New York

Se 20 anni fa il capo di una casa automobilistica avesse fatto notare con orgoglio che la prima vettura sportiva veniva costruita con un tre cilindri, si sarebbe frainteso. Solo un lapsus avrebbe collegato un'auto sportiva a tre cilindri. In una teleconferenza il 6 maggio 2014, il CEO di BMW Norbert Reithofer ha detto esattamente questa frase e ne è stato fiero. La prima vettura sportiva con tre cilindri! Chi l'avrebbe mai pensato possibile. Infatti la i8, la sportiva BMW con tre cilindri e motore elettrico, ha segnato una sorta di svolta per il marchio bianco-blu. Nessuno sa ancora quanto velocemente i tempi cambieranno effettivamente nel mercato e quanto velocemente verranno vendute quantità maggiori. Ma il primo passo è stato fatto. Di conseguenza che - mi ripeto - è da ammirare.

Come ha spiegato Norbert Reithofer nella sua teleconferenza trimestrale, sono molto soddisfatti dello sviluppo in BMW i. La BMW i3 è disponibile anche negli USA da pochi giorni. "E l'interesse dei clienti, soprattutto in California, è grande."

Reithofer continua: “I clienti americani sono particolarmente aperti a nuove forme di guida. Partiamo dal presupposto che la maggior parte dei BMW i3 saranno venduti negli Stati Uniti. Abbiamo la California in particolare come mercato rilevante per i veicoli elettrici. La California è considerata un trend setter per l'intero mercato statunitense. I3 è disponibile in Giappone dall'inizio di aprile. La Cina seguirà più avanti nel corso dell'anno. La produzione nello stabilimento di Lipsia sta accelerando secondo i tempi, con 100 veicoli al giorno. Dall'inizio dell'anno abbiamo costruito oltre 5.000 BMW i3. Gran parte della produzione è stata finora consegnata ai mercati come veicoli dimostrativi ed espositivi. ”Reithofer ovviamente non vuole essere incolpato dell'esagerazione, perché i veicoli dimostrativi non sono semplicemente auto vendute.

L'i8 sarà lanciato a giugno, ha affermato Reithofer. Unisce tre novità mondiali. È stata la prima auto sportiva ibrida plug-in con l'architettura BMWi Life Drive, la prima auto sportiva con un motore a tre cilindri e il primo veicolo di produzione con tecnologia a luce laser.

Inoltre, Reithofer ha annunciato la prima BMW con trazione anteriore, la BMW Serie 2 Active Tourer per i clienti "che finora non hanno trovato un'offerta adatta alla BMW". La BMW vuole rimanere ai vertici dei produttori premium nel 2020, ha sottolineato il capo BMW, sottolineando che la BMW è al vertice da un decennio.

La BMW ha dovuto affrontare molte sfide. Ecco perché osservi tutte le tendenze rilevanti nell'ambiente dell'azienda. Dopotutto, si tratta di sviluppare ulteriormente il marchio in modo contemporaneo, conquistando nuovi clienti e allo stesso tempo mantenendo l'identità. L'obiettivo è ancora una crescita redditizia. Nel 2014 è stato raggiunto un nuovo record di vendite di oltre due milioni di veicoli, un nuovo record per gli utili del Gruppo al lordo delle imposte e un margine EBIT nel segmento automobilistico dell'XNUMX-XNUMX percento.

Il BMW Group ha venduto 487.000 veicoli nel primo trimestre. Solo il marchio BMW è stato in grado di vendere oltre 400.000 auto. "30 anni fa, ciò corrispondeva ancora alle vendite di un anno intero", ha dichiarato Reithofer. Ma cosa sarebbe tutto questo senza il profitto: gli utili del Gruppo prima delle tasse hanno stabilito un nuovo record a 2,1 miliardi di euro.

Numeri record anche nello sviluppo dello stabilimento di Spartanburg, dove la BMW prevede di investire un miliardo di dollari entro il 2016. La capacità produttiva è aumentata a 450.000 veicoli all'anno. Questo è il 50 percento in più rispetto ad oggi. Reithofer ha anche fatto riferimento all'intero portafoglio di prodotti di successo e alla varietà che offre.

“Continueremo a investire in nuovi modelli, tecnologie innovative e sedi in tutto il mondo. La nostra forza innovativa, la nostra forza finanziaria e il nostro successo economico ci offrono lo spazio di manovra necessario. Continuiamo ad andare per la nostra strada per rimanere i numeri uno in futuro. "

Lascia un commento a "Il boss della BMW Norbert Reithofer riporta circa 1000 i3 venduti per marzo e si affida principalmente agli Stati Uniti per BMW i:" Vogliamo rimanere il numero uno nel segmento premium ""

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*