Greenpeace ringrazia Mercedes-Benz per il vantaggio netto nel refrigerante, ma critica l'elevato consumo dei veicoli

Questa è più che una sorpresa: mentre i Verdi del Bundestag accolgono con favore la decisione del Ministro dell'Industria francese di rifiutare di consentire il rilascio sul mercato di vari modelli Mercedes-Benz a causa del riempimento con il vecchio refrigerante Greenpeace la decisione della controllata Daimler. Mercedes-Benz ha riscontrato un "estremo pericolo di incendio" con il nuovo refrigerante R1234yf nei crash test. In incidenti simulati, un tubo perdeva e il refrigerante ha incendiato il veicolo in modo spettacolare. Il Commissione UE non vuole accettarlo e sollecita la decisione di utilizzare il nuovo refrigerante solo in futuro. Si dice che 82 veicoli abbiano già bruciato durante i test, motivo per cui Daimler ha deciso di prendere la sicurezza.

Ora ha Wolfgang Lohbeck gettato nella breccia di Greenpeace per Daimler e chiarito che le normative UE che dovrebbero proteggere l'ambiente possono essere dannose per l'ambiente. A proposito: chi ha chiesto a Bruxelles in merito ai regolamenti per le lampade a risparmio energetico come si possono smaltire i metalli pesanti tossici nelle luci? Il nuovo refrigerante sembra anche essere un puro veleno ambientale. I Verdi nel Bundestag dovrebbero ottenere informazioni da Greenpeace invece di criticare ciecamente Daimler. Ecco l'intervista con l'esperto di traffico di Greenpeace Wolfgang Lohberg sul sito Web di Greenpeace.de, che, tuttavia, chiarisce anche che Daimler non è dalla parte del tutto.

Com'è che Greenpeace fa campagne per l'agente R134a utilizzato da Daimler, anche se danneggia l'ambiente?

Wolfgang Lohbeck:Greenpeace non sta né facendo una campagna per R134a, né stiamo dalla parte di Daimler. Ma ci opponiamo all'introduzione di nuovi dannosi CFC- Sostanze successore come il refrigerante R1234yf. Greenpeace si batte per i refrigeranti naturali dal 1991. Con il frigorifero Greenfreeze, abbiamo dimostrato per la prima volta nel campo della tecnologia domestica che i gas fluorurati non sono solo dannosi ma anche tecnicamente del tutto inutili.

Com'è l'equilibrio ambientale del nuovo refrigerante?

Wolfgang Lohbeck: Non così roseo come dicono i produttori Honeywell e Dupont. Il nuovo agente in realtà produce meno di un effetto serra. Ma le vere conseguenze di questa nuova generazione di CFC- La prole è completamente imprevedibile. Naturalmente, ci addolora che questo significhi un periodo di transizione più lungo per R 134a. Rispetto a crearne di nuovi CFC- Gas successori è il male minore.

La EU Daimler minaccia di pagare multe se la società con sede a Stoccarda continua a utilizzare il vecchio refrigerante e la Francia minaccia persino di vietare i modelli Mercedes. Cosa pensa Greenpeacenun debba accadere?

Wolfgang Lohbeck: Legalmente, la Francia sta camminando su un ghiaccio molto sottile. Con il loro minacciato divieto, i nostri vicini fanno riferimento al cosiddetto articolo 29 dell'ordinanza sulle licenze. Ciò consente l'adozione di misure di protezione in caso di "rischio considerevole per la sicurezza stradale". Dal nostro punto di vista, questo non esiste. Il EUDaimler dovrebbe consentire l'uso temporaneo del vecchio refrigerante, ma limitare questo periodo strettamente. Sono state a lungo disponibili alternative sicure ed ecologiche.

Che aspetto ha questa alternativa?

Wolfgang Lohbeck: L'aria condizionata ideale non è l'aria condizionata. Perché ogni sistema di climatizzazione aumenta significativamente il consumo di carburante. Tuttavia, se i sistemi di condizionamento dell'aria sono comuni in quasi tutti i modelli, come è comune oggi, devono lavorare con refrigeranti naturali. Co2 è, ad esempio, un refrigerante naturale provato ed efficiente. In linea di principio, le case automobilistiche tedesche hanno già sostenuto il 2007 Co2 deciso come refrigerante e i nuovi refrigeranti per gas fluorurati sono stati espressamente respinti.

La casa automobilistica non ha fallito non potendosi affermare con la propria posizione?

Wolfgang Lohbeck: Prima di tutto, il EU fallito: invece di impostare solo il valore massimo consentito della serra (GWP 150) come limite superiore, in quel momento avrebbe dovuto proibire esplicitamente i refrigeranti a base di gas fluorurati. Quello sarebbe dopo l'esperienza con CFC , FKW aspettarsi. Soprattutto sullo sfondo che il EU ha lavorato allo stesso tempo su una direttiva per vietare questi gas fluorurati. Naturalmente anche il fatto che i produttori tedeschi si siano piegati alla pressione internazionale della lobby chimica è stato un errore.

Daimler e Greenpeace sono ora migliori amici?

Wolfgang Lohbeck: Certo che no. Daimler costruisce le auto con il più alto consumo medio dei produttori premium tedeschi. Ne siamo critici. Ma il coraggio di Daimler, l'impegno del EU D'altro canto, accogliamo con grande favore il rifiuto dei refrigeranti nei sistemi di condizionamento dell'aria richiesti dalla legge dall'inizio dell'anno. Continueremo a monitorare criticamente Daimler e chiederemo che giungano a una soluzione rapida.

 

 

 

Lascia un commento a "Greenpeace ringrazia Mercedes-Benz per il vantaggio del refrigerante, ma critica l'elevato consumo di veicoli"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*