Carlos Tavares, capo di Stellantis: Non era l'industria a volere le auto elettriche, ma la politica

 

Quando i politici si confrontano con domande sul senso e sull'assurdità delle auto elettriche, si sente particolarmente spesso una risposta: l'industria ha deciso da tempo a favore della mobilità elettrica, è già "molto più avanzata". Tuttavia, non è vero. L'industria è costretta dalla politica a favorire la mobilità elettrica. Ma ora, dopo la BMW, un altro produttore si sta staccando dalla mandria di coloro che vedono acriticamente la mobilità della batteria come l'unica tecnologia in grado di salvare vite umane.

 

Scopri di più

auto, motore e sport: sorprendentemente sottilmente auto-critici

È sorprendente come anche l'ex corpo centrale degli amici a tutto gas "auto motor und sport" sia sottilmente critico per l'auto. Alcune cose potrebbero anche essere nel "taz" ostile all'auto.

Con mio grande stupore, il caporedattore digitale Jochen Knecht ha scritto nella lettera Moove in modo un po' polemico contro le dichiarazioni del ministro dei trasporti designato Volker Wissing. Ha lanciato "candele fumogene diesel". Knecht scrive: “Che è Avvocato per automobilisti vede, si basa solo sull'interpretazione dei colleghi di SPIEGEL, il suo approccio di abbassare la tassa di circolazione per i veicoli diesel al fine di compensare almeno in parte gli oneri degli attuali alti prezzi dell'energia, ma come previsto, provoca molta frustrazione tra il resto delle feste al semaforo".


Dal bellissimo bagliore dell'auto elettrica

Commento di Peter Schwerdtmann

Ogni secondo tedesco vuole "fare affidamento sull'elettricità" la prossima volta che acquista un'auto, il produttore di energia E.ON Energie Deutschland ha riportato i risultati del suo sondaggio. Lo stesso giorno, "strategy &", parte della rete americana di analisi e previsioni PwC, riporta: "La quota di mercato delle auto elettriche in Germania raddoppia nei primi tre trimestri". o un tentativo di plasmare la realtà? Desiderio o profezia che si autoavvera?



VW Golf GTD: Viva il diesel, specialmente questo!

Modelli come la Golf GTD dovrebbero effettivamente essere banditi in modo politicamente corretto. Perché prendono ogni pensiero di un veicolo a batteria alimentato elettricamente all'assurdo.

Tuttavia, non c'è da aspettarsi che Volkswagen distrugga la sua strategia di mobilità elettrica con questo modello. Ma è anche chiaro: chiunque acquisti oggi una Golf GTD può essere sicuro di aver preso una buona decisione nonostante l'aumento dei prezzi del carburante. Anche dal punto di vista ambientale.


Studio JD Powers sulla soddisfazione del cliente: qualità Tesla: pessima, bavaglio: alto - anche l'Audi è in declino

Tesla offre protezione antifurto come solo l'auto aziendale 007, ma è molto indietro nella lista dei risultati strani. Audi è ancora più deludente.

Da Harald Kaiser

È solo un trucco o una cosa utile? Si tratta del nuovo tipo di monitoraggio remoto per le auto Tesla, che ha un tocco di glamour James Bond e che ci si aspetterebbe di trovare nell'Aston Martin dell'eterno agente. Questo perché il guidatore di Tesla può utilizzare la funzione remota attivata di recente per controllare le immediate vicinanze del veicolo elettrico tramite le telecamere integrate nell'auto. E questo tramite le comunicazioni mobili comodamente da casa, dall'ufficio, dal ristorante o da qualsiasi altro luogo. La tecnologia si chiama "Sentry Mode Live Camera Access" (tradotto approssimativamente: modalità di sorveglianza con accesso alla telecamera live).


Il capo della BMW Oliver Zipse non lascia correre Spiegel-Inquisition da nessuna parte

Il capo della BMW Oliver Zipse non è un opportunista. Nell'intervista a Spiegel mostra la sua spina dorsale e lascia nel vuoto i due redattori di Spiegel con le loro domande faziose. Anche se BMW non può sfuggire alla pressione imposta sull'e-mobility, Zipse chiarisce che il cambiamento politicamente auspicato all'e-mobility non può essere imposto.

Oliver Zipse ammette che, oltre a una iX completamente elettrica, guida anche una Serie 7 con motore a combustione. Alla domanda se consiglierebbe ai suoi clienti di passare alla mobilità elettrica in vista dell'aumento dei prezzi della benzina, sottolinea che anche i prezzi dell'elettricità stanno aumentando. Sarebbe un errore impegnarsi prematuramente in un solo tipo di guida. Si applica l'intera CO2- Considerare l'impronta di un'auto lungo l'intera catena di approvvigionamento, dalla produzione allo smaltimento. BMW voleva il CO2- Ridurre l'impronta del 2030% entro il 40 rispetto al 2019. Entro il 2030, BMW vuole generare il 50% delle vendite in tutto il mondo con auto completamente elettriche. Il successo della mobilità elettrica dipende anche dall'espansione dell'infrastruttura di ricarica, che attualmente deve crescere cinque volte più velocemente.