Un interessante contributo al tema dei periodi di blackout….

Non dovrebbe diventare la regola che i testi pubblicati qui vengano ristampati. Ma quello che ha detto il mio collega Stefan Anker sul mondo http://bigblog.welt.de/ sui periodi di blackout in generale e su cui scrive la Classe S non è solo interessante, ma anche in qualche modo onorevole. Anker affronta i problemi, ma continua a rispettare gli accordi. Esemplare! Anche se il pubblico non è interessato, è trasparente mostrare in quali problemi di appuntamento è coinvolto un editore di automobili. Anche per i reparti stampa delle case automobilistiche. E anche per i redattori capo, che tendono a chiedere inconsapevolmente: "Perché non abbiamo l'argomento prima della competizione?"

Ecco il testo di Stefan Anker:

Ieri ho guidato la nuova Mercedes Classe S come uno dei pochi giornalisti. Quindi potrei scrivere qualcosa di esclusivo, ma c'è una buona ragione per non farlo.

Il motivo si chiama periodo di blocco. È un'invenzione interessante che si basa sulla fiducia reciproca e porta vantaggi reciproci. Il mio vantaggio è che conservo un viaggio d'affari più lungo (il lancio effettivo della Classe S avverrà a Toronto all'inizio di luglio) e, alla fine del periodo di blocco il 2 luglio, non devo mettere un rapporto flash scritto online. Il vantaggio di Mercedes non è così evidente: suppongo che sperano solo di poter scrivere con calma qualcosa di dettagliato per il loro "mondo" sulla loro auto. Nel caso delle riviste specializzate, che sono anche invitate, sanno che possono solo realizzare una storia fotografata individualmente sotto la protezione del periodo di blackout (a causa dei lunghi tempi di consegna nella stampa di riviste) - ed entrambe le parti sono interessate a questo. Sto solo correndo in questo gioco, ma sono contento dell'atmosfera più calma della riunione (compresi più partner di conversazione disponibili) - e ovviamente della fiducia.

Sebbene di solito firmi per il rispetto dei periodi di blackout (a volte le multe sono anche minacciate di violazioni, ad esempio 50.000 euro), non ho mai sentito parlare di interruttori blackout effettivamente utilizzati per effettuare pagamenti. Quindi probabilmente potrei facilmente menzionare qui come guida la Classe S. Ma io no. Non lo faccio mai.

Di solito non seguo nemmeno l'esempio quando altri hanno rotto i periodi di blackout di fronte a me, cosa che accade nel mondo online. Sono vecchio stile: se qualcuno viene verso di me, non devo fare un passo davanti ai miei stinchi come ringraziamento. Con la Mercedes, tuttavia, potrebbe essere stancante rimanere piacevoli perché il mio vantaggio potrebbe anche trasformarsi in uno svantaggio. Perché per la Classe S hanno avuto uno strano periodo di blocco: il 2 luglio senza tempo per la stampa e il 2 luglio alle 18 per online.

Ciò significa che un rapporto di guida potrebbe apparire sui giornali che compaiono il 2 luglio. Il 2 luglio è un martedì, non esiste una pagina del motore nel "mondo", ma con questo modello indubbiamente significativo potremmo scegliere un rapporto di guida fuori linea. Certo, non posso ancora saperlo, il caporedattore lo determinerà e sicuramente non prenderà questa decisione prima del 1 luglio.

I giornali che compaiono il 2 luglio vengono stampati il ​​1 ° luglio e alcuni sono già consegnati (vendita bar). Questo non dovrebbe essere il mio problema, conosci bene questa connessione alla Mercedes e l'hai considerata. Ma se esiste già un rapporto di guida nel "Welt" lunedì sera / martedì mattina, perché è consentito apparire su welt.de solo martedì sera? Bene, se faccio concorrenza a me stesso, non è poi così male. Ma il 2 luglio è un martedì, e le pagine "Technik und Motor" di "FAZ" appaiono il martedì. Senza aver parlato con il mio collega "FAZ" che era lì ieri, sono sicuro che avrà la sua storia sul giornale il 2 luglio. Quale piattaforma online dovrebbe rimanere ferma fino al 2 luglio alle 18:XNUMX?

Bene, probabilmente tutti coloro che non sono stati in grado di inviare un reporter per pre-lanciare la Classe S. Ma ne ho visti almeno due e non ho siti "AutoBild", "Auto, Motor und Sport" e "Auto-Zeitung"? (E le riviste automobilistiche sono piuttosto spietate quando si tratta di rompere il periodo di blackout.) Inoltre, i primi colleghi avranno l'opportunità di generare rapporti molto rapidi durante la presentazione di guida il 1 ° e 2 luglio in Canada.

Per me, la Classe S è una delle tre auto più importanti e interessanti al fianco di VW Golf e Porsche 911. Perché probabilmente puoi svegliare ogni tedesco di notte e ottenere un sì, anche se assonnato, quando gli viene chiesto se conosce una di queste macchine. Questo vale anche per le persone che non si preoccupano delle auto.

Quindi ho un interesse significativo nel fatto che quante più persone possibile leggono il mio rapporto di guida sulla Classe S e non chiunque altro appaia prima del mio perché qualcuno ha rotto il periodo di blocco. Quindi il 2 luglio mi siederò alla mia scrivania e guarderò sospettosamente Internet. In nessun caso sarò il primo a interrompere il periodo di blocco. Va bene anche per me (beh, metà ok) che la "FAZ" abbia un piccolo vantaggio, le date di blocco sono stabilite dalle case automobilistiche in modo che l'una o l'altra siano in anticipo. Abbiamo anche avuto l'opportunità nel "Welt" di pubblicare storie importanti nel fine settimana prima della comparsa di "Technik und Motor". Ma se due, tre o anche più piattaforme online prevalgono sul periodo di blocco il 2 luglio perché non possono sopportare l'arretrato rispetto alla "FAZ", dovrei guardarlo e andare in bianco con il mio testo?

Quello onesto sarebbe quello stupido - per evitare questo dilemma, si potrebbe ovviamente trovare un altro regolamento, c'è ancora un po 'di tempo fino al 2 luglio. E non sarebbe la prima volta che i periodi di blackout sono stati adeguati e modificati. Ad esempio alle 0:6 o alle 9:XNUMX o almeno alle XNUMX:XNUMX Proprio come un'idea.

 

Lascia un commento su "Un interessante contributo al tema dei periodi di blackout ..."

Lascia un commento

L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato.


*

*