"Lo standard di emissione Euro 7 della Commissione UE è politicamente voluto fine per i motori a combustione"

Automobilclub Mobil in Deutschland eV vede la fine del motore a combustione interna e conseguenze drammatiche per l'industria automobilistica in vista della normativa Euro 7 che si profila all'orizzonte, che entrerà in vigore nel 2025.

Lo standard Euro 7 previsto prevede standard di emissione chiaramente rigorosi per i veicoli a motore a partire dal 2025: i nuovi veicoli emetteranno quindi solo 30 mg di NOx (ossido di azoto) per chilometro e, in un secondo scenario, solo 10 mg per chilometro. Il limite attuale è di 60 mg per la benzina e 80 mg per i veicoli diesel. Inoltre, i valori limite di CO2 devono essere drasticamente ridotti a 300 o 100 mg a seconda della categoria del veicolo. Inoltre, dovrebbe entrare in vigore un significativo inasprimento delle condizioni di misurazione durante il Real Drive Emissions Test (RDE) per rispettare i valori limite. Devono essere rimosse tutte le eccezioni precedentemente consentite nella RDE, ovvero prove contrarie al reale utilizzo quotidiano della maggior parte delle auto in situazioni estreme (temperature estremamente basse, guida a tutto gas, guida ad alta quota o traino di un rimorchio).

Scopri di più

L'autore ospite Harald Kaiser sul quasi incidente di Tesla

È difficile da credere, ma il ragazzo glamour della scena mondiale delle auto elettriche ha effettivamente parlato di una tacca. Elon Musk, il capo di Tesla, ha recentemente ammesso francamente che non è passato molto tempo da quando Tesla è quasi fallita. Musk ha rivelato su Twitter che era abbastanza vicino. Ecco il tweet originale del 3 novembre:


La VDA sta spingendo per l'espansione dell'infrastruttura di ricarica per la mobilità elettrica: l'UE vuole vietare i motori a combustione dal 2025

Il presidente della VDA Hildegard Müller prende l'iniziativa che Angela Merkel e il governo federale avrebbero dovuto prendere molto tempo fa. La ballerina dei sogni sulla mobilità elettrica Angela Merkel ha dovuto dire addio da tempo al suo sogno illusorio di avere un milione di auto elettriche a batteria sulle strade tedesche nel 2020, ma non ha fatto molto per creare il quadro più importante per questo: un'infrastruttura di ricarica costruire. Il piano della Commissione Europea per vietare praticamente i motori a combustione attraverso requisiti tecnicamente impraticabili è stato severamente criticato dalla VDA.

Hildegard Müller ora si precipita ad aiutare le elettrofantasie ad alta quota in piedi. "Vorrei quindi organizzare un vertice sulle stazioni di ricarica con tutti i soggetti coinvolti, con l'industria energetica, l'edilizia abitativa, l'industria degli oli minerali, con gli aeroporti, i parcheggi e gli operatori delle stazioni di servizio, ovviamente con il governo federale, gli stati e i comuni, e prima di Natale Il presidente della VDA ha inviato un segnale per il "vertice automobilistico" della prossima settimana e il governo è sotto pressione per sostenere questa iniziativa.


Kia XCeed Plug-in Hybrid: Economico sull'onda dello zeitgeist

I SUV con una E nella targa appaiono sempre più spesso. Ciò che può essere inteso come riferimento a un veicolo elettrico non significa che sia guidato senza un motore a combustione interna. Gli ibridi plug-in sono in aumento perché molti clienti vorrebbero passare alla mobilità elettrica, ma non vogliono fare a meno di un'autonomia effettivamente illimitata. Il motore a scoppio a bordo rende obsoleta la ricerca di panico di una stazione di ricarica. La Kia XCeed Plug-in Hybrid soddisfa pienamente lo spirito del tempo automobilistico.

 


"Stiamo per rovinare la nostra industria automobilistica e quindi anche il cuore dell'economia tedesca"

Mobil in Deutschland eV in un'intervista al Prof.Dr. Hans-Werner Sinn:

Prof. Dr. Hans-Werner Sinn è uno dei più noti ricercatori economici in Germania ed è stato per molti anni presidente del rinomato Ifo Institute. Dott. Michael Haberland, Presidente dell'Automobilclub Mobil in Deutschland eV, ha recentemente incontrato il "luminare dell'economia" tedesco a Monaco e ha posto domande attuali su automobili, mobilità e politica:

Dott. Michael Haberland: Qual è stata la tua prima macchina?


Notizie dal rumor mill: arriva una nuova rivista BMW o no?

La comunicazione dei clienti con le riviste cartacee è da anni uno strumento altamente volatile per le case automobilistiche tedesche. Quando viene annunciata una crisi, i budget vengono tagliati o le riviste vengono completamente interrotte. A volte vengono offerti solo online in forma digitale. Tuttavia, le ricerche di mercato confermano ripetutamente che gli strumenti stampati sono importanti per la fidelizzazione dei clienti.

Come riporta il noto servizio di informazioni del settore LOUT, BMW sembra stia pensando a una nuova rivista cartacea. Guarda anche https://lout.plus/Experten/BMW-Magazin-alleine-stemmen-oder-bleiben-lassen.html


Premio per il design "Autonis": Audi cinque volte al primo posto, BMW "miglior marchio di design dell'anno" e Mercedes-Benz crea "miglior design degli interni"

Quando auto motor und sport richiede la selezione delle migliori innovazioni di design ogni anno, una cosa è certa: i lettori decidono. Non una giuria di esperti, ma chi compra auto e dice quello che gli piace di più.

Quest'anno sono stati premiati non meno di cinque modelli Audi, mentre BMW è stata votata "Miglior marchio di design dell'anno", un premio a cui Mercedes-Benz aveva precedentemente sottoscritto e questa volta è stato assegnato per "miglior design degli interni". In totale, c'erano più di 100 nuovi modelli di vari produttori tra cui scegliere. Circa 16.000 partecipanti hanno espresso i loro voti nel sondaggio dei lettori.