Valori limite di CO2: Dieter Zetsche vuole uscire dal "commercio dei tappeti" e chiede che l'industria automobilistica abbia voce in capitolo nel processo politico.

I critici automobilistici sicuramente si batteranno le mani sopra la testa. Il capo della Daimler Dieter Zetsche non è soddisfatto delle normali attività di lobbying a Bruxelles, ma, in qualità di leader del settore automobilistico, chiede anche alle case automobilistiche di essere direttamente coinvolte nel processo politico per la determinazione del valore limite dell'UE. I Verdi schiumeranno e inizieranno la loro poesia di Save the World, le associazioni ambientaliste denunceranno la richiesta di Zetsche come scandalosa, il governo centrale di Bruxelles sarà oltraggiato: il CEO di una casa automobilistica non ha mai osato unirsi al tavolo delle trattative per decisioni politiche ,

Dieter Zetsche potrebbe aver infranto questo tabù politicamente scorretto, ma in effetti abbastanza giustamente. Sarebbe bello se non rimanesse solo con questo annuncio pubblico. 

Ciò che può sembrare estremamente provocatorio per alcuni è solo ragionevole. Il desiderio di Zetsche, formulato in un evento dello Stuttgarter Nachrichten, è abbastanza giustificato, perché i politici non sono ingegneri. Chiunque sappia con quale frequenza le normative legali possono essere implementate solo usando il metodo pollice e freccia deve accogliere con gratitudine la proposta di Zetsche. Perché la politica europea non segue le leggi fisiche, ma solo le linee guida ideologiche. Mentre i commissari UE vogliono adottare norme di consumo sempre più rigide per salvare il mondo, a loro piace salire sulle famose auto aziendali di alta classe. Che cosa significhi raggiungere un consumo medio di meno di tre litri per 100 km non è chiaro a nessuno degli uomini. Non solo lo sforzo tecnico è immenso. Se il consumo della flotta sarà simile a questo dal 2025, le berline premium ad alte prestazioni difficilmente possono essere vendute in Europa, anche se consumano solo sette litri onesti. L'industria tedesca leader a livello mondiale potrebbe anche continuare a vendere i suoi veicoli di grandi dimensioni in tutto il mondo perché i veicoli venduti lì non sono inclusi nel calcolo. Ma la mancanza di quantità in Europa comporterebbe un pesante onere per le considerazioni commerciali. Inoltre, la produzione continuerebbe a seguire i mercati e comporterebbe cambiamenti drastici per il mercato del lavoro tedesco.

I produttori cinesi vengono ancora derisi, ma prima o poi stanno spingendo massicciamente nel segmento premium. Se all'industria di punta della Germania è consentito vendere auto di piccole dimensioni in Europa, ciò rappresenterebbe un grave problema. Il Cancelliere non può permettere che ciò accada.

A Stoccarda, Zetsche ha chiarito che l'industria automobilistica "ha raggiunto il limite assoluto tra le esigenze necessarie ed eccessive". È stato supportato dal commissario per l'energia Oettinger. Anche per quanto riguarda l'ammissibilità dei veicoli elettrici con supercrediti, che dovrebbe essere conteggiato un multiplo dei numeri effettivi. Sebbene ciò sia altamente controverso nell'UE, Oettinger è ottimista: "Saremo in grado di raggiungere un compromesso sostenibile entro la fine dell'anno".

Nel bel mezzo della discussione sul valore limite e delle decisioni dell'UE rinviate su istigazione del governo federale, ha colpito anche i media una donazione di quasi 700.000 euro dalla famiglia Quandt (BMW) alla CDU. Questo deve anche chiamare l'ultimo teorico della cospirazione sulla scena. La famiglia dona regolarmente ingenti somme alla CDU negli anni delle elezioni. È comprensibile che il caposquadra verde eletto Jürgen Trittin non si lasci sfuggire questa occasione per colpirla. Dice su Twitter: “Per 690.000 euro. Le famiglie Quandt e Klatten della BMW acquistano la politica climatica della Merkel il 09.10.13 ottobre XNUMX ”. Il politico professionista dovrebbe sapere quali sciocchezze sta twittando. Gli stessi Verdi chiedono donazioni sui loro siti web e certamente non rifiuterebbero una donazione di grandi dimensioni. È davvero ridicolo credere o sottintendere che un governo federale cambierebbe le leggi sulle arachidi (noccioline, dati i miliardi di spesa). Ed è un'accusa dannosa ai Quandt e ai Klatten che hanno donato per influenzare le regole di consumo delle auto.

Secondo Spiegel online, l'esperto di diritto amministrativo Hans-Herbert von Arnim ha dichiarato: “Formalmente, le donazioni non sono discutibili. Tuttavia, hanno un sapore. È evidente un collegamento politico tra le grandi donazioni della famiglia proprietaria della BMW e le azioni dell'Unione e del suo ministro dell'ambiente favorevoli all'industria automobilistica ". Anche lui non può fare a meno di insinuare che ci sia una connessione politica.

Nessuno parla del fatto che l'SPD abbia ricevuto anche 287.000 euro da Daimler, BMW e un privato in primavera. Chi dovrebbe essere conquistato qui per una certa decisione politica?

Se le grandi donazioni dell'industria sono viste in modo così critico, allora c'è solo una soluzione: in futuro, la politica proibirà le donazioni di una certa entità ai partiti politici. Sarebbe il modo più pulito. Il fatto che la donazione Quandt / Klatten non sia stata esattamente ben pensata in termini di tempistica dimostra che nessuno qui voleva scambiare donazioni con la politica. È solo un peccato che con questa donazione la credibilità dell'industria automobilistica in termini di dibattito sulla CO2 sia danneggiata, almeno nella percezione pubblica. Adesso le voci critiche del settore potranno balzare di nuovo su uno “scandalo” che guiderà i media nei prossimi giorni. E in futuro la famiglia di azionisti BMW si chiederà con molta attenzione se una donazione ha senso se ti viene incontro. Perché le decisioni politiche vengono prese tutto l'anno. In questo modo, ogni donazione può essere correlata a qualsiasi decisione nel tempo.

 

Lascia un commento a "Valori limite di CO2: Dieter Zetsche vuole uscire dal" commercio dei tappeti "e chiede che l'industria automobilistica abbia voce in capitolo nel processo politico - una grande donazione alla CDU è uno scandalo?"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*